Torta salata agli spinaci e speck

4/5 Vota
Su un totale di voti: 2
Come si prepara, quali sono gli ingredienti e come si presenta a tavola.
Torta salata agli spinaci e speck
Photo credits:
Tempo 40 min
Difficoltà Facile
Porzioni 4
Costo Basso

Presentazione

La torta salata agli spinaci e speck è una pietanza sfiziosa e ricca di gusto, ottima da preparare in tutte le occasioni e gustare in compagnia di parenti e amici.
Resa incredibilmente invitante dal ripieno cremoso di ricotta che con il suo sapore delicato equilibra il gusto più deciso dello speck, questa torta salata è una prelibatezza alla quale è impossibile resistere.
La ricetta è semplicissima da preparare e necessita di poco tempo: tutto ciò che occorre fare è saltare in padella gli spinaci e farcire la pasta sfoglia già pronta. Noi abbiamo utilizzato per comodità un rotolo già pronto ma chi ha tempo a disposizione può preparare la sfoglia in casa e il risultato sarà sicuramente più genuino.

Una volta sfornata possiamo decidere se portarla in tavola ancora calda e fragrante, oppure lasciarla raffreddare e servirla come aperitivo. Qualunque sia la decisione finale, una cosa è certa: la torta salata agli spinaci e speck riuscirà a conquistare anche i palati più esigenti.
Scopriamo insieme come prepararla in casa!

Categoria: Torte salate

pasta sfoglia 1 rotolo di pasta sfoglia
uovo 1 uovo
cipolla 1 cipolla
ricotta 150 g di ricotta vaccina
speck 150 g di speck
spinaci 150 g di spinaci (freschi o surgelati)
parmigiano 50 g parmigiano grattugiato
olio q.b. olio extravergine d'oliva
sale e pepe q.b. sale e pepe

Preparazione

Come fare la Torta salata agli spinaci e speck

Per preparare la torta salata agli spinaci e speck, dobbiamo innanzitutto cuocere alla cieca la pasta sfoglia, in modo tale che possa rimanere croccante nonostante il ripieno piuttosto umido. Per fare questo, foderiamo uno stampo rotondo con un foglio di carta da forno e posizioniamo al di sopra di essa il rotolo di pasta sfoglia.
Facciamo aderire la pasta sfoglia ai bordi, bucherelliamo il fondo con i rebbi di una forchetta e posizioniamo sulla superficie un secondo foglio di carta da forno. Ricopriamo la pasta sfoglia con dei ceci secchi o con le appisite sferette e inforniamola per circa 10 minuti, nel forno preriscaldato a 180°.

Nel frattempo, laviamo accuratamente gli spinaci e stufiamoli in padella per una decina di minuti, finché non risultano abbastanza morbidi. 

A questo punto, tritiamo finemente una cipolla e soffriggiamola in padella con un filo d'olio extravergine d'oliva. Non appena risulta dorata, aggiungiamo lo speck e lasciamolo rosolare per alcuni minuti. A fuoco spento, aggiungiamo gli spinaci stufati, la ricotta fresca e il parmigiano grattugiato.
Mescoliamo gli ingredienti fino a ottenere un composto omogeneo lasciamolo raffreddare.

Uniamo un uovo sbattuto al ripieno e versiamo il tutto all'interno dello stampo rivestito con la pasta sfoglia. Livelliamo il composto con un cucchiaio e inforniamo nuovamente a 180° per circa 25 minuti.

Non appena la torta salata agli spinaci e speck risulta dorata, possiamo sfornarla e servirla.

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto!
    Totale Voti: 2, Media voti: 4
    Hai provato la ricetta o hai domande?

    Consigli

    La torta salata agli spinaci e speck è ideale da gustare sia appena sfornata, sia lasciata raffreddare. Se non la consumiamo subito, possiamo ricoprirla con un foglio di pellicola trasparente e conservarla in frigorifero per un massimo di 2 giorni.

    Per quale occasione

    La torta salata agli spinaci e speck è una ricetta rustica e stuzzicante, ottima da servire ai propri ospiti in ogni occasione, dalla cena al pic-nic. Può essere gustata come piatto unico, possibilmente appena sfornata, oppure come snack da aperitivo. In tal caso, è ottima anche fredda e suddivisa in piccoli tranci da accompagnare con un vino bianco leggero.

    Commenti degli utenti

    Valentino Sartini
    giovedì 11 ottobre 2018

    Si può fare anche con la pasta brisee

    Rispondi
    Ricetta.it
    ha scritto: giovedì 11 ottobre 2018

    Certamente!

    Rispondi