Spezzatino di cinghiale

Lo spezzatino di cinghiale è un secondo piatto di gusto ottimo da preparare in autunno o in inverno. Insuperabile se accompagnato da polenta.
4,3/5 Vota
Su un totale di voti: 231
  Photo credits:

Presentazione

Tempo 120 min
Difficoltà Facile
Porzioni 4
Costo Medio

Lo spezzatino di cinghiale è un secondo piatto rustico e molto saporito, preparato con cubetti di polpa di cinghiale marinati e cotti nel vino rosso.

Un piatto sostanzioso e adatto agli amanti di questa carne selvatica dal colore scuro e dalla consistenza soda, con un sapore dominante e selvaggio.

La marinatura della carne di cinghiale viene preparate la sera prima con carote, sedano, cipolle, bacche di ginepro, alloro e prezzemolo; il giorno successivo la carne viene cotta lentamente e a lungo nel vino rosso.
Il risultato è uno spezzatino di cinghiale tenero e gustoso, da accompagnare con fette di pane casereccio o la classica polenta, durante le giornate invernali più fredde.

Categoria: Carne

500 g di polpa di cinghiale 500 g di polpa di cinghiale
sedano 1 costa di sedano
carota 1 carota
cipolla 1/2 cipolla
salvia 2-3 foglie di salvia
olio q.b. olio extra vergine d'oliva
vino rosso 500 ml di vino rosso
sale e pepe q.b. sale e pepe
PER LA MARINATURA PER LA MARINATURA
sedano 1 costa di sedano
carota 1 carota
cipolla 1/2 cipolla
alloro 1 foglia di alloro
prezzemolo 1 mazzetto di prezzemolo
bacche di ginepro 5-6 bacche di ginepro
vino rosso q.b. vino rosso

Preparazione

Come fare lo Spezzatino di cinghiale

Prima di procedere alla cottura del cinghiale, c'è un passaggio obbligatorio chiamato marinatura.
Più la carne viene marinata, ovvero lasciata in ammollo dentro una bacinella con vino rosso, cipolla, carota, sedano ed erbe aromatiche, più verrà annullato il sapore forte di selvatico tipico di questa carne.

Spezzatino di cinghiale - Passaggio 1
Spezzatino di cinghiale - Passaggio 2

Tagliate la polpa di cinghiale a cubotti di circa 2-3 cm di lato e trasferiteli in una terrina molto capiente. [1]
Aggiungete le verdure tagliate in pezzi grossi, l’alloro, le bacche, il prezzemolo. [2]

Spezzatino di cinghiale - Passaggio 3
Spezzatino di cinghiale - Passaggio 4

Versate il vino rosso [3] fino a ricoprire completamente la carne.
Coprite con pellicola e fate riposare la carne in frigo per tutta la notte o per 12 ore almeno. [4]

Spezzatino di cinghiale - Passaggio 5
Spezzatino di cinghiale - Passaggio 6

Trascorso il tempo necessario, riprendete la carne dal frigo ed eliminate la pellicola [5].
Scolate il vino della marinatura ed eliminate anche le verdure e gli aromi. [6] Sciacquate la carne e tamponatela bene con carta da cucina.

Spezzatino di cinghiale - Passaggio 7
Spezzatino di cinghiale - Passaggio 8

Preparate il soffritto: tritate finemente carote, sedano e cipolla e versateli in una casseruola con un filo d’olio [7]. Aggiungete anche le foglie di salvia. Fate appassire dolcemente il tutto per qualche minuto.
Aggiungete quindi la carne di cinghiale. [8]

Spezzatino di cinghiale - Passaggio 9
Spezzatino di cinghiale - Passaggio 10

Fatela rosolare bene a fuoco vivo per qualche minuto. [9]
La carne dovrà essere dorata e i succhi sigillati. [10]

Spezzatino di cinghiale - Passaggio 11
Spezzatino di cinghiale - Passaggio 12

Versate il vino rosso, regolate di sale e pepe e portate a bollore con il coperchio. [11]
Cuocete lo spezzatino di cinghiale per circa 2 ore, lentamente e con il coperchio. Aggiungete un mestolo di acqua calda di tanto in tanto se il liquido di cottura dovesse asciugarsi troppo. [12]
Servite ben caldo.

Seguici su Facebook Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Facebook

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 231, Media voti: 4.3

    Torna alla Ricetta

    Consigli e Varianti

    Lo spezzatino di cinghiale si conserva in frigorifero, in una casseruola o in un contenitore di vetro, per 2-3 giorni al massimo.
    Si può congelare in vaschette monoporzione per un mese e solo se avete utilizzato carne fresca.

    E’ consigliabile far marinare la carne nel vino e negli odori per almeno una notte, affinché risulti tenera, aromatica e dal sapore meno forte e selvatico.
    Tagliate i pezzi di carne della stessa dimensione affinché la cottura sia uniforme.

    E’ consigliabile non utilizzare, per la cottura, il vino della marinatura che, dopo tante ore, sarà torbido e troppo carico di sapore.

    Lo spezzatino di cinghiale può essere realizzato in molte versioni diverse. Può essere preparato in una versione rossa, con passata di pomodoro, o in bianco con vino rosso o bianco.
    La marinatura può essere arricchita da erbe aromatiche, verdure e spezie a seconda dei gusti e della disponibilità.

     

    Quando abbiamo a che fare col cinghiale dobbiamo valutarne l'età, poiché cambia la consistenza della carne e di conseguenza uso e ricette.

    Il cinghialetto è un animale entro i sei mesi di vita, carne tenera giovane ideale per costolette, carrè cosciotti da grigliare o arrostire.
    Il cinghiale giovane è l'esemplare entro l'anno di vita. La carne è ancora abbastanza tenera con un sapore più marcato rispetto al cinghialetto, carrè e costolette sono adatte alla griglia o al forno, mentre gli altri tagli sono più indicati per cotture lunghe.
    Il cinghiale maturo: entro i due anni, dopo i quali diventa adulto. La carne è asciutta, dura, pertanto è sempre preferibile una cottura lunga o trattamenti di lardellatura.

    Per quale occasione

    Un piatto sostanzioso da gustare per una cena o un pranzo in compagnia nelle stagioni più fredde.

    Vino da abbinare

    Gustate lo spezzatino di cinghiale con un bel vino rosso corposo, ad esempio Nebbiolo, Barberesco, Chianti classico o Nobile di Montepulciano.

    La video ricetta del giorno

    Potrebbero interessarti anche