Cipolline in agrodolce

4/5 Vota
Su un totale di voti: 1
Come si prepara, quali sono gli ingredienti e come si presenta a tavola.
Cipolline in agrodolce
Photo credits:
Tempo 60 min
Difficoltà Facile
Porzioni 2
Costo Basso

Presentazione

L'ingrediente di base per la preparazione delle cipolline in agrodolce è la cipollina borettana, una varietà piccola dalla forma schiacciata molto famosa per il buon sapore.
Prepararle in agrodolce vuol dire creare una miscela di acqua, zucchero ed aceto in cui cuocere l'ortaggio che apparirà quasi caramellato.

Le cipolline in agrodolce, sono un contorno classico per accompagnare piatti delicati di pesce ma anche a base di carne, perfetto ad esempio l'abbinamento con il maiale.

Prepararle è davvero semplice e veloce: leggi i nostri consigli per portare in tavola delle deliziose cipolline in agrodolce.

Categoria: Contorni

cipolla 500 g di cipolline borettane
acqua 50 ml di acqua
zucchero 10 g di zucchero semolato
vino bianco 2 cucchiai di aceto di vino bianco
olio 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
sale q.b. sale

Preparazione

Iniziamo pulendo bene le cipolline. Dobbiamo sbucciarle, pulirle dall'eventuale terriccio e sciacquarle sotto abbondante acqua corrente.

In un bicchiere uniamo le dosi indicate di aceto, zucchero ed acqua e mescoliamo.
Dopodiché prendiamo una padella, facciamo scaldare un filo d'olio e iniziamo a cuocere le nostre cipolline.

Facciamole dorare per un paio di minuti a fuoco vivace, quindi versiamo la miscela di acqua, zucchero ed aceto, abbassiamo la fiamma e lasciamo cuocere per una ventina di minuti con un coperchio, mescolando di tanto in tanto.

Il tempo di cottura non può essere indicato con precisione perché dipende molto dalla grandezza delle cipolline ma possiamo seguire la regola secondo la quale le cipolline devono essere morbide ma non devono sfaldarsi. Una cottura eccessiva provocherebbe la loro sfaldatura e rovinerebbe il buon esito della preparazione.

Quando sono cotte, togliamo il coperchio e saltiamo ancora per un paio di minuti a fuoco vivo.
Aggiustiamo di sale e serviamo le nostre cipolline in agrodolce, dopo averle fatte intiepidire leggermente. 

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto!
    Totale Voti: 1, Media voti: 4
    Hai provato la ricetta o hai domande?

    Consigli

    Possiamo preparare le nostre squisite cipolline in agrodolce per servirle come contorno sia a secondi piatti di carne che di pesce.
    L'abbinamento ideale è con l'arrosto di maiale.

    Una volta preparate possiamo benissimo conservarle in frigorifero per tre giorni, l'importante è coprirle bene con una pellicola. In questo caso, prima di servire, sarà bene riscaldare leggermente le cipolline in modo da ridare vigore alla miscela caramellata.

    Per quale occasione

    Un contorno saporito sia per piatti a base di carne che di pesce.

    Vino da abbinare

    L'abbinamento di vino per questo piatto è variabile e dipende molto dal piatto con cui decidiamo di accompagnare le cipolline.
    Se le serviamo con piatti di carne, il vino ideale sarà rosso e corposo come un Amarone della Valpolicella, un Lambrusco o un Primitivo di Manduria.
    Se, al contrario, le nostre cipolline faranno da contorno ad un delicato piatto di pesce dovremmo optare per un vino bianco, fresco e leggero al gusto: la Falanghina sarebbe un'ottima scelta.

    Potrebbero interessarti anche