Pane senza glutine

5,0/5 Vota
Su un totale di voti: 8
Come si prepara, quali sono gli ingredienti e come si presenta a tavola.
Pane senza glutine
  Photo credits:
Tempo 30 min
Difficoltà Facile
Porzioni 2
Costo Basso

Presentazione

Il pane senza glutine fatto in casa (e senza impasto) è perfetto per la colazione, da gustare con marmellata o Nutella, accompagnato da una tazza di latte o caffè.

La particolarità di questa ricetta è una: non c'è bisogno di impastare a mano nè di utilizzare un'impastatrice!

Tutti gli ingredienti, infatti, vengono uniti in una terrina e lavorati con un cucchiaio di legno per qualche minuto.
L'impasto viene poi lasciato riposare e lievitare, fino al momento della cottura.

Questa tecnica si chiama no-knead ed è stata inventata da Jim Lahey: insomma un metodo davvero rivoluzionario che ci permette di avere un pane croccante fuori e morbido dentro. Il nostro pane, inoltre, è stato cotto in forno all'interno di una pentola di acciaio.
Chi ne fosse sprovvisto può usare la classica placca da forno.

Farlo senza glutine non è per niente difficile: in base alla marca di farina utilizzata, il risultato cambierà sicuramente. Per questo motivo noi consigliamo di utilizzare quella scritta nei nostri ingredienti, in modo da essere sicuri del risultato.

Le farine senza glutine infatti assorbono molta più acqua rispetto a quelle normali: ogni marca, inoltre, ha una particolare composizione, che la rende più o meno adatta a preparare dei lievitati. 

Con le nostre dosi otterremo un pane di circa 700 g. È ovviamente possibile dividere l'impasto in più panini.

Categoria: Pane

farina 400 g di farina Mix It Schär Universale
acqua 300 ml di acqua a temperatura ambiente
lievito di birra 4 g di lievito di birra fresco (o 1.5 g di lievito di birra secco)
sale 1/2 cucchiaino di sale
zucchero 1/2 cucchiaino di zucchero

Preparazione

Come fare il Pane senza glutine

Per preparare il pane senza glutine iniziamo facendo sciogliere il lievito nell'acqua in una terrina abbastanza grossa (dovrà contenere tutto l'impasto). Aggiungiamo quindi lo zucchero per attivare il lievito.

A questo punto aggiungiamo la farina a più riprese e pian piano, mescolando continuamente con un cucchiaio di legno, in modo che si amalgami bene. Aggiungiamo ora il sale e mescoliamo ancora.

L'impasto che ne ricaviamo sarà cremoso, simile ad un gelato. 

Copriamo la terrina con la pellicola trasparente e lasciamo lievitare da 12 a 18 ore. Inizierà a crescere e a riempirsi di "bollicine". 

Trascorso il tempo di lievitazione, infariniamo un piano di lavoro e rovesciamo delicatamente l'impasto.
È il momento di fare le pieghe di rinforzo: prendiamo un lembo e ripieghiamolio all'interno. Procediamo così per tutti i lembi dell'impasto.

Posizioniamo ora in una terrina un canovaccio ben infarinato, per evitare che l'impasto si attacchi.
Prendiamolo con le mani e trasferiamolo sul canovaccio in modo che le pieghe appena fatte rimangano sotto. 

Copriamo con il canovaccio e lasciamo lievitare ancora per circa due ore.

Accendiamo il forno a 230° e inseriamovi una pentola in acciaio con coperchio (devono essere entrambi adatti alla cottura in forno e senza manici in plastica) e lasciamo riscaldare per circa 30 minuti.

È arrivato il momento di trasferire l'impasto nella pentola: aiutandoci con le presine e facendo attenzione a non scottarci, preleviamo la pentola dal forno e vi ribaltiamo all'interno l'impasto.
Le pieghe che avevamo fatto ora saranno di nuovo nella parte alta del pane. 

Rimettiamo in forno la pentola con il pane, chiudiamo con il coperchio e cuociamo per circa 30 minuti.
Poi abbassiamo la temperatura a 210° e cuociamo ancora per 20 minuti circa fino a quando la superficie si sarà dorata.

Prima di tagliarlo lasciamo raffreddare completamente.

Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Google News

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 8, Media voti: 5

    Vai alla Ricetta

    Consigli

    Noi abbiamo utilizzato la farina Schär ottenendo un risultato davvero soddisfacente. Consigliamo di utilizzare una farina fine, anche la Caputo è perfetta. Qualora si scegliesse una farina diversa, potrebbe presentarsi il problema di dover aggiungere più acqua all'impasto. Le farine senza glutine infatti non sono tutte uguali: alcune tipologie tendono ad assorbire molta più acqua rispetto alle altre.

    I tempi di lievitazione possono variare in base alle proprio esigenze: l'importante però è rispettare almeno le 12 ore.

    Chi non possedesse una pentola da mettere in forno, può far cuocere il pane su una leccarda, coperta di carta da forno. 

    Il pane senza glutine può essere congelato e lasciato poi scongelare a temperatura ambiente all'occorrenza.

    Hai provato la ricetta o hai domande?

    Potrebbero interessarti anche