Vinaigrette

La vinaigrette è un'emulsione ottenuta miscelando olio extravergine di oliva e aceto di vino bianco. Ideale per condire insalate o piatti di carne o di pesce.
4,5/5 Vota
Su un totale di voti: 2
  Photo credits:

Presentazione

Tempo 10 min
Difficoltà Facile
Porzioni 4
Costo Basso

La vinaigrette (dal francese "vinaigre", aceto) è un condimento aromatico perfetto per condire insalate o piatti di pesce e di carne: un'emulsione ottenuta miscelando olio extravergine di oliva e aceto di vino bianco. 

Ideale per esaltare il sapore di piatti come pesce spada o pollo, può essere preparata dosando di volta in volta la quantità di aceto in base ai gusti. Se desiderate un gusto più acidulo, andrà aumentata l'aceto, o eventualmente sostituito con aceto balsamico o di vino rosso.

L'ideale è provare diversi abbinamenti e dosi, fino a trovare la giusta proporzione: è possibile poi aggiungere anche delle erbe aromatiche, come prezzemolo o erba cipollina.

Vediamo insieme come preparare la vinaigrette!

Scopri anche la ricetta della citronette, a base di olio e succo di limone.

Categoria: Sughi e Condimenti

vino bianco 20 ml di aceto di vino bianco
olio 100 ml di olio extravergine di oliva
sale e pepe q.b. sale e pepe

Preparazione

Come fare la Vinaigrette

In una ciotola, iniziamo a sciogliere il sale nell'aceto, mescolando con una frusta a mano.

Aggiungiamo poi il pepe e l'olio, sbattendoli semprei con una frusta a mano o con le fruste elettriche, fino a quando non risultano bene emulsionati ed omogenei.

L'olio, infatti, dovrà essere completamente emulsionato all'aceto.

La vinaigrette è pronta per essere utilizzata.

Seguici su Facebook Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Facebook

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 2, Media voti: 4.5

    Torna alla Ricetta

    Consigli e Varianti

    Il gusto si caratterizza dalla quantità di aceto o limone utilizzato, quindi è importante non esagerare con le dosi.

    Ovviamente, a seconda degli ingredienti aggiunti, la vinaigrette cambierà il sapore: ad essa possiamo aggiungere del prezzemolo tritato, dell'erba cipollina o altre erbe aromatiche ma anche della senape.

    Tra le varianti vi è anche quella di utilizzare il succo di arancia al posto dell'aceto o del limone.
    La vinaigrette si conserva in frigorifero in un vasetto di vetro e va consumata entro due giorni.

    Per quale occasione

    La vinaigrette è perfetta per condire insalate o piatti di carne e pesce.

    La video ricetta del giorno