Baccalà mantecato

Il baccalà mantecato è una preparazione tipica della cucina veneziana, preparato con stoccafisso bollito e montato con le fruste elettriche aggiungendo olio a filo, fino a renderlo cremoso e perfetto da servire su crostini di polenta.

Ottimo come antipasto, è un piatto molto semplice da preparare, richiede pochi ingredienti e poco tempo, partendo dallo stoccafisso già ammollato e pronto all’uso.

In Veneto lo stoccafisso viene comunemente chiamato baccalà, da cui il nome di questa ricetta che potrebbe trarre in inganno! Pur trattandosi, infatti, di merluzzo in entrambi i casi, è il metodo di conservazione a cambiare. Lo stoccafisso viene conservato tramite essiccazione, il baccalà invece sotto sale.

Una ricetta sfiziosa e saporita: prepariamola insieme!

Categoria: Secondi di pesce

4,5/5 Vota
Su un totale di voti: 56
  Photo credits:
Tempo 60 min
Difficoltà Facile
Porzioni 4
Costo Medio

Ingredienti per 4 persone

400 g di stoccafisso ammollato 400 g di stoccafisso ammollato
olio 220 g circa di olio di oliva delicato
aglio 1 spicchio d’aglio
alloro 1 foglia di alloro
limone 1/2 limone
sale e pepe q.b. sale e pepe
prezzemolo q.b. prezzemolo

Preparazione

Come fare il Baccalà mantecato

Baccalà mantecato - P1
Baccalà mantecato - P2

Eliminate la pelle ed eventuali lische dal vostro stoccafisso ammollato. [1]
Quindi tagliatelo in pezzi grossi. [2]

Baccalà mantecato - P3
Baccalà mantecato - P4

Mettetelo in una pentola coprendolo di acqua fredda [3] e aggiungendo lo spicchio d'aglio non sbucciato, alloro e mezzo limone. [4]

Baccalà mantecato - P5
Baccalà mantecato - P6

Portate a ebollizione e cuocete per 20 minuti circa, eliminando man mano la schiuma che si formerà in superficie. [5]
Scolate il baccalà in una terrina capiente e lasciatelo intiepidire. [6]

Baccalà mantecato - P7
Baccalà mantecato - P8

Utilizzando la planetaria o le fruste elettriche iniziate a lavorare il baccalà versando l’olio a filo. [7]
Mescolate fino a quando il baccalà non diventerà quasi cremoso e spalmabile. [8]

Baccalà mantecato - P9
Baccalà mantecato - P10

Regolate di sale e pepe e profumate con il prezzemolo tritato finemente. [9]
Grigliate delle fette di polenta o di pane che utilizzerete come crostini per servire il baccalà mantecato. [10]

Seguici su Facebook Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Facebook

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 56, Media voti: 4.5

    Torna alla Ricetta

    Consigli e Varianti

    Il baccalà mantecato si conserva in frigo in un contenitore di vetro per un giorno al massimo, ma è preferibile consumarlo subito.
    Si sconsiglia la congelazione.

    Lo stoccafisso deve essere ammollato, da almeno 3 giorni, e cotto senza la pelle.

    Una volta cotto, deve essere montato con l’olio e il modo migliore per farlo è l’utilizzo di fruste elettriche o, ancora meglio, di una planetaria.
    In alternativa, si può montare anche a mano utilizzando un mestolo o una frusta anche se, ovviamente, serviranno più tempo e fatica.
    Non utilizzate il mixer!

    Il baccalà mantecato viene di solito servito come antipasto su crostini di polenta o di pane, ma potete anche utilizzare dei cestini o della barchette di pasta sfoglia o brisée, magari da utilizzare come aperitivo o sfizioso antipasto sulla tavola delle feste.

    Per quale occasione

    Un secondo o un antipasto sfizioso: perfetto anche per la tavola delle feste.

    La video ricetta del giorno

    Hai provato la ricetta?

    Hai dubbi o domande?

    Accedi per commentare

    Potrebbero interessarti anche