Zucchine: ad ogni varietà la sua ricetta

Le zucchine: bontà e prelibatezza, freschezza e genuinità, sono sicuramente il vegetale simbolo della stagione estiva.
Verdi scure o chiare, dalla forma allungata o tonda, piccole, medie, grandi, delle zucchine esistono numerose varietà anche in base alla regione di provenienza.

A Roma si trovano più facilmente quelle corte e solitamente con il loro fiore all'estremità, a Milano, invece, sono più diffuse quelle scure, nella zona di Trieste le zucchine sono prevalentemente bianche, nel Centro e nel Meridione d'Italia è possibile trovarle striate e anche tonde.

Data la versatilità particolare delle zucchine, si prestano perfettamente a tante gustose ricette da arricchire anche grazie alla propria fantasia in cucina.

Come cucinare la zucchina scura

Nonostante sia prevalente nella zona di Milano, la zucchina scura, è senza dubbio, quella che si trova con più facilità, anche nei banco frigo dei supermercati.
La sua caratteristica principale?
E' di facile abbinamento e la si può adattare a qualsiasi tipo di ricetta: lessa, alla griglia, con la pasta, nella frittata, marinata, trifolata.

Si tratta di una varietà forse meno gustosa delle altre e anche più "umida", quindi perchè non usarla nelle lasagne di zucchine.
Una ricetta semplice e nel contempo ottima, utile anche per svuotare il frigo.

E' sufficiente, tagliare le zucchine a fette sottile e grigliarle.
Si aggiungono il prosciutto cotto, le uova, il parmigiano grattugiato, un pò di latte, la scamorza affumicata o qualsiasi altro tipo di formaggio a pasta dura che desiderate, sale e pepe.

Dopo aver sbattuto le uova con il latte, si unge una pirofila da forno e si procede con i vari strati, prima le zucchine, poi il prosciutto cotto, le uova, il formaggio scelto, un cucchiaio di parmigiano, e così a seguire sino a quando gli ingredienti non siano terminati. Infornare per circa 30 minuti a 180 gradi e lasciare intiepidire prima di servire.

Come cucinare la zucchina corta

E' la zucchina più saporita, quella che si distingue dalla presenza del suo fiore, è genuina e si abbina a tutti gli ingredienti di stagione.
Il consiglio è quello di non cuocerla tanto, ma di lasciarla piuttosto croccante.

La ricetta ideale? Saltata in padella preferibilmente tagliata a cubetti con dell'ottimo olio evo.

Con le zucchine così preparate è possibile anche condire la pasta, magari i rigatoni classici romani.
Un piatto fresco, genuino e gustosissimo.

Come cucinare la zucchina tonda

Questo tipo particolare di zucchine è prevalente in molte regioni del centro Italia, sono sferiche e scure o anche chiarissime, ma tutte particolarmente dolci e delicate.

Si possono utilizzare a fette per delle pizzette vegetali oppure ripiene al forno?

Il procedimento è piuttosto lungo ma non complicato; si scavano le zucchine del loro interno con l'aiuto di un cucchiaio, mentre le bucce si sbollentano.
Nel ripieno si può aggiungere a proprio gradimento, la carne tritata, la ricotta e anche le alici.
Regione che vai ingrediente in più che trovi!

La ricetta classica prevede oltre alla zucchina tagliata a cubetti, l'uovo, il parmigiano grattugiato, il pangrattato, sale e pepe.
Si prepara un composto piuttosto omogeneo con le zucchine tagliate rigorosamente a piccoli pezzetti e tutto il resto degli ingredienti e si riempiono le bucce.

Dopo aver unto una pirofila da forno si sistemano le bucce con il loro ripieno e l'aggiunta di piccoli fiocchi di burro e un cucchiaio di parmigiano in superficie.
Vanno posizionate in forno a 180° per 40 minuti.

Come cucinare la zucchina rigata

E' la versatilità il pregio maggiore di ogni variante di zucchina, questa in particolar modo è ottima con la pastella e fritta, in insalata tagliata a julienne cruda, e anche per cucinare un primo piatto con i fusilli e le alici, per esempio, ma è sufficiente lasciarsi trasportare dalla fantasia per preparare tutte le specialità di pasta che si desidera.

Come cucinare la zucchina gialla

Insolita come varietà di zucchina, infatti, è molto diffusa in Francia nella forma tonda o anche in Friuli nella versione lunga e sottile.

Sono spesso usate anche dai grandi chef prorpio perchè hanno un gusto più raffinato e meno "selvatico" rispetto alle altre varietà.

L'aspetto positivo di questa zucchina è che è leggermente più turgida (sono meno acquise) delle altre e hanno un sapore più dolce, vagamente simile a quello della zucca: quindi via libera alle vellutate, ma sono ottime anche tafliate sottili crude in insalata.
Da provare anche al vapore, come frittata, magari con l'aggiunta di foglioline di menta.

Seguici su Google News Non perderti nemmeno un'articolo Seguici su Google News

Salva la Ricetta Salva nel Ricettario