Capesante gratinate con gamberoni al Vermut

4,3/5 Vota
Su un totale di voti: 8
Come si prepara, quali sono gli ingredienti e come si presenta a tavola.
Capesante gratinate con gamberoni al Vermut
Photo credits:
Tempo 30 min
Difficoltà Facile
Porzioni 4
Costo Medio

Presentazione

Ancora indecisi sul menù di Natale o di San Silvestro
Vi proponiamo un antipasto da chef stellato: le capesante gratinate con gamberoni al vermut

La loro preparazione richiederà pochissimo tempo e così potrete dedicarvi agli altri piatti e ad apparecchiare la tavola per sorprendere i vostri ospiti. 
Le nostre dosi sono per 4 persone; prediligete ingredienti freschi e il successo sarà assicurato!

Non perdetevi tutte le altre ricette di Capodanno e di Natale.

Categoria: Antipasti

pangrattato 120 g di pangrattato
sale e pepe q.b. sale e pepe
prezzemolo q.b. prezzemolo tritato
olio 20 ml di olio extra vergine di oliva
20 ml di Vermut o Sambuca 20 ml di Vermut o Sambuca
gamberone 4 gamberoni
capesante 4 capesante con guscio già pulite

Video Ricetta

Passo Passo

Preparazione

Come preparare le Capesante gratinate con gamberoni al Vermut

1
2

Cominciamo con la preparazione della panure. In una contenitore uniamo il pangrattato, il sale, il pepe, il prezzemolo, l'olio, il Vermut [1] e mescoliamo per bene con le mani [2].

3
4

Puliamo i gamberoni [3] eliminando eventuale testa, coda, il carapace e il filo intestinale incidendo il dorso con un coltello [4]. Fate attenzione a lasciare il gamberone integro.

5
6

Ricopriamo una teglia con della carta forno, appoggiamo le capesante con tutta la conchiglia, adagiamo all'interno anche i gamberoni [5] e ricopriamo con la panure preparata e un filo di olio [6].

7

Cuociamo in forno a 180° per 8 circa 8 minuti. Servire calde [7]. 

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 8, Media voti: 4.3

    Vai alla Ricetta

    Hai provato la ricetta o hai domande?

    Potrebbero interessarti anche

    Commenti degli utenti

    Marilia Montagnani
    lunedì 31 dicembre 2018

    Non ho ancora provato la ricetta ma la proverò sicuramente perché l'idea mi sembra ottima

    Rispondi