Pizza senza glutine

4,4/5 Vota
Su un totale di voti: 61
Come si prepara, quali sono gli ingredienti e come si presenta a tavola.
Pizza senza glutine
  Photo credits:
Tempo 60 min
Difficoltà Facile
Porzioni 2
Costo Basso

Presentazione

La pizza senza glutine, gustosa e soffice, è perfetta da servire a tutti i nostri amici celiaci che in questo modo non rinunciano alla genuinità di una pizza fatta in casa.

La nostra ricetta è per una pizza senza impasto (detta anche no-knead) ad alta idratazione, il 100%: gli ingredienti vengono mischiati tutti in una ciotola e lavorati con un cucchiaio di legno. Utilizzeremo le mani infarinate solo per creare i panetti e per stenderli. Infine si può decidere se creare un cornicione, come una vera pizza napoletana, o se fare una classica pizza in teglia

La stessa tecnica l'abbiamo usata per il pan brioche senza glutine e per il pane senza glutine. Le nostre proposte sono per impasti base, a cui, con l'esperienza e dopo aver sperimentato più volte, possono essere applicate delle variazioni sul tipo di farina utilizzata.

Realizzarla non è difficile, bastano piccoli accorgimenti per soddisfare anche chi segue una dieta gluten free.
Guarniamo con passata di pomodoro e mozzarella o con gli ingredienti preferiti, e via in forno: la pizza sarà sempre un grande successo a tavola!

Segui i nostri consigli e prepara la tua pizza senza glutine!

Con le dosi indicate si ottengono due pizze di circa 22-24 cm (circa 250 g a pizza).

Categoria: Lievitati

PER L'IMPASTO: PER L'IMPASTO:
farina 200 g di Nutrifree- farina-per-pane
farina 100 g di Nutrifeee- farina-multiuso
acqua 310 g di acqua minerale a temperatura ambiente
lievito di birra 3 g di lievito di birra fresco ( o 1 g di lievito secco)
olio 1 cucchiaino di olio extravergine di oliva
sale 4 g di sale
OPPURE: OPPURE:
farina 250 g di Nutrifeee- farina-multiuso
farina 50 g di farina di grano saraceno
acqua 310 g di acqua minerale a temperatura ambiente
lievito di birra 3 g di lievito di birra fresco ( o 1 g di lievito secco)
olio 1 cucchiaino di olio extravergine di oliva
sale 4 g di sale
OPPURE: OPPURE:
farina 200 g di Nutrifree- farina-per-pane
farina 100 g di farina Caputo
acqua 315 g di acqua minerale a temperatura ambiente
lievito di birra 3 g di lievito di birra fresco ( o 1 g di lievito secco)
olio 1 cucchiaino di olio extravergine di oliva
sale 4 g di sale
OPPURE: OPPURE:
farina 200 g di Nutrifeee- farina-multiuso
farina 50 g di Nutrifree- farina-per-pane
farina 50 g di farina di grano saraceno
acqua 300 g di acqua minerale a temperatura ambiente
lievito di birra 3 g di lievito di birra fresco ( o 1 g di lievito secco)
olio 1 cucchiaino di olio extravergine di oliva
sale 4 g di sale
PER GUARNIRE: PER GUARNIRE:
passata di pomodoro q.b. passata di pomodoro
mozzarella q.b. mozzarella
olio q.b. olio extra vergine

Preparazione

Come fare la Pizza senza glutine

Pizza senza glutine Step 1
Pizza senza glutine Step 2

Iniziamo setacciando le due farine in una boule e mischiandole per bene. È molto importante setacciarle accuratamente per evitare la formazione di grumi nella fase dell'impasto. Ora sbricioliamovi il lievito fresco con le mani e mescoliamo con un cucchiaio di legno [1]. Se usiamo il lievito secco aggiungiamolo ora alle farine. Uniamo pian piano l'acqua a più riprese, continuando a mescolare con un cucchiaio di legno e con energia, fino a quando verrà assorbita completamente [2]. Se durante questa fase dovessero formarsi dei grumi, mescolate l'impasto con una forchetta, sempre molto energicamente.

Pizza senza glutine Step 3
Pizza senza glutine Step 4

Uniamo l'olio e il sale e mescoliamo ancora [3] fino a raggiungere un composto omogeneo [4]. L'impasto sarà morbido, come un gelato. Copriamo la boule con pellicola trasparente e lasciamo riposare per 30 minuti.

Pizza senza glutine Step 5
Pizza senza glutine Step 6

Il composto inizierà a lievitare [5]. Trascorso il tempo necessario, infariniamo una spianatoia e ribaltiamoci l'impasto. Con un coltello infarinato diviamolo in due parti e con le mani, sempre infarinate, formiamo i panetti, seguendo questa tecnica [6] (foto passaggio 9). Inizia ora la fase della lievitazione vera e proprio: posizioniamo i panetti su due piatti infarinati e copriamoli con una campana di vetro o una ciotola e lasciamo lievitare per almeno 5 ore fuori frigo.

Pizza senza glutine Step 7
Pizza senza glutine Step 8

A questo punto possiamo procedere in due modi: o fare in modo che si formi un cornicione e sia possibile cuocere la pizza come se fosse su una pietra refrattaria (nel caso ne fossimo sprovvisti), oppure cuocerla in teglia.

Se scegliamo il primo modo, ovvero quello della pizza napoletana, stendiamo un po' di farina su un foglio di carta da forno e posizioniamovi il panetto. Infariniamoci anche le mani per riuscire a lavorarlo meglio.

Iniziamo dal basso (a circa 1 cm dal bordo) a schiacciare l'impasto con i polpastrelli [7], fino ad arrivare a circa 1 cm dell'altra estremità. Ripetiamo l'operazione fino a quando si sarà formato un bordo più gonfio, il cornicione appunto [8].

Lasciamo riposare ancora per 30 minuti. Non preoccupiamoci se non è troppo "grosso", in cottura infatti raddoppierà di volume.

Nel frattempo prendiamo una leccarda da forno e posizioniamola rovesciata nel ripiano più basso del forno, accendiamolo alla massima temperatura e facciamola scaldare per bene. Consigliamo di riscaldare la placca per almeno 30 minuti prima di infornare la pizza.

Mentre la teglia si scalda in forno, condiamo la nostra pizza con il pomodoro, sporcando anche i bordi, in modo da donarle un aspetto più rustico. A questo punto, trasferiamo la carta da forno con sopra la pizza sulla leccarda rovesciata e rimettiamola sempre nell'ultimo ripiano (possiamo togliere la placca bollente aiutandoci con delle presine e avvicinarci quindi alla pizza e trasferirla, oppure utilizzare la pala della pietra refrattaria). 

Quindi la pizza cuocerà sulla carta da forno posizionata sulla leccarda rovesciata e inserita nell'ultimo ripiano verso il basso.

Cuochiamo per circa 10 minuti (controlliamo che la base non bruci, sollevandola delicatamente), dopodichè, velocemente, condiamola con mozzarella e il condimento che abbiamo scelto e rimettiamola in forno per altri 5-10 minuti, in modo che si sciolga. In cottura il cornicione aumenterà di volume, gonfiandosi. Una volta cotta è possibile versare un filo di olio.

Volendo è possibile poi far fare alla pizza una cottura veloce con il grill per donargli un aspetto più rustico: a cottura ultimata, basterà selezionare l'impostazione grill e trasferire la pizza su una griglia, proprio sotto la serpentina. Basteranno 2-3 minuti per dare l'effetto di una vera pizza napoletana.

Per la cottura in teglia invece, basterà oliare per bene la leccarda da forno e trasferirvi l'impasto della pizza, stendendola con le mani un poco infarinate. Cuociamo al massimo della temperatura per 20-25 minuti. 

Procedimento alternativo per la lievitazione

Sciogliamo il lievito nell'acqua e pian piano iniziamo ad aggiungere le farine, setacciandole e continuando a mescolare. È molto importante setacciarle accuratamente per evitare la formazione di grumi nella fase dell'impasto. Mescoliamo con un cucchiaio di legno per amalgamare gli ingredienti: la consistenza sarà quella di un gelato. 

Uniamo l'olio e il sale e mescoliamo ancora fino a raggiungere un composto omogeneo. Copriamo la boule (preferibilmente stretta e dai bordi alti) con pellicola trasparente e lasciamo lievitare per almeno 5 ore fuori frigo. L'impasto si riempirà di bolle.

Trascorso questo tempo, ribaltiamo l'impasto su una spianatoia infarinata, tagliamolo in due parti (con queste due parti andremo a formare i panetti) e trasferiamoli su due fogli distinti di carta forno leggermente infarinati. Formiamo i panetti direttamente sulla carta da forno, seguendo le indicazioni del fotopassaggio 6. Lasciamoli lievitare per un'ora e poi procediamo a stendere l'impasto formando il bordo, come indicato sopra, nel passaggio 7. Lasciamo lievitare ancora mezz'ora e nel frattempo riscaldiamo la placca da forno ribaltata e inserita nel ripiano più basso. Condiamo la base della pizza con pomodoro, sporcando anche i bordi per un effetto più rustico, trasferiamola con la carta da forno sulla placca ormai bollente e cuociamo per circa 10-15 minuti. A 5 minuti dalla fine della cottura estraiamola e condiamola con mozzarella e prosciutto. Rimettiamo in forno per qualche minuto per far sciogliere il formaggio.

 

Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Google News

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 61, Media voti: 4.4

    Vai alla Ricetta

    Consigli

    Un ottimo risultato si ottiene anche mischiando: 200 g di Nutrifree multiuso e 100 g di Caputo. In questo caso l'acqua da utilizzare sarà 300 g. Non tutte le farine senza glutine sono uguali: infatti alcuni mix richiedono più idratazione, bisognerà quindi aggiungere più acqua all'impasto. Con altre farine, invece, servirà meno acqua.

    Se l'impasto vi sembrerà troppo molle da poterlo lavorare velocemente con le mani, non preoccupatevi: aggiungete poca farina per volta fino a quando raggiungerà la consistenza di un gelato e mischiate sempre con un cucchiaio di legno. Attenzione però a non esagerare: questo è un impasto no knead, significa che non dobbiamo impastare con le mani. Ricordate che la consistenza giusta è quella di un gelato.

    La cottura con la modalità grill non è obbligatoria: serve solo a rendere la superficie leggermente più scura, come quella della pizzeria.

    La leccarda da forno rovesciata e scaldata alla massima temperatura funge da pietra refrattaria, in caso ne fossimo sprovvisti. La carta da forno è necessaria per evitare che la pizza si attacchi alla teglia. È molto importante che la teglia sia bollente prima di infornare la pizza. Attendete quindi almeno 30-45 minuti.

    In caso si volesse una pizza con il cornicione ma cotta in teglia, basterà stendere l'impasto nella teglia oliata e seguire le indicazioni sopra riportate.

    Se vogliamo mangiare la pizza alle 19:30 circa noi di solito facciamo così: prepariamo l'impasto alle 13. Alle 13:30 diviamo in panetti e lasciamo lievitare fino alle 18:30. Stendiamo la pizza sulla carta da forno e la lasciamo lievitare fino alle 19:00 circa, mentre la leccarda si scalda in forno.  

    Le regole per un'ottima pizza senza glutine

    1) È molto importante setacciare accuratamente le farine per evitare la formazione di grumi. Qualora si formassero, aiutatevi con una forchetta cercando di scioglierli.

    2) I tempi di cottura dipenderanno sia dallo spessore della pizza sia dalla potenza del forno. Solitamente la temperatura massima è di 200-220° ma può arrivare anche a 300°.

    3) La lievitazione dell' impasto deve avvenire in un ambiente lontano da correnti. Potete metterlo in un mobile chiuso o dentro al forno spento, o, come consigliato sopra, coperto da una campana di vetro o un piatto fondo.

    4) Anche per la pizza senza glutine è sconsigliato l'utilizzo del mattarello per non vanificare l'effetto della lievitazione. 

    5) La scelta del lievito non compromette il risultato: possiamo utilizzare lievito di birra fresco sciogliendolo in un po' di acqua (presa dalla quantità totale) a temperatura ambiente, oppure sminuzzandolo tra le mani. Il lievito secco può essere unito direttamente alle farine.

    6) La quantità di acqua da inserire nell'impasto può variare in base alla tipologia di farina utilizzata. Il consiglio è quello di sperimentare la ricetta anche con farine diverse. In generale però ottimi risultati si ottengono con impasti ad alta idratazione.

    Per quale occasione

    La pizza è perfetta per ogni occasione, che si tratti di un compleanno, una serata tra amici o una cena in famiglia.

    Vino da abbinare

    Consigliamo di servire in tavola la pizza senza glutine con un buon vino rosso corposo, vivace e profumato come il Gragnano campano, il Castagnara o il Sauco.
    In alternativa, è possibile abbinarla a una birra senza glutine che sposa alla perfezione il gusto della pizza.

    Hai provato la ricetta o hai domande?

    Potrebbero interessarti anche

    Commenti degli utenti (4)

    Barbara
    venerdì 10 aprile 2020

    Salve ho letto la ricetta per pizza senza glutine la domanda è questa consigli sul lievito da n usare.. Che sappia io il lievito di birra classico non lo possiamo usare . Voi che lievito avete usato ?

    Rispondi
    Ricetta.it
    ha scritto: venerdì 10 aprile 2020

    Ciao Barbara Il lievito di birra è idoneo da ABC

    Rispondi
    Laura Rossi
    ha scritto: martedì 14 aprile 2020

    Ciao Barbara, hai scoperto recentemente di essere celiaca? l'ABC del celiaco ti mostra quali sono gli alimenti permessi, quelli vietati e quelli a rischio. Quando un ingrediente è IDONEO DA ABC significa che non comporta problemi per il celiaco e può essere consumato tranquillamente. In questo caso il lievito di birra non è fatto con la birra è quindi idoneo, nonostante il nome possa trarre in inganno. Ti consigliamo di consultare il sito dell'associazione celiachia (AIC).

    Rispondi
    Barbara
    ha scritto: martedì 14 aprile 2020

    No seguo la dieta da ben 26 anni ormai , come cuoca sono un disastro 🙈 e si il libro d e ll'AIC ok io lo chiamo così. Grazie

    Rispondi