Omelette e frittata: ecco le differenze

La frittata non è l'omelette francese, le due ricette hanno molte differenze sia nella preparazione che nella farcitura e nella cottura. Vediamole insieme.

Quanto sono buone le uova!
Proteiche e gustose, versatili e di facile preparazione, ottime a colazione, a pranzo, a cena, sono capaci di deliziare i palati di tutti con ricette semplici, talora quasi salvifiche.

Tra le preparazioni più usuali un posto speciale spetta all'omelette e alla frittata.

Spesso si tende a credere che la frittata sia la traduzione del francese dell'omelette, ma in realtà, nonostante siano molto simili, la preparazione e la cottura sono diverse tra loro.

Come si prepara l'omelette?

L'omelette si prepara solo con l'uovo e gli altri ingredienti vengono aggiunti alla fine della cottura, come farcitura.
Questa infatti viene ripiegarla su se stessa da un lato una volta cotta.
La cottura non deve mai essere completa, ma le uova devono rimanere leggermente rapprese, cioè decisamente morbide e umide.

Un accorgimento importante è dato dal tipo di cottura che avviene nel burro.
Per un risultato più cremoso si può aggiungere alle uova un pò di latte o di panna, inoltre gli chef consigliano di mangiare subito l'omelette per evitare che si secchi.

Omelette e frittata: ecco le differenze

La particolarità dell'omelette è che deve essere servita in porzioni singole.
La farcitura più indicata per l'omelette è solitamente il formaggio, ma si possono aggiungere anche altri ingredienti a piacere, come il prosciutto cotto o altri salumi.
E' molto morbida e facilmente digeribile, grazie all'inserimento degli ingredienti in un secondo momento.

Come si prepara la frittata?

Nella preparazione della frittata è previsto che gli ingredienti vengono amalgamati insieme all'uovo e la cottura su entrambi i lati in maniera omogenea per evitare che non rimanga nessun residuo di liquido.
La si può cucinare sia in padella che in forno con l'olio, i più esperti e fantasiosi possono anche effettuare entrambe le cotture, prima in padella e successivamente in forno.

Omelette e frittata: ecco le differenze

Il segreto per preparare una buona frittata, sta nello sbattimento delle uova: se nell'omelette devono essere sbattute molto e incorporare aria per diventare morbide e spumose, per la frittata vanno sbattute poco e non devono essere perfettamente uniformi.
Basta mescolarle un pò con la forchetta per unire tuorli e albumi senza renderle omogenee.
La frittata ha un'aspetto molto asciutto e fermo.

Una caratteristica importante della frittata è la mescolanza degli ingredienti perfettamente legati tra di loro.
Uova, sale, pepe e farcitura a piacere; la frittata classica richiede pochi piccoli passaggi e può essere consumata sia calda che fredda, mentre l'omelette si gusta preferibilmente calda perchè il calore deve fondere la farcitura (spesso formaggio).

A cottura ultimata la frittata viene divisa tra i commensali in parti uguali, mentre l'omelette è una monoporzione.
La frittata solitamente ha la forma rotonda ed è ottima con qualsiasi ingrediente, con le erbette come il timo, con le verdure più gustose come i carciofi, le zucchine, gli asparagi, gli spinaci, le patate, ma perchè non provarla anche con gli avanzi di pasta e riso.

 

Seguici su Google News Non perderti nemmeno un'articolo Seguici su Google News

Salva la Ricetta Salva nel Ricettario