Zeppole di San Giuseppe al forno

4,7/5 Vota
Su un totale di voti: 40
Come si prepara, quali sono gli ingredienti e come si presenta a tavola.
Zeppole di San Giuseppe al forno
  Photo credits:

Presentazione

Tempo 90 min
Difficoltà Media
Porzioni 6
Costo Basso

Le zeppole di San Giuseppe al forno, valida alternativa a quelle fritte, sono perfette per festeggiare la festa del papà e sono dolcetti di pasta choux ripieni di crema pasticcera e decorati con zucchero a velo e amarene sciroppate.

Le zeppole cotte al forno risultano più leggere e digeribili, ma allo stesso tempo morbide e gustose, perfette per una merenda in compagnia o per iniziare la giornata con gusto, in compagnia della famiglia. 

Generalmente le zeppole vengono farcite con una crema pasticcera classica, ma è possibile variare (e magari prepararne di diversi tipi), optando per una crema pasticcera al cioccolato. Sicuramente i bambini ne andranno matti!

Sofficini bocconcini da gustare accompagnati da un bel caffè o, perché no, da un bicchiere di spumante.

Prepariamo insieme le zeppole di San Giuseppe al forno!

Categoria: Dolci

PER LE ZEPPOLE PER LE ZEPPOLE
farina 00 120 g d farina 00
acqua 100 ml di acqua
latte 100 ml di latte
uovo 3 uova
burro 50 g di burro
zucchero 10 g di zucchero
limone scorza grattugiata di 1/2 limone
bicarbonato di sodio un pizzico di bicarbonato
PER LA CREMA PASTICCERA PER LA CREMA PASTICCERA
latte 500 ml di latte
zucchero 125 g di zucchero
tuorlo 3 tuorli
amido di mais 40 g di amido di mais
limone scorza grattugiata di 1/2 limone
PER DECORARE PER DECORARE
amarene q.b. amarene
zucchero a velo q.b. zucchero a velo

Preparazione

Come fare le Zeppole di San Giuseppe al forno

Prepariamo la crema pasticcera.

Dividiamo gli albumi dai tuorli.  

In un pentolino versiamo il latte, aggiungiamo la scorza di limone grattugiata e portiamo a ebollizione.

In una ciotola uniamo i tuorli d'uovo con lo zucchero e lavoriamo il tutto con una frusta a mano. Aggiungiamo l'amido di mais e mescoliamo.

 Versiamo questo composto nel latte e, a fiamma bassa, mescoliamo in modo che la crema non si attacchi sul fondo. Lasciamo addensare, servirano 2-3 minuti.

Trasferiamo la crema in una boule e copriamo con un foglio di pellicola trasparente, posizionandola a contatto con la superficie, per evitare che si formi la pellicina. Lasciamo raffreddare completamente.

Prepariamo le zeppole.

In un pentolino scaldiamo l'acqua, il latte, il burro, lo zucchero e aggiungiamo la scorza grattugiata del limone.
Portiamo ad ebollizione e aggiungiamo la farina setacciata. Mescoliamo con una frusta a mano, fino a quando il composto non si stacca dai bordi.

A questo punto spegniamo il fuoco e lasciamo raffreddare completamente.

In seguito aggiungiamo le uova, una alla volta: è importante non aggiungere il secondo uovo se il primo non è stato ancora assorbito.

Uniamo un pizzico di bicarbonato, mescoliamo per bene e trasferiamo l'impasto in una sac à poche.

Ricopriamo una teglia con carta da forno e iniziamo a dare forma alle zeppole.

A questo punto siamo pronti per infornare: preriscaldiamo il forno a 180° e, quando ha raggiunto la temperatura, inforniamo le zeppole per circa 30 minuti.

Per essere sicuri che le basi delle zeppole siano pronte, attendiamo che la superficie diventi dorata ed, eventualmente, effettuiamo la prova dello stuzzicadenti.

Quando sono cotte, togliamole dal forno e lasciamole raffreddare completamente.

A questo punto tagliamo le zeppole come se fossero panini, aggiungiamo la crema pasticcera all'interno e nel buco centrale, spolveriamo con zucchero a velo e decoriamo con le amarene sciroppate.

Seguici su Facebook Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Facebook

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 40, Media voti: 4.7

    Torna alla Ricetta

    Consigli

    Sarebbe meglio consumarle subito, eventualmente è possibile conservarle in frigorifero per un massimo di 2 giorni. 

    Per quale occasione

    Per festeggiare la Festa del papà.

    Vino da abbinare

    Servite a merenda o alla fine di un pasto, abbinando un buon vino dolce o uno spumante extra dry molto freddo.

    Hai provato la ricetta?
    Hai dubbi o domande?