Come cucinare la zucca

La zucca è l’ortaggio autunnale per eccellenza, è molto versatile e può essere cotta in molti modi.
Con il suo gusto tendente al dolce, è apprezzata da grandi e piccini.
Esistono un gran numero di varietà di zucche, ciascuna adatta per realizzare piatti differenti.

C’è per esempio la mantovana con la polpa compatta, ottima per preparare i classici tortelli di zucca con mostarda e amaretti e c’è quella di Albenga, perfetta per cucinare golosi risotti alla zucca.
Vediamo assieme quali sono tutti i metodi per cucinare la zucca dopo averla accuratamente pulita.

Come pulire la zucca

La prima cosa da fare è pulire e tagliare la zucca.
Se avete a disposizione una zucca dalla forma allungata, tagliatela a metà nel senso della lunghezza.
Eliminate semi e filamenti poi tagliatela a fette molto spesse.
A quel punto sbucciatela adoperando uno spelucchino ben affilato.
Se la zucca da pulire è una mantovana o una zucca rotondeggiante con la scorza bitorzoluta, è meglio prima tagliarla a spicchi per riuscire a maneggiarla senza rischiare di tagliarsi accidentalmente.

Togliete sia i semi che i filamenti poi sbucciatela prima di tagliarla a cubetti, a fette o come viene indicato dalla ricetta che vi apprestate a realizzare.
Nel caso in cui vogliate cuocere la zucca in forno, tagliatela a fette piuttosto spesse ed evitare di togliere la buccia.
Rimuoverla quando la polpa sarà ben cotta sarà molto più facile e inoltre sarà molto più saporita.

La zucca bollita

Versate l'acqua in una pentola e portatela ad ebollizione.
Salate e aggiungete la zucca tagliata a pezzi non troppo piccoli.
Una volta ben cotta scolatela e gustatela così con un filo d’olio extravergine.

In alternativa riducetela in purea con lo schiacciapatate e create un gustoso purè arricchito con poco latte caldo e burro.
Non buttate l’acqua di cottura della zucca: potrete usarla per cuocere un goloso risotto o per preparare minestroni di verdura.

Zucca al forno

La cottura della zucca al forno è alla base di tante ricette perché permette di togliere dalla polpa tutta l’acqua in eccesso. Sistemate gli spicchi o le fette di zucca sopra una teglia con il fondo coperto da un foglio di carta da forno.
Salatela leggermente e poi lasciatela cuocere in forno a 180°C per una trentina di minuti.
Trascorso il tempo indicato sbucciatela se già non lo avete fatto prima e poi lasciatela raffreddare prima di adoperarla per realizzare golosi tortelli o gnocchi.

Zucca al vapore

Per cuocere la zucca al vapore, deve essere prima sbucciata, pulita dai semi e poi tagliata a cubetti piccoli.
Sistematela nel cestello apposito in vimini per la cottura a vapore o, in alternativa, sistemate i cubetti in uno scolapasta che poi appoggerete sopra una pentola contenente acqua in ebollizione.
La zucca cotta al vapore è adatta per essere servita come un semplice contorno, condita solo con olio extravergine d’oliva, pepe e sale.

Zucca in padella

Una volta ridotta a cubetti mettete la vostra zucca in padella con un filo d'olio e uno spicchio di aglio. Salate e rosolate aggiungendo anche un rametto di rosmarino, a questo punto potete continuare la cottura sfumando con del vino bianco o con del brodo vegetale.

Abbiate cura di spegnere la fiamma quando la zucca sarà morbida ma prima che si disfi.
Il pepe sarà un'ottima aggiunta.

Friggere la zucca

La zucca fritta ha un gusto irresistibile.
Può essere servita come finger food all’ora dell’aperitivo o come accompagnamento a un piatto a base di carni bianche. Scegliete una varietà di zucca poco acquosa e a polpa soda.
Tagliate la polpa a listarelle oppure a fette non troppo spesse.
Immergetele poi nella pastella preparata con acqua frizzante e farina dopodiché friggetele in olio bollente.
Otterrete uno sfizioso antipasto con un cuore tenero avvolto da una croccante copertura.

In alternativa potete preparare delle chips di zucca tagliando delle fettine molto sottili e immergendole nell'olio bollente per qualche minuto.
Il risultato è garantito!

Nella pentola a pressione

La cottura della zucca nella pentola a pressione è la giusta soluzione per chi ha sempre fretta e poco tempo a disposizione da dedicare alla preparazione dei cibi.
Pulite e tagliate la zucca a pezzi piuttosto grandi.
Versate sul fondo della pentola un bicchiere d’acqua.
Metteteci dentro la polpa e poi cuocete per dieci minuti dall’inizio del fischio.

Zucca al microonde

Se volete risparmiare tempo ed ottenere comunque un buon risultato, potete provare la zucca cotta al microonde. 
Fate delle fettine da 500 g l'una circa, potete lasciare la buccia perchè verrà via molto facilmente dopo la cottura.
Mettete tutto nel forno alla massima potenza per 10/15 minuti
Il tempo di cottura può variare in base alla zucca scelta, quindi consigliamo di controllare dopo 10 minuti ed eventualmente prolungare la cottura.

Zucca alla griglia

Eh si, la zucca può essere anche cotta su griglia o su piastra, da gustare al naturale oppure da usare per la parmigiana di zucca.

Basta tagliare delle fettine abbastanza sottili e poi disporle sulla nostra piastra (o griglia) per 10 minuti ricordando di girarle a metà cottura.

Potete condire con un'emulsione di olio, aceto, sale e uno spicchio di aglio tritato.

Seguici su Google News Non perderti nemmeno un'articolo Seguici su Google News

Salva la Ricetta Salva nel Ricettario