Come fare lo yogurt greco in casa

Come fare lo yogurt greco in casa
Photo credits:

Lo yogurt greco è l'alimento ideale per iniziare la giornata con sprint ed energia, anche per chi è intollerante al lattosio, poiché nella sua composizione contiene una minima percentuale di questa zucchero, caratteristica fondamentale che gli conferisce un aspetto più cremoso e denso rispetto allo yogurt classico.

Lo yogurt greco può essere aromatizzato come si preferisce e può essere gustato sia al naturale, sia per preparare dei prelibati muffin con farcitura allo yogurt o anche per condire frutta fresca e creali.

La sua preparazione è piuttosto semplice, uno degli attrezzi che non può mancare è la cosiddetta è la stamina o stamigna, un caratteristico tessuto utile per eseguire in modo ottimale la ricetta dello yogurt.
Si tratta di un tessuto a fili radi di cotone usato solitamente come colino: in sostituzione potete usare una garza sterile o uno strofinaccio pulitissimo.

Yogurt greco fatto in casa: ingredienti, utensili e procedimento

Per realizzare circa 350 grammi di yogurt greco serviranno 500 grammi di yogurt intero alla frutta oppure bianco. 
Per quanto riguarda il tempo, se la predisposizione dell'occorrente si farà in poco più di 10 minuti, serviranno almeno 4 ore per far colare lo yogurt e trasformarlo in yogurt greco.

Munitevi di un tegame, un contenitore di vetro o in alternativa anche di ceramica, una garza sterile o canovaccio perfettamente pulito, un colino e un mestolo.

Procedimento per fare lo yogurt greco

Procedimento

1. Iniziare la preparazione dello yogurt greco posizionando un colino in un recipiente e posizionando all'interno del colino un canovaccio pulito o ancora meglio una garza sterile.

2. A questo punto versare lo yogurt all'interno e coprire usando la pellicola trasparente.

3. Riporre per almeno 4 ore il preparato in frigo, mentre sono consigliabili anche 6-8 ore per avere una consistenza ancora più cremosa e densa.

4. Una volta trascorso il tempo sollevando la garza si noterà sul fondo della ciotola il siero colato dallo yogurt.

5. Riporre lo yogurt greco ottenuto in una ciotola ed è già pronto per essere gustata in tutta la sua bontà.

Consigli utili

Dopo aver finito la preparazione della nostra ricetta allo yogurt greco è possibile, se contenuto all'interno di un recipiente di vetro, conservarlo per almeno 5 giorni.

Se si vuole ottenere uno yogurt più leggero, ma al contempo più denso e cremoso è bene allungare i tempi della sua scolatura.

Lo yogurt greco, come già accennato, può essere gustato al naturale oppure se si preferisce aromatizzato con bucce grattugiate di agrumi, zenzero grattugiato, vaniglia, oppure è possibile lasciare durante tutto il tempo della scolatura una stecca di cannella per fare in modo che lo yogurt si arricchisca del suo sapore.

Per chi invece desidera gustare uno yogurt greco alla frutta si consiglia di iniziare la preparazione utilizzando uno yogurt intero alla frutta.

Mentre per un'alternativa altrettanto gustosa e originale per arrichire inslate e carni cotte è di aromatizzare lo yogurt al naturale (acido) con erba cipollina, menta e basilico tritati. 
Famosa la salsa tzatziki a base di yogurt greco appunto, con cetrioli, aglio, limone e aceto, usata siper insaporire souvlaki (carne allo spiedo) e gyros di maiale.

Negli anni lo yogurt greco ha conquistato sempre più spazio nelle abitudini alimentari di molti italiani, soprattutto perché risulta essere un ottimo e valido sostituto dello yogurt tradizionale per chi soffre di intolleranza al lattosio.

Infatti, è bene fare una distinzione tra yogurt greco e quello tradizionale: in per quest'ultimo, infatti, non è richiesto nessun processo di scolatura del siero.

Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Google News

Salva la Ricetta Salva nel tuo Ricettario

Hai domande o vuoi lasciare un commento?