Pasta con le sarde

La pasta con le sarde è una prelibatezza unica simbolo riconosciuto dei sapori e dei profumi meravigliosi della Sicilia.
Un vero piatto mari e monti in cui il gusto rustico del pesce azzurro, le sarde, è in perfetta armonia con l’aroma intenso del finocchietto selvatico.

L’origine del piatto è incerta, ma una leggenda narra che gli arabi invasori furono costretti a sfamarsi con quel che il territorio offriva, sarde e finocchietto, a cui aggiunsero quel che portavano con sé: pinoli, uvetta e zafferano.

Viene preparato soprattutto tra marzo e settembre, il periodo migliore per reperire le sarde ed è possibile raccogliere il finocchietto che nasce spontaneo nei campi.

La preparazione del piatto è abbastanza semplice, la parte più lunga ed impegnativa potrebbe essere la pulizia delle sarde che vanno accuratamente deliscate. Se avete poco tempo, potete rivolgervi al vostro pescivendolo di fiducia, da cui potrete acquistarle già pulite.

Di questo piatto esistono diverse versioni, una per ogni angolo di Sicilia! Chi la fa rossa, mettendo l’ estratto di pomodoro, chi bianca, profumandola con lo zafferano. In alcune versioni troviamo l’aggiunta croccante del pane atturrato (tostato) che rende il piatto ancora più gustoso e irresistibile.
Noi abbiamo scelto la versione bianca con lo zafferano e non abbiamo resistito alla nota saporita del pane croccante!

Preparala con noi!

Categoria: Primi di pesce

4,6/5 Vota
Su un totale di voti: 67
  Photo credits:
Tempo 30 min
Difficoltà Facile
Porzioni 6
Costo Medio

Ingredienti per 4-6 persone

spaghettoni 500 g di bucatini (o spaghettoni)
sarde 400 g di sarde freschissime
finocchio 200 g di finocchietto selvatico
acciughe 6 acciughe sott’olio
cipollotto 1 cipollotto
aglio 1 aglio
pinoli 25 g di pinoli
uvetta 25 g di uvetta passa
zafferano 0.5 g di zafferano in pistilli
olio q.b. olio extra vergine di oliva
sale e pepe q.b. sale e pepe
PER LA MOLLICA CROCCANTE PER LA MOLLICA CROCCANTE
pangrattato 120 g di pangrattato
passata di pomodoro 30 g di passata di pomodoro
prezzemolo 1 ciuffetto di prezzemolo
olio 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva
aglio 1 spicchio d'aglio privato dell’anima
sale q.b. sale
peperoncino q.b. peperoncino secco

Preparazione

Come fare la Pasta con le sarde

Pasta con le sarde - p1
Pasta con le sarde - p2

Per preparare la pasta con le sarde, iniziamo con la pulizia delle sarde: apriamole a libro, togliendo la testa e la lisca con la coda e passiamole velocemente in una ciotola con acqua e ghiaccio. [1]
Poi tagliamo le sarde in tre parti [2]

Pasta con le sarde - p3
Pasta con le sarde - p4

Mondiamo il finocchietto, ricavando solo la parte più tenera [3]; laviamolo e lessiamolo in 4 l di acqua bollente salata per circa 10 minuti (anche di più se non è tenerissimo)
Scoliamolo conservando l’acqua nella pentola, e tritiamolo [4]

Pasta con le sarde - p5
Pasta con le sarde - p6

Prepariamo l’acqua allo zafferano. [5] Tostiamo lo zafferano per un paio di minuti, quindi sfumiamo con un bicchiere di acqua e portiamo a bollore. 
Quindi lasciamo riposare per 15 minuti. [6]

Pasta con le sarde - p7
Pasta con le sarde - p8

Ora prepariamo il pane croccante. In un mixer frulliamo l’olio con il pomodoro, il prezzemolo, l’aglio, un pizzico di sale e una macinata di pepe. [7]
Aggiungiamo il composto ottenuto al pangrattato e amalgamiamo bene con un cucchiaio. Tostiamo il pangrattato in una padella antiaderente [8] fin quando sarà asciutto e croccante, se necessario aggiustate di sale e mettete da parte. 

Pasta con le sarde - p9
Pasta con le sarde - p10

Passiamo al condimento: mondiamo e tritiamo i cipollotti, poi facciamo soffriggere in un ampio tegame con l’olio, l’aglio, le acciughe. [9]
Quando le acciughe iniziano a sfaldarsi aggiungiamo il peperoncino, l’uva passa, i pinoli, l’acqua allo zafferano, il finocchietto tritato. [10]

Pasta con le sarde - p11
Pasta con le sarde - p12

Mescoliamo bene, facciamo cuocere qualche minuto ed infine aggiungiamo le sarde. [11]
Se necessario, aggiungiamo altra acqua perché le sarde devono risultare coperte. Cuociamo per 10 minuti a fuoco delicato. [12]

Pasta con le sarde - p13
Pasta con le sarde - p14

Nel frattempo cuociamo anche i bucatini nell’acqua di cottura del finocchietto (se non è abbastanza allungatela con altra acqua) e scoliamoli al dente nel tegame con il condimento, aggiungiamo un filo d’olio e saltiamo la pasta per un minuto. [13]
Completiamo con il piatto con il pane croccante e portiamo subito a tavola! [14]

Seguici su Facebook Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Facebook

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 67, Media voti: 4.6

    Torna alla Ricetta

    Consigli e Varianti

    La pasta con le sarde va conservata in frigorifero per un massimo di due giorni. E’ ottima sia fredda che ripassata in padella o scaldata in forno.
    Si sconsiglia la congelazione.

    Per questo piatto è preferibile un formato di pasta lungo, in particolare bucatini o spaghettoni.

    Esistono diverse versioni: oltre la pasta con le sarde “bianca” (con lo zafferano) che ti presentiamo noi, c’è la pasta con le sarde “rossa” (con l’aggiunta di un cucchiaio di estratto di pomodoro) e poi la versione della pasta con le sarde al forno detta anche “‘ncasciata” che viene messa in una teglia e ripassata in forno.

    Al posto del finocchietto, in particolare quando non si vuole rinunciare a questa ricetta in inverno, si può utilizzare del finocchio tritato finemente.

    Vino da abbinare

    La pasta con le sarde è una preparazione che si abbina molto bene con vini siciliani bianchi come il Monreale Bianco oppure il Mamertino di Milazzo, oppure un fresco Vermentino di Sardegna.

    Curiosità

    Si narra che il piatto sia nato quasi per caso: gli arabi invasori furono costretti a sfamarsi con quel che il territorio offriva, sarde e finocchietto, a cui aggiunsero quel che portavano con sé, ovvero pinoli, uvetta e zafferano.

    La video ricetta del giorno

    Hai provato la ricetta?

    Hai dubbi o domande?

    Accedi per commentare

    Potrebbero interessarti anche

    Commenti degli utenti (2)


    Flavia Zagaria
    venerdì 30 luglio 2021

    L' uvetta è necessaria per la ricetta o posso sostituirla con qualcos' altro?

    Rispondi

    Ricetta.it
    ha scritto: sabato 31 luglio 2021

    Puoi ometterla

    Rispondi