Menù di Pasqua 2019: idee e consigli per il pranzo Pasquale

Menù di Pasqua 2019: idee e consigli per il pranzo Pasquale
Photo credits:

Il pranzo di Pasqua è una vera tradizione per l'Italia. Ogni regione festeggia a tavola con menu composti da ricette tipiche legate alla ricorrenza. Che sia con la pastiera napoletana, il casatiello o le scarcelle, ogni famiglia si ritrova a tavola circondata dagli affetti più cari.

Se state cercando le ricette per stupire i vostri commensali, ecco qui qualche idea per fare un figurone!

Menù con agnello o senza?

Preparare il menu per il pranzo offre diverse possibilità: si può scegliere di rimanere nelle tradizioni, cucinando a base di agnello, oppure creare un menu innovativo senza l'agnello che sorprenda i commensali. Negli ultimi anni sono numerose le famiglie che hanno rinunciato a cucinare l'agnello, sia come scelta etica, sia perché si preferiscono altri tipi di carne. 

Qualsiasi sia l'intenzione il menù deve comprendere antipastoprimo piattosecondo piatto con contorno, almeno un'altra portata tipica della festa, frutta, dolci e caffè, il tutto accompagnato da un buon vino.

Vediamo alcune idee.

Menà di Pasqua con l'agnello

Per pranzare in modo tradizionale, questi sono i suggerimenti per il menù: ad esempio servire come antipasto un misto di affettati, salumi e formaggi tipici locali affiancati dalle uova sode, divise in due parti. Una bella idea è quella di posizionare sul piatto di portata: uova, fette si salame e di formaggio come a formare dei cerchi concentrici.

Come primo piatto, basterà preparare le tagliatelle con il sugo del cosciotto di agnello cotto al forno con patate e piselli, pietanza che sarà servita come secondo, il sapore della pasta è arricchito da un'abbondante spolverata di pecorino romano.
La carne di agnello richiede rigorosamente una buona bottiglia di vino rosso, va benissimo un Chianti, dal profumo intenso e dal sapore asciutto ed armonico, secco e leggermente tannico.

Per arricchire il pasto, si può scegliere tra più opzioni: il pinzimonio di carciofi lessi, una fetta di casatiello, di pizza piena o di torta pasqualina.
Un vino bianco e corposo come il Fiano di Avellino è quello che ci vuole per esaltare ancor di più la bontà di queste torte salate così saporite.

Menù di Pasqua senza l'agnello

Un menù alternativo, sicuramente meno classico e più adatto a chi non preferisce il sapore delle carni ovine potrebbe iniziare con un antipasto composto da voul-au-vent ripieni di crema di piselli (o fave) e prosciutto, uova sode farcite con capperi e salsa maionese, rustici di pasta sfoglia con spinaci, uova sbattute e formaggio.
Come primo proponete una lasagna bianca farcita con besciamella, provola, radicchio e pezzetti di salsiccia. Il carrè di maiale al forno con patate e fave è un secondo eccezionale.
Un altro contorno gustoso è l'insalata di finocchi e ravanelli, condita con olio extra vergine d'oliva e succo di limone.

Per concludere, in entrambi i casi, si potrà scegliere di servire coppette di macedonia con fragole e panna, decorate con pezzi di cioccolata, oppure di portare in tavola un cestino di frutta.

Il dolce di Pasqua

Immancabile è il dolce: colomba alle mandorle farcita con gelato alla crema, la classica pastiera napoletana e cioccolata a volontà. 
Come vino, preferire un calice di Moscato d'Asti oppure un bicchiere di Malvasia.

Per gustare meglio i dolci, è bene lasciar trascorrere un po' di tempo dal momento della frutta.
Un buon caffè chiude in bellezza il banchetto di Pasqua.

Tante altre idee

Se ancora avete dei dubbi consultate tutte le altre ricette per Pasqua che abbiamo raccolto nella nostra sezione.

Ti è piaciuta la ricetta?