Paris Brest

4/5 Vota
Su un totale di voti: 1
Come si prepara, quali sono gli ingredienti e come si presenta a tavola.
Paris Brest
Photo credits:
Tempo 75 min
Difficoltà Facile
Porzioni 8
Costo Basso

Presentazione

Un dolce eccezionale, molto scenografico e dal gusto irresistibile, il Paris Brest è un dessert tipico dell'arte pasticcera francese.
Realizzato con l'impasto avvolgente e leggero degli choux, questo dolce viene farcito con una golosa crema mousseline e panna montata, e arricchito da una decorazione d'eccezione, realizzata con mandorle a lamelle e zucchero a velo.

Nato dalla creatività di Louis Durand, questa delizia si contraddistingue per la sua forma a ruota di bicicletta.
Leggi tutti i nostri consigli e spiegazioni passo passo per realizzare un Paris-Brest a regola d'arte!

Categoria: Dolci

pasta PER LA PASTA CHOUX
farina 00 250 g di farina 00
burro 200 g di burro
acqua 250 g d' acqua
uovo 6 uova medie
sale 5 g di sale fine
PER DECORARE PER DECORARE
uovo 1 uovo
q.b. crema mousseline q.b. crema mousseline
panna q.b. panna fresca
fragole q.b. fragole
latte 1 cucchiaio di latte
mandorle q.b. mandorle a lamelle
zucchero a velo q.b. zucchero a velo

Preparazione

Per preparare il Paris Brest prima di tutto ci dobbiamo munire di una padella che abbia il fondo bello spesso, quindi ci versiamo l'acqua, il sale e il burro tagliato a pezzi. Portiamo a ebollizione il tutto.
Poi versiamo tutta in una volta la nostra farina.
Spegniamo il fuoco e mescoliamo il composto molto velocemente con l'ausilio di un cucchiaio di legno.

Riaccendiamo il fuoco e, sempre mescolando, facciamo cuocere l'impasto fino a quando non otteniamo una palla che si stacca dalle pareti della pentola lasciando sul fondo un leggero velo biancastro.

Spegniamo il fuoco e trasferiamo la pasta nella ciotola della planetaria sulla quale abbiamo montato la frusta a k. 
Lavoriamo il tutto per un tempo massimo di 4 minuti.
Poi uniamo al composto un uovo alla volta, senza aggiungere il successivo se il se il precedente non è stato assorbito alla perfezione. Proseguiamo la lavorazione fino a ottenere un impasto bello liscio e lucido.

A questo punto prendiamo una sac-a-poche, ci mettiamo una bocchetta a stella di media grandezza e la riempiamo con la nostra pasta choux.
Prediamo un foglio di carta da forno lo adagiamo sulla leccarda e con la nostra sac-a-poche disegnano un cerchio di pasta che abbia un diametro di 14-15 centimetri. 
Dopodiché creiamo un secondo cerchio esternamente a quello già creato e un terzo e ultimo cerchio sopra i cerchi già realizzati.
Dunque, spennelliamo con il latte e ne cospargiamo la superficie con le lamelle di mandorle.

Preriscaldiamo il forno a 210°.
Quando sarà bello caldo inforniamo per 20 minuti i nostri cerchi mantenendo la temperatura a 210°. 
Trascorso il tempo indicato, abbassiamo il termostato a 175° e proseguiamo la cottura dei cerchi per altri 25 minuti circa. 
La pasta sarà pronta quando risulterà bella gonfia e dorata.

A cottura raggiunta, li lasciamo raffreddare dentro il forno spento, mantenendo lo sportello socchiuso; così da far asciugare alla perfezione.
Dopodiché, con l'aiuto di coltello a lama seghettata tagliamo a metà il nostro Paris Brest e farciamolo con la crema mousseline, con ciuffi di panna montata e con pezzi di fragola.

Infine ci adagiamo sopra l'altra metà del cerchio, quindi serviamo il nostro dolce.

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto!
    Totale Voti: 1, Media voti: 4
    Hai provato la ricetta o hai domande?

    Consigli

    Con la dose di impasto indicata, una parte dovrebbe avanzarvi: potete realizzare a piacere dei mini Paris Brest o dei bigné.

    La crema mousseline è una tipica preparazione della pasticceria francese, simile alla crema pasticcera ma molto più soda per la presenza del burro.
    Se non l'avete a disposizione, potete optare per una tradizionale crema pasticcera.

    Per quale occasione

    Un dessert da preparare per occasioni speciali e servire a fine pasto.

    Curiosità

    Questo dolce venne realizzato dal pasticcere Louis Durand nel 1891, in onore della prima edizione della corsa ciclistica Parigi-Brest a cui appunto deve il nome: la forma ricorda proprio quella delle ruote della bicicletta.