Come riciclare il pane raffermo

Il pane è uno dei cibi più antichi e più amati della tradizione gastronomica italiana, alimento immancabile sulle nostre tavole.

Solitamente lo si acquista fresco per consumarlo nell'arco di pochi giorni ma può capitare di non mangiarlo nell'immediato e di ritrovarsi la credenza colma di rimasugli di pane secco e duro. 

In questi casi che si fa? Il modo migliore per usare il pane raffermo è re-impiegarlo in cucina, in preparazioni culinarie salate e dolci (si, anche dolci!), che fanno venire l'acquolina in bocca.

Vediamo subito come riutilizzarlo, per dar vita a piatti classici, come pizze e torte salate, ed innovativi, come le torte per la colazione e la merenda.
Un modo del tutto green per evitare gli sprechi alimentari e riscoprire il piacere di ricette genuine e gustose.

Come utilizzare il pane raffermo per realizzare ricette salate

Il pane avanzato è uno degli ingredienti base di molte preparazioni culinarie salate. Si può utilizzare sia sottoforma di pangrattato o sminuzzato che ammollato nel latte per dargli una nuova consistenza.

Come riciclare il pane raffermo

Pangrattato per panature e polpette

Il modo più comune e versatile per riutilizzare il pane raffermo è sotto forma di pane grattugiato.
Munitevi di un apposito elettrodomestico o grattugia per macinarlo.
Conservate il pane in un vasetto di vetro con all'interno una foglia di alloro, ed utilizzato all'occorrenza.
Il pane raffermo grattugiato può essere usato per panare gli alimenti che andranno cotti in padella ed in forno, per ottenere una gratinatura perfetta e croccante.

Una volta macinato, il pane può essere impiegato come ingrediente base per addensare ripieni e preparati, sia vegetali che a base di carne e pesce, come ad esempio quelli delle torte salate, delle verdure ripiene o delle polpette e dei polpettoni!

Infine il pan grattato può essere un ingrediente per la realizzazione di alcuni piatti di pasta, pensiamo ad esempio alla pasta ca’muddica siciliana: basta farlo rosolare in padella con l’olio (e anche l’aglio) per poi aggiungerlo al piatto.
Una delle versioni più apprezzate è sicuramente la pasta con le acciughe fatte sciogliere nell'olio e il pangrattato tostato aggiunto alla fine.

Pappa al pomodoro

La pappa al pomodoro è un piatto della tradizione contadina toscana.
Gli ingredienti sono poveri e molto semplici: pane raffermo e pomodori. In questo caso il pane ammorbidito nel brodo verrà cotto nel sugo dei pomodori fino a quando non si disferà diventando appunto una "pappa".
Con un giro d'olio evo e delle foglie di basilco diventerà un delizioso primo piatto salva-cena.

Gnocchi di pane

I gnocchi di pane sono un'alternativa pratica e veloce ai gnocchi di patate. Basterà ammorbidire il pane con del latte e aggiungere farina e uova nelle giuste proporzioni per ottenere un impasto liscio e denso.
C'è chi li arricchisce anche con parmigiano e noce moscata.
Avendo un gusto neutro i gnocchi di patate possono essere cucinati a piacere, sia con un semplice sugo al pomodoro oppure con una fonduta di formaggi o con panna e speck

Polpette di pane

Anche in questo caso il pane ammorbidito nel latte può essere l'ingrediente base per la preparazione delle polpette di pane
Si possono addensare semplicemente con delle uova e arricchire con del parmigiano e prezzemolo per poi friggerle in olio evo, oppure cuocerle nel sugo di pomodoro, proprio come nella versione più famosa di carne.

Torte salate e pizze di pane

Se non volete grattugiare il pane secco, potete tagliarlo a tocchetti ed impiagarlo per la preparazione di torte solate e pizze di pane.

Per le torte salate basta lasciare il pane in ammollo, nell'acqua o nel latte.
Una volta ammorbidito, il pane va unito ad un composto di uova sbattute, formaggio grattugiato, sale e pepe, ed infornato in una teglia ricoperta di carta forno.
Dopo trenta minuti di cottura noterete una crosticina dorata in superficie: la vostra torta salata deliziosa e semplice è pronta!
Per renderla più ricca, potete scegliere di farcire la preparazione in base ai vostri gusti e fantasia.
Aggiungete a piacere formaggi, salumi, ortaggi di stagione o delle olive.

Se avete voglia di pizza ed avete del pane avanzato, preparate una pizza di pane raffermo. Tagliate il pane a fette spesse, e disponetele a raggiera in una teglia.
Bagnate il pane con del latte, per ammorbidirlo ed insaporirlo.
Subito dopo, cospargete la superficie con della salsa di pomodoro.
Salate, irrorate con olio ed unite la mozzarella e l'origano. Infornate e buon appetito!

Come utilizzare il pane raffermo per realizzare ricette dolci

Il pane raffermo può essere usato anche nella preparazione di ricette dolci.

Avete mai pensato di poter utilizzare il pane secco per la realizzazione di una golosa torta dolce?

Come riciclare il pane raffermo

Torta di pane e mele

Per la torta di mele, non dovete fare altro che disporre le fette di pane su di una teglia rivestita di carta forno e zucchero.
Adagiate sul pane le fette di mele, che avrete precedentemente sbucciato, tagliato, ed insaporito con succo di limone, scorza grattugiata di limone, zucchero e cannella.
Proseguite in quest'ordine fino ad esaurire gli ingredienti.
Versate sulla torta un composto di uova sbattute e latte, facendo attenzione che tutti gli strati risultino bagnati.
Cospargete la superficie con zucchero e fiocchi burro. Lasciate ammorbidire un po' ed infornate a 180 gradi per almeno 30 minuti.

Torta di pane e cioccolato

Per la torta al cioccolato, ammorbidite il pane raffermo nel latte.
Strizzatelo ed unite gli altri ingredienti: uova, zucchero, cacao e frutta secca a piacere.
Versate l'impasto in una teglia rivestita di carta forno ed infornate a 180 gradi in modalità ventilata per almeno 40 minuti.
La vostra variante di torta classica al cioccolato con pane raffermo è pronta per essere gustata.

Seguici su Google News Non perderti nemmeno un'articolo Seguici su Google News

Salva la Ricetta Salva nel Ricettario