Zeppole di San Giuseppe con il Bimby

Le Zeppole di San Giuseppe con il Bimby sono dolcetti di pasta choux, farciti con crema e decorati con amarene. Si preparano il 19 marzo per la festa del papà.
4,3/5 Vota
Su un totale di voti: 12
  Photo credits:

Presentazione

Tempo 55 min
Difficoltà Media
Porzioni 4
Costo Basso

Le Zeppole di San Giuseppe con il Bimby sono una ricetta di origine Campana, preparate in occasione della Festa del Papà che si è diffusa in tutto il territorio nazionale con diverse varianti.

Il sapore di queste ciambelline di pasta choux, che possono essere servite anche con la crema pasticcera, è assolutamente straordinario.

Vediamo come prepararle al forno con l'aiuto del Bimby.

Categoria: Dolci con il Bimby

Per la crema pasticcera Per la crema pasticcera
latte 250 ml di latte intero
limone la buccia di mezzo limone non trattato (o 1/4 di bacca di vaniglia)
tuorlo 2 tuorli
zucchero 40 g di zucchero semolato
amido di mais 20 g di farina 00 (o amido di mais)
per le zeppole per le zeppole
acqua 250 g di acqua
sale 1 pizzico di sale
farina 150 g di farina tipo 00
burro 100 g di burro ammorbidito
uovo 4 uova
vanillina 1 bustina di vanillina
zucchero 1/2 cucchiaino di zucchero
amarene 50 g di amarene sciroppate

Preparazione

Come fare le Zeppole di San Giuseppe con il Bimby

Prepariamo la crema pasticcera.

Versare nel boccale del Bimby la buccia del limone a pezzwttini e lo zucchero. Tritare a velocità 10 per 20 secondi.
Aggiungere il latte, i tuorli, lo zucchero e la farina, impostare la temperatura a 80°, velocità 3 e lasciare cuocere per 8 minuti.

Trasferire la crema ottenuta in un contenitore e farla raffreddare coperta con della pellicola trasparente a contatto.

Lavare e asciugare il boccale e versarvi un pizzico di sale, l'acqua fredda, il burro tagliato a pezzi piccoli e lasciato ammorbidire a temperature ambiente per una decina di minuti.

Cuocere il tutto a cento gradi, per sei minuti a velocità uno.
A questo punto è possibile aggiungere la farina e lo zucchero, impastando gli ingredienti a velocità tre per qualche secondo.
Appena la farina risulta ben amalgamata al composto, cuociamo nuovamente a novanta gradi per cinque o sei minuti, a velocità tre.
Una volta spento il Bimby aspettiamo circa venti minuti, ricordandoci di lasciare il boccale aperto. Possiamo ora mescolare il tutto per dieci secondi a velocità tre, ancora senza coprire il foro del coperchio del Bimby.
Lasciamo riposare per circa un minuto e ripetiamo questa operazione per tre volte.

Nel momento in cui l'impasto avrà raggiunto una temperatura di circa trentasette gradi, aggiungiamo le uova, una per volta facendo assorbire completamente la precedente, mentre intanto impastiamo a velocità quattro.
Inserite tutte le uova, impastiamo per altri trenta secondi a velocità sei.
Aggiungiamo ora la vanillina ed impastiamo per tre minuti a velocità spiga.

Versiamo l'impasto così ottenuto in una sac à poche con la punta a forma di stella e formiamo dei cerchi sulla placca ricoperta di carta forno, ricordandoci di lasciare un bel po' di spazio tra una zeppola e l'altra per evitare che si attacchino crescendo durante la cottura.

Cuociamole in forno già caldo a 200° per 25 minuti, facendole raffreddare con il forno leggermente aperto.

Mettere la crema pasticcera in una tasca da pasticcere e decorare al centro ogni zeppola aggiungendo l'amarena sciroppata.

Seguici su Facebook Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Facebook

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 12, Media voti: 4.3

    Torna alla Ricetta

    Consigli e Varianti

    Per rendere ancora più gustosa la preparazione, consigliamo di disporre le zeppole in un piatto da portata e, con una sac à poche, farciamo la parte centrale con dell'ottima crema pasticciera fatta in casa, al centro della quale andremo a guarnire con una ciliegia candita o, meglio ancora, sotto spirito.
    Per concludere spolveriamo con abbondante zucchero a velo.

    Vino da abbinare

    La ricetta può essere abbinata con uno spumante dolce, anche se il consiglio, per valorizzare al meglio questo dolce di origine campana, è di servirlo con un ottimo Lambiccato Docg Castel San Giorgio, della provincia di Salerno.
    Questo ottimo bianco è l'ideale per accompagnare i dessert e si presenta dal colore giallo intenso, profumato ma allo stesso tempo corposo e assolutamente dolce.

    La video ricetta del giorno

    Potrebbero interessarti anche

    Commenti degli utenti (1)

    Anna Iacoviello
    giovedì 23 gennaio 2020

    La ricetta è bellissima e domani sicuramente la provo grazie per queste ricette

    Rispondi