Patate in tecia

4/5 Vota
Su un totale di voti: 1
Come si prepara, quali sono gli ingredienti e come si presenta a tavola.
Patate in tecia
Photo credits:
Tempo 60 min
Difficoltà Facile
Porzioni 4
Costo Basso

Presentazione

Le patate in tecia sono una ricetta tipica del Friuli Venezia Giulia che prevede la cottura delle patate in una casseruola di terracotta, la tecia, appunto, insieme a cipolla e lardo, che rendono il piatto gustoso e ricco.
A casa possiamo utilizzare anche una normale padella antiaderente, il risultato sarà comunque sorprendente.
Tutti i nostri commensali resteranno soddisfatti, soprattutto i bambini che da sempre amano le patate più di ogni altro contorno.

Scopriamo insieme come cucinare questo piatto.

Categoria: Contorni

patata 500 g di patate
pancetta 50 g di lardo (o pancetta)
cipolla 1 cipolla
brodo vegetale 1 o 2 mestoli di brodo vegetale
sale e pepe q.b. sale e pepe

Preparazione

Il primo passaggio consiste nel lessare le patate in acqua bollente. Lasciamole cuocere per circa 40 minuti e controlliamo la cottura inserendo una forchetta o uno stuzzicadenti: se penetrano senza problemi, le patate sono cotte.

A cottura terminata, sbucciamo le patate e lasciamole raffreddare. Una volta fredde, tagliamole a fette.
Tritiamo la cipolla ed il lardo. Prendiamo quindi la nostra tecia e lasciamo soffriggere il trito di lardo e cipolla.

Controlliamo la cipolla e quando sarà dorata aggiungiamo le patate e aggiustiamo di sale e pepe. Facciamo cuocere e dopo pochi minuti aggiungiamo il brodo. Lasciamo cuocere a fuoco basso cercando di rompere le patate con la forchetta.

Quando il brodo sarà assorbito dalle patate, esse formeranno una piccola crosticina croccante.
A questo punto le nostre patate in tecia sono pronte, serviamole calde.

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto!
    Totale Voti: 1, Media voti: 4
    Hai provato la ricetta o hai domande?

    Consigli

    Questo contorno di patate è perfetto da abbinare ad un piatto di carne alla brace e ad un arrosto di agnello.

    Ricordiamoci di servire le patate in tecia ancora calde, in modo da preservare la croccantezza della crosticina che si sarà formata in cottura. Se lasciamo raffreddare il piatto, la crosticina perderà la sua buona consistenza e le patate si attaccheranno.

    Per arricchire il piatto possiamo aggiungere dei tocchetti di pancetta croccante, cotta a parte in una padella antiaderente ed aggiunta quasi a fine cottura; in questo modo daremo una maggiore nota di sapore e di croccantezza.

    Un'altra possibilità consiste nel favorire la cottura con il vino bianco piuttosto che con il brodo vegetale.

    Vino da abbinare

    Il vino che possiamo gustare insieme alle nostre patate in tecia non può che essere di produzione friulana: il Tocai, vino bianco e secco, è perfetto.

    Potrebbero interessarti anche