Tartellette alla frutta

Le tartellette alla frutta sono un delizioso dessert in formato mignon che fa gola a tutti fin dal primo sguardo!
Sono uno di quei pasticcini che non mancano mai sul vassoio quando decidiamo di comperare un misto di piccola pasticceria fresca per il dolce della domenica, non è forse vero?

Oggi vedremo come farle in casa sia tutt'altro che difficile e come, soprattutto, il loro sapore, la loro bellezza e la loro fragranza non abbiano nulla da invidiare a quelle che tanto ci piacciono nelle vetrine delle pasticcerie.

Friabili gusci di pasta frolla che, letteralmente, si scioglie in bocca, preparata con solo tuorli così da essere più morbida al morso, accolgono un ripieno goloso di crema pasticcera e tanta frutta fresca mista.

Prepariamole insieme! 

Categoria: Dolci

4,6/5 Vota
Su un totale di voti: 38
  Photo credits:
Tempo 90 min
Difficoltà Facile
Porzioni 6
Costo Medio

Ingredienti per 20 tartellette di 5cm

PER LA FROLLA PER LA FROLLA
farina 200 g farina
zucchero 80 g zucchero
burro 100 g burro freddo
tuorlo 2 tuorli di uova grandi
limoncello 3 cucchiai di liquore (rum - limoncello - maraschino - cognac - amaretto)
sale 1 pizzico di sale
PER LA CREMA PER LA CREMA
tuorlo 3 tuorli di uova medie
zucchero 80 g zucchero
farina 15 g farina
maizena 10 g maizena
limone la scorza di 1 limone
latte 250 ml latte intero
PER COMPLETARE PER COMPLETARE
mirtilli q.b. frutta fresca a piacere (kiwi - fragole - mirtilli - mele - ananas)
zucchero a velo q.b. zucchero a velo

Preparazione

Come fare le Tartellette alla frutta

Tartellette alla frutta - P1
Tartellette alla frutta - P2

Sulla spianatoia versate la farina, fate un buco al centro e metteteci lo zucchero, il sale, il burro, i tuorli e il liquore [1]: impastate tutto con le mani amalgamando.  
Otterrete un panetto, omogeneo e morbido (in fotografia vedete come deve essere la consistenza della pasta frolla se la premete con un dito). [2]
Avvolgetelo in pellicola trasparente e mettetelo a riposare in frigorifero per 30 minuti.

Tartellette alla frutta - P3
Tartellette alla frutta - P4

Nel frattempo preparate la crema pasticcera: in una casseruola riunite i tuorli e lo zucchero e sbattete con una frusta ottenendo un composto omogeneo. [3]
Aggiungete la maizena, la farina e sbattete ancora per avere un composto senza grumi. [4]

Tartellette alla frutta - P5
Tartellette alla frutta - P6

Fate scaldare il latte insieme alla scorza di limone (prelevata con un pelapatate), eliminate la scorza e versate il latte caldo a filo sulle uova sempre sbattendo con la vostra frusta. [5]
Cuocete la crema pasticcera: mettete la casseruola sul fuoco, a fiamma media, e sempre mescolando fate raggiungere il bollore. Abbassate la fiamma e continuate la cottura per 5 minuti in modo da far addensare bene la crema: per le nostre tartellette, infatti, la crema pasticcera deve essere ben soda! [6]

Tartellette alla frutta - P7
Tartellette alla frutta - P8

Spegnete, coprite la crema con pellicola a contatto (in modo non si formi una crosticina in superficie ma rimanga morbida) e lasciate raffreddare. [7]
Mentre la crema pasticcera raffredda, riprendete la pasta frolla e stendetela in un disco sottile 4 mm sulla spianatoia leggermente infarinata. Ritagliate le formine delle tartellette con un tagliapasta a fiore di 7 cm di diametro. [8]

Tartellette alla frutta - P9
Tartellette alla frutta - P10

Usate quindi i fiori di frolla per foderare degli stampini per tartellette singoli in acciaio o in uno stampo multiplo in silicone del diametro di 5 cm. [9]
Reimpastate i ritagli, stendeteli nuovamente e ritagliate altre formine. Ne otterrete 20. [10] Bucherellate il fondo con una forchetta e mettete gli stampini in frigorifero per almeno 30 minuti prima di passare alla cottura che dovrà avvenire in forno già caldo, statico, a 180 °C per 10-12 minuti. 

Tartellette alla frutta - P11
Tartellette alla frutta - P12

Fate raffreddare i gusci di frolla, quindi riempiteli con la crema pasticcera inserita in un sac a poche con bocchetta liscia o senza bocchetta. [11]
Decorate le tartellette con la frutta fresca tagliata a spicchi secondo il vostro gusto estetico. Completate con un poco di zucchero a velo e servite! [12]

Seguici su Facebook Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Facebook

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 38, Media voti: 4.6

    Torna alla Ricetta

    Consigli e Varianti

    Le tartellette alla frutta vanno conservate in frigorifero chiuse in un contenitore ermetico preferibilmente di vetro e vanno consumate entro 1 giorno una volta pronte.
    Potete però preparare in anticipo anche di un paio di giorni sia i gusci di frolla che la crema pasticcera e confezionare le tartellette solo all'ultimo momento in modo non perdano fragranza.
    Si sconsiglia la congelazione delle tartellette pronte, tuttavia potete avvantaggiarvi preparando in anticipo la pasta frolla e congelandola. 

    Le tartellette alla frutta sono un dessert da concedersi tutto l'anno: vi basterà variare la tipologia di frutta a seconda della stagionalità!
    In autunno e inverno preferirete kiwi, prugne, pere, mele, banane, ananas, uva e tutti gli agrumi, in primavera ed estate invece le vostre tartellette saranno bellissime adornate con fragole, ribes, mirtilli, more, uva spina, melone, ciliegie e amarene, pesche e albicocche!

    Per potersi organizzare ottimizzando i tempi, ricordatevi che potete preparare sia la crema pasticcera che la pasta frolla in anticipo: la prima si conserva in frigorifero ben chiusa in un contenitore ermetico per 4 giorni, la seconda invece potete anche congelarla, oppure tenerla in frigorifero avvolta in pellicola per 2 giorni.  

    Potete aromatizzare a piacere la crema pasticcera con scorza di limone o limoncello, con scorza di arancia o lime, oppure con i semini di un baccello di vaniglia. 
    Potete altresì preparare una crema pasticcera al cacao per sostituire del tutto o solo in parte la crema pasticcera classica.

    Se volete potete variare il sapore della frolla preparandola al cacao, oppure sostituendo parte della farina (40 g) con una farina di frutta secca (mandorle, nocciole, noci, pistacchi).

    Potete creare una versione davvero golosa di queste tartellette aggiungendo sul fondo dei gusci di frolla un pochino di confettura, prima di riempirli con la crema!

    Per quale occasione

    Adatte per ogni occasione, ma perfette per una cena speciale, per una merenda con i fiocchi e per concludere davvero in bellezza il pranzo della domenica.

    La video ricetta del giorno

    Hai provato la ricetta?

    Hai dubbi o domande?

    Accedi per commentare

    Potrebbero interessarti anche