Crostata di prugne

La crostata di prugne è un dolce rustico e goloso, una torta genuina da gustare nella bella stagione.

Si prepara con una base di pasta frolla cotta singolarmente alla cieca e poi farcita, una volta raffreddata, con confettura di prugne e prugne fresche a fettine disposte a raggiera sulla superficie.

Perfetta per la colazione, la merenda o per un fine pasto goloso, può essere realizzata anche cuocendo qualche ora prima la base per poi farcirla poco prima di servirla.

Abbiamo decorato la torta anche con mandorle a lamelle, ma potete omettere oppure sostituirle con granella di mandorle o noci.

Prepariamo insieme questa bontà!

Categoria: Crostate

4,7/5 Vota
Su un totale di voti: 18
  Photo credits:
Tempo 60 min
Difficoltà Facile
Porzioni 8
Costo Basso

Ingredienti per una tortiera da 22 cm

PER LA FROLLA PER LA FROLLA
farina 00 250 g di farina 00
tuorlo un uovo e un tuorlo
zucchero 100 g di zucchero semolato
burro 100 g di burro
1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia. 1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia.
limone la scorza grattugiata di 1/2 limone (o 1 lime)
lievito 1 pizzico di lievito per dolci
sale 1 pizzico di sale
PER LA FARCITURA PER LA FARCITURA
confettura 200 g di confettura di prugne
prugna 4-5 prugne rosse mature
mandorle q.b. mandorle a lamelle (facoltativo)

Preparazione

Come fare la crostata di prugne

Crostata di prugne - P1
Crostata di prugne - P2

Preparate la pasta frolla: distribuite la farina a fontana sul piano di lavoro, aggiungete lo zucchero, il lievito, il sale, la vaniglia, la scorza grattugiata, le uova e il burro tagliato a cubetti. [1]
Noi abbiamo optato per la scorza di lime, ma potete utilizzare quella di mezzo limone.
Impastate con la punta delle dita per amalgamare tutti gli ingredienti fino a ottenere una massa omogenea. [2]

Crostata di prugne - P3
Crostata di prugne - P4

Formate un panetto liscio, avvolgetelo con pellicola e fate riposare per 30 minuti in frigo. [3]
Riprendete la pasta frolla, stendetela su un piano infarinato dando uno spessore di circa mezzo cm. Foderate una teglia di 22 cm, eliminando dai bordi la pasta in eccesso e bucherellando il fondo con una forchetta. [4]

Crostata di prugne - P5
Crostata di prugne - P6

Ricoprite con un foglio di carta da forno e distribuite su di esso gli appositi pesetti o dei legumi secchi per la cottura alla cieca. [5]
Infornate la base della crostata a 180 gradi per circa 15 minuti, eliminate la carta e i pesetti e proseguite la cottura per altri 10 minuti. [6]

Crostata di prugne - P7
Crostata di prugne - P8

Sfornate la base e lasciatela raffreddare completamente. [7]
Farcite con la confettura di prugne [8]

Crostata di prugne - P9
Crostata di prugne - P10

distribuendola in modo uniforme. [9]
Lavate e asciugate le prugne, tagliatele a fettine sottili. [10]

Crostata di prugne - P11
Crostata di prugne - P12

Disponete le fettine di prugne a raggiera sovrapponendole leggermente. [11]
Completate la decorazione con le mandorle a lamelle e servite la vostra deliziosa crostata di prugne. [12]

Seguici su Facebook Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Facebook

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 18, Media voti: 4.7

    Torna alla Ricetta

    Consigli e Varianti

    La crostata alle prugne si conserva per qualche ora a temperatura ambiente, in frigo per 2-3 giorni in un contenitore ermetico.
    Si sconsiglia la congelazione della torta ma se volete potete preparare la pasta frolla con anticipo e congelarla.

    E’ consigliabile far raffreddare perfettamente la base di pasta frolla prima di farcirla con la confettura e la frutta fresca. La cottura alla cieca della base consentirà infatti di renderla croccante e fragrante, perfetta per accogliere la cremosità e la freschezza della frutta.

    Potete realizzare una pasta frolla un po’ più rustica sostituendo 100 g di farina 00 con la stessa quantità di farina di mandorle o integrale.

    Se preferite, potete ripassare in padella per pochi istanti le fettine di prugne con un cucchiaio di zucchero di canna prima di distribuirle sulla confettura.

    Per quale occasione

    Ottima per una colazione nutriente o una merenda genuina.

    La video ricetta del giorno

    Hai provato la ricetta?

    Hai dubbi o domande?

    Accedi per commentare

    Potrebbero interessarti anche