Cheesecake giapponese

5/5 Vota
Su un totale di voti: 1
Come si prepara, quali sono gli ingredienti e come si presenta a tavola.
Cheesecake giapponese
Photo credits:
Tempo 240 min
Difficoltà Facile
Porzioni 6
Costo Basso

Presentazione

La cheesecake giapponese è un delizioso dolce molto soffice e delicatamente profumato.
Conosciuta anche come Japanese Cotton Cheesecake per la sua morbidezza, è una torta a base di formaggio fresco spalmabile che riuscirà a conquistare grandi e piccoli a prima vista.

Diversamente da altre cheesecake la cottura, abbastanza lunga avviene in forno ma a bagnomaria.
Il suo aspetto raffinato la rende perfetta da servire nelle grandi occasioni come dessert a fine pasto, ma nulla vieta di assaporarla a colazione o a merenda, specialmente in estate!

Questo dolce goloso rinfresca il palato e si può guarnire con lo zucchero a velo, per una versione classica, o con del cacao, per una variante ancor più irresistibile!

Curiosi di scoprire la ricetta? Vediamo insieme, passo passo, come fare la cheesecake giapponese!

Categoria: Cheesecake

Formaggio spalmabile 250 g di formaggio spalmabile (tipo Philadelphia)
zucchero a velo 125 g di zucchero a velo + q.b.
latte 100 ml di latte
farina 00 50 g di farina 00
amido di mais 50 g di amido di mais (maizena)
burro 50 g di burro
limone la scorza di 1 limone
uovo 5 uova
3 g cremor tartaro 3 g cremor tartaro

Preparazione

Come fare la Cheesecake giapponese

Per preparare la deliziosa cheesecake giapponese, dobbiamo innanzitutto scaldare in un pentolino il latte. Non appena risulta ben caldo, uniamo il burro e facciamolo sciogliere, dopodiché aggiungiamo anche il formaggio fresco spalmabile e mescoliamo fino a ottenere un composto perfettamente omogeneo.
Mettiamolo da parte e lasciamolo raffreddare a temperatura ambiente.

Intanto rompiamo le uova e separiamo scrupolosamente i tuorli dagli albumi, riponendoli in due ciotole differenti. Dobbiamo far attenzione a ottenere degli albumi perfettamente limpidi e senza tracce di tuorlo, in quanto qualsiasi impurità renderebbe difficoltoso montarli a neve. 

Procediamo a montare entrambi i composti. Gli albumi devono essere montati a neve, non necessariamente ferma, insieme al cremor tartaro e allo zucchero a velo. Il cremor tartaro aiuta a inglobare più aria e renderà la cheesecake giapponese incredibilmente soffice.

Montiamo anche i tuorli d'uovo, unendo il composto con il latte preparato precedentemente e lasciato raffreddare.
Aggiungiamo anche la farina setacciata, la maizena e la scorza grattugiata di un limone, preferibilmente biologico.

Uniamo all'impasto gli albumi montati a neve, aiutandoci con una spatola e procedendo con delicatezza. Mescoliamo il composto con dei movimenti circolari dall'alto verso il basso, in modo tale che gli albumi non si smontino.

Imburriamo uno stampo a cerniera dal diametro di 22 cm e versiamo al suo interno l'impasto. La cheesecake giapponese deve essere cotta a bagnomaria all'interno del forno statico preriscaldato a 160° per 70 minuti. Per farlo, inseriamo lo stampo all'interno di una teglia più grande che riempiamo di acqua calda per circa 2/3. 

Non appena è trascorso il tempo di cottura, spegniamo il forno, apriamo lo sportello e lasciamo raffreddare la cheesecake giapponese senza rimuoverla dallo stampo.
Quando è ben fredda, sformiamola in un piatto da portata e riponiamola in frigorifero per 2-3 ore, in modo tale che solidifichi e sia più semplice tagliarla.

Serviamo la cheesecake giapponese guarnita con una generosa spolverata di zucchero a velo.

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto!
    Totale Voti: 1, Media voti: 5
    Hai provato la ricetta o hai domande?

    Consigli

    La cheesecake giapponese è un dolce che può essere preparato con largo anticipo e che si conserva in frigorifero fino a un massimo di 4 giorni.

    Volendo, è possibile sostituire la scorza di limone con la scorza grattugiata di un'arancia.

    Per quale occasione

    Un delicato dessert da offrire a fine pasto o da assaporare per una fresca pausa golosa.

    Potrebbero interessarti anche