Pizza a lunga lievitazione con la planetaria

Ecco il nostro metodo per preparare un'ottima pizza a lunga lievitazione con la planetaria realizzando un impasto diretto.

La lunga lievitazione (e maturazione) di circa 24 ore, permette di ottenere una pizza più digeribile, davvero molto soffice e con un'ottima alveolatura all'interno.
Fondamentale per questo tipo di preparazione è la scelta della farina che deve essere di forza e quindi ricca di glutine: noi abbiamo utilizzato una farina di tipo 1 con W 260.

Una volta stesa in teglia, non vi resta che condirla come preferite: noi abbiamo optato per i classici pomodoro e mozzarella.
Seguite la video ricetta e tutti i nostri consigli per un risultato sorprendente!

Le dosi indicate sono adatte per una teglia rettangolare di 30x40 cm di dimensioni.

Cosa ci serve per la ricetta:

Impastatrice Klarstein 5L >>

Teglia 30x40 cm >>

Spianatoia acciaio Inox >>

Categoria: Lievitati

Rating Star 4,6/5 Vota
Su un totale di voti: 112
  Photo credits:
Tempo 30 min
Difficoltà Media
Porzioni 2
Costo Basso

Ingredienti per una placca da forno (o una teglia da 30x40 cm)

farina 430 g di farina 1 W 260
lievito di birra 5 g di lievito di birra fresco (o 3 g di lievito di birra secco)
acqua 310 ml di acqua minerale naturale fredda
sale 8 g di sale
olio 10 g di olio extra vergine d'oliva
PER IL CONDIMENTO-df PER IL CONDIMENTO
origano q.b. origano
pomodori pelati q.b. pomodori pelati
mozzarella q.b. filone di mozzarella

Video Ricetta

Passo Passo

Preparazione

Come fare la Pizza con la planetaria a lunga lievitazione

Pizza a lunga lievitazione con planetaria - Passaggio 1
Pizza a lunga lievitazione con planetaria - Passaggio 2

Nella ciotola della planetaria versiamo la farina e sminuzziamo con le dita il lievito di birra fresco [1].
Utilizzando il gancio a spirale, azioniamo la macchina e versiamo poco per volta l'acqua [2].

Pizza a lunga lievitazione con planetaria - Passaggio 3
Pizza a lunga lievitazione con planetaria - Passaggio 4

Aggiungiamo l'olio extra vergine [3] e il sale fino [4].
Lasciamo lavorare la planetaria fin quando l'impasto tende a chiudersi, formando un panetto e staccandosi dalle pareti della ciotola.

Pizza a lunga lievitazione con planetaria - Passaggio 5
Pizza a lunga lievitazione con planetaria - Passaggio 6

Spegniamo la planetaria e trasferiamo l'impasto in una ciotola oliata [5]. Copriamola con un canovaccio pulito o con un foglio di pellicola trasparente per alimenti e lasciamo riposare per 20-30 minuti a temperatura ambiente.
Trascorso questo tempo, trasferiamo l'impasto sul piano di lavoro per fare le pieghe di rinforzo (utilizzando una base in acciaio inox non è necessario cospargere la superficie di farina): ripieghiamolo su se stesso più volte [6]. Poi richiudiamo l'impasto tirandolo con le mani verso di noi.  Rimettiamo il panetto nella boule e lasciamo riposare altri 20-30 minuti.

Pizza a lunga lievitazione con planetaria - Passaggio 7
Pizza a lunga lievitazione con planetaria - Passaggio 8

Ripietiamo l'operazione precedente [7] e questa volta facciamo riposare l'impasto in frigorfero per circa 20 ore [8].

Pizza a lunga lievitazione con planetaria - Passaggio 9
Pizza a lunga lievitazione con planetaria - Passaggio 10

Riprendiamo l'impasto e "chiudiamolo": pieghiamo verso il centro i lembi laterali, poi girandolo di 90° ripetiamo l'operazione. Tiriamo il panetto verso di noi facendolo strisciare sul piano. Ripetiamo due o tre volte questi passaggi; solleviamo il panetto pinziamo con le dita la parte centrale e poi richiudiamo ancora le due estremità [9]. Appoggiamolo delicatamente ancora nella boule e, questo punto, dobbiamo farlo riposare ancora 2-3 ore a temperatura ambiente [10].

Pizza a lunga lievitazione con planetaria - Passaggio 11
Pizza a lunga lievitazione con planetaria - Passaggio 12

Ora è il momento di stendere: cospargiamo il piano di lavoro con un po' di farina di semola e con le dita premiamo prima tutt'intorno al panetto [11] e poi al centro, da entrambi i lati [12].

Pizza a lunga lievitazione con planetaria - Passaggio 13
Pizza a lunga lievitazione con planetaria - Passaggio 14

Eliminiamo la semola in eccesso e trasferiamo su una placca da forno oppure una teglia da 30x40 cm precedentemente oliata [13]. Sempre con le mani, sistemiamo l'impasto in modo da farlo aderire bene alla forma della teglia, quindi passiamo al condimento: origano [14],

Pizza a lunga lievitazione con planetaria - Passaggio 15
Pizza a lunga lievitazione con planetaria - Passaggio 16

pomodori pelati e mozzarella [15]. In alternativa scegliete secondo le vostre preferenze. 
Versiamo un filo d'olio evo e infine cuociamo in forno preriscaldato alla massiama temperatura per 15-20 minuti [16].

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 112, Media voti: 4.6

    Torna alla Ricetta

    Consigli e Varianti

    La planetaria tende a scaldare l'impasto, ciò potrebbe rovinare o rallentare la formazione della maglia glutinica.
    Per questo motivo è preferibile utilizzare acqua fredda per la preparazione.

    Potrebbero interessarti anche

    Commenti degli utenti (2)


    img-usr-1 Ila
    domenica 2 maggio 2021

    Ma il forno per la pizza è meglio statico o ventilato?

    Rispondi

    rpl-img-1 Ricetta.it
    ha scritto: domenica 2 maggio 2021

    Ventilato

    Rispondi