Menù della Vigilia di Natale

Menù della Vigilia di Natale
Photo credits:

La Vigilia di Natale è una serata magica: l'attesa di Babbo Natale per i più piccoli, gli auguri, gli affetti...

Per molte persone la cena del 24 dicembre rappresenta un momento per trascorrere del tempo con gli amici o la famiglia e mangiare tutti insieme.

L'atmosfera è festosa e le ore passate ai fornelli non pesano quando si ha tutta la famiglia intorno. Molti di noi iniziano a pensare settimane prima cosa cucinare, con quale antipasto aprire la cena e con quale dolce chiuderla. 

Qui di seguito proponiamo un ricco menù con cui stupire gli ospiti e deliziarli portata dopo portata con sapori tradizionali ma, serviti con una nota di originalità, per rendere questa cena ancora più speciale.

La nostra proposta è costituita da una torta salata come antipasto, delle lasagne come primo piatto e un piatto di pesce come seconda portata.

E il dolce? È una sorpresa! Scopritela con noi!

Antipasto: crostata morbida con salmone e philadelphia

La crostata morbida con salmone e philadelphia è un antipasto facile e veloce perfetto da portare in tavola la sera della Vigilia di Natale: si può far cuocere nel pomeriggio e poi farcirla alla sera, poco prima di portarla in tavola. La nostra versione prevede l'utilizzo di Philadelphia, salmone affumicato, olive e rucola, ma in alternativa potete provare la crostata morbida con pomodoro e mozzarella. Più siete bravi nel decorarla, più la vostra torta salata sarà scenografica e vi meriterete gli applausi di tutti i commensali.

Ingredienti per una costata da 26-28 cm
- 3 uova
- 120 g di olio extra vergine di oliva
- 100 g di latte
- 80 g parmigiano grattugiato
- 200 g di farina 00
- 30 g di fecola di patate
- 10 g di lievito istantaneo per torte salate
- q.b. sale
- 100 g di salmone affumicato
- 200 g di Philadelphia
- q.b. rucola
- q.b. olive nere

Preparazione
In uan boule montiamo le uova e pian piano aggiungiamo gli altri ingredienti: l'olio, il latte, il parmigiano, la fecola e la farina setacciate, il lievito, il sale. Trasferiamo l'impasto in uno stampo furbo per crostate e livelliamolo con una spatola. Cuociamo in forno ventilato preriscaldato a 180° per 25-30 minuti. A cottura ultimata, facciamo raffreddare completamente e poi capovolgiamola su un piatto da portata. Farciamo con Philadelphia, salmone e rucola!
Per tutti i dettagli e consigli, scopri la nostra video ricetta!

Primo: lasagne con zucca e ricotta

Le lasagne con zucca e ricotta sono un primo piatto ideale da portare in tavola la Vigilia di Natale: si possono preparare il giorno prima o in giornata e fare cuocere la sera stessa. L'utilizzo della ricotta le rende più leggere rispetto all'utilizzo di altri formaggi come la fontina, che andrebbe oltrettutto a sovrastare il sapore della zucca. La besciamella è fatta nel modo classico e non può mancare per rendere questo piatto cremoso al punto giusto. Un'alternativa alla zucca? Ecco le lasagne con salmone e porri.

Ingredienti per 6 persone
- 250 g di sfoglie fresche per lasagne
- 550 g di zucca (già pulita)
- 2 porri
- 250 g di ricotta vaccina
- 200 g di provola
- q.b. parmigiano grattugiato
- q.b. olio extravergine d'oliva
PER LA BESCIAMELLA
- 500 ml di latte
- 50 g di farina 00
- 50 g di burro
- q.b. noce moscata

Preparazione
Soffriggiamo i porri con un filo d'olio extravergine d'oliva, dopodiché aggiungiamo la zucca tagliata a cubetti. Cuociamo per circa 20 minuti.
A cottura ultimata, trasferiamolo le verdure in una boule e uniamovi la ricotta e la provola mescolando tutto.
Prepariamo la besciamella facendo bollire il latte, mentre in una piccola padella facciamo sciogliere il burro. Quando è fuso vi incorporiamo la farina 00 e mescoliamo fin quando si addensa.
Trasferiamo il composto nel latte giunto a bollore, aromatizziamo con la noce moscata e mescoliamo bene il tutto fino ad ottenere una consistenza cremosa e uniforme. Assembliamo ora le lasagne versando in una pirofila un filo d'olio e facendo uno strato di besciamella. Disponiamo le prime sfoglie di pasta e continuiamo a fare gli strati fino a che gli ingredienti sono finiti.
Completiamo con besciamella e parmigiano grattugiato e cuociamo in forno preriscaldato a 200° per circa 20 minuti.

Tutti i dettagli e i consigli nella nostra video ricetta!

Secondo: baccalà con purè e carciofi

Il baccalà con purè e carciofi è un secondo piatto di pesce ideale da servire durante la cena della Vigilia di Natale. Un piatto sano e leggero, ideale da preparare per non appesantirsi troppo, in previsione del dolce. Per portare in tavola due piatti diversi e fare in modo che tutti i commensali siano soddisfatti provando nuovi sapori e accostamenti, è possibile preparare anche il baccalà alla mediterranea

Ingredienti per 6 persone
- 6 fette di baccalà dissalato
- 6 carciofi puliti e messi in acqua e limone
- 600 g di patate
- 1/2 bicchiere di latte
- q.b. prezzemolo tritato
- 1 spicchio d'aglio in camicia
- 75 g di burro
- q.b. sale e olio extra vergine

Preparazione
Per il purè, sbucciamo e immergiamo le patate in acqua bollente salata, intanto scaldiamo in un pentolino il latte.
A parte mettiamo in una padella dell'olio e vi uniamo i carciofi tagliati a fettine sottili e lo spicchio d'aglio. Facciamo cuocere per 7-8 minuti poi, a fuoco spento, aggiustiamo di sale e aggiungiamo il prezzemolo.
In una pentola, schiacciamo le patate scolate e uniamo il burro: mescolando aggiungiamo un po' di latte per rendere morbida la purea, infine saliamo.
Infine disponiamo il baccalà su una teglia rivestita con carta da forno, cospargiamo con dell'olio e cuociamo in forno a 180°190° per una decina di minuti.
Impiattiamo e serviamo caldo.
Per essere guidati passo passo nella preparazione non perdetevi la nostra videoricetta.

Dolce: zuccotto di pandoro con crema al torrone

Lo zuccotto di pandoro con crema al torrone è il dolce perfetto per concludere in bellezza la cena della Vigilia di Natale. La sua preparazione è davvero semplice, anche se dal nome non sembrerebbe: la crema al torrone, che servirà per farcire e ricoprire il dolce, è composta da torrone sciolto, philadelphia e panna fresca, mentre il pandoro viene prima tagliato a fette e poi imbevuto nel latte per poter essere modellato. Consigliamo di prepararlo il giorno prima, in modo che al momento di servirlo sia della giusta compattezza.

Ingredienti:
- 250 g di torrone di mandorle duro
- 200 ml + 600 ml di panna fresca
- 150 g di Philadelphia
- 60 g di zucchero semolato
- 400 g di pandoroo

Preparazione

Per preparare questo zuccotto sminuzziamo il torrone di mandorle e mettiamolo in una pentola con 200 ml di panna fresca. Facciamolo sciogliere mescolando di tanto in tanto e poi, a fuoco spento, uniamovi  il Philadelphia, sempre amalgamando. Lasciamo raffreddare.
A parte montiamo con le fruste elettriche 600 ml di panna insieme allo zucchero semolato e uniamovi la crema al torrone delicatamente. Rivestiamo uno stampo da zuccotto dal diametro di 20 centimetri con la pellicola trasparente (noi abbiamo usato una comune boule). Tagliamo il pandoro a fette di circa 1 cm di spessore e inzuppiamole leggermente nel latte. Posizioniamole sulla base e ai lati dello stampo, e versando circa 2/3 della crema per riempire lo zuccotto, livelliamolo e chiudiamo il tutto con una fetta di pandoro. Spennelliamo con il latte. Poniamo in freezer per 30 minuti, poi capovolgiamolo ed estraiamolo. Ricopriamo tutta la superficie con la crema avanzata e serviamolo.

Tutti i dettagli e consigli nella nostra video ricetta!

Un'alternativa al pandoro? Ecco lo zuccotto di pavesini alla stracciatella.

Hai domande o vuoi lasciare un commento?