Biancomangiare

Il biancomangiare (conosciuto anche in francese come blanc-manger) è un goloso dolce al cucchiaio tipico della tradizione siciliana, preparato come dice il nome stesso con una crema bianca a base di latte e zucchero. La consistenza è morbida e cremosa, simile a quella della panna cotta.

Il biancomangiare è, di fatto, un budino di latte al profumo di limone e vaniglia, preparato in modo semplice e veloce senza l'utilizzo di colla di pesce ma solo di amido di mais.

Un dessert fresco e scenografico, da servire per un fine pasto goloso e decorare a piacere con frutta secca, zuccherini colorati o cioccolato. Il biancomangiare siciliano va preparato con qualche ora di anticipo per consentire di ottenere la giusta consistenza e averlo sempre pronto al momento giusto.

Questo dolce è senza glutine, perfetto quindi anche per celiaci e intolleranti. Inoltre, utilizzando il latte di mandorla, diventa idoneo anche per intolleranti al lattosio.

Può essere pensato come il classico dolce della nonna, perché preparato con ingredienti semplici e genuini: tutt'oggi tante nonne lo realizzano per i propri nipoti, visto che non contiene liquore, né cioccolato, né uova crude. Una versione ancora più golosa è quella che prevede l'utilizzo di biscotti secchi e codette in superficie.

Categoria: Dolci

Rating Star 5,0/5 Vota
Su un totale di voti: 1
  Photo credits:
Tempo 60 min
Difficoltà Facile
Porzioni 4
Costo Basso

Ingredienti per 4 persone

latte di mandorla 500 ml di latte di mandorla senza zucchero (o latte vaccino)
zucchero 100 g di zucchero semolato
amido di mais 50 g di amido di mais
limone la scorza intera di un limone bio
un cucchiaino di estratto naturale di vaniglia o in polvere-df un cucchiaino di estratto naturale di vaniglia o in polvere
q.b. zuccherini-df q.b. zuccherini
pistacchi q.b. granella di pistacchi
cioccolato q.b. scaglie di cioccolato

Video Ricetta

Passo Passo

Preparazione

Come fare il biancomangiare, il dessert cremoso senza uova e farina

Biancomangiare - p1
Biancomangiare - p2

Versate 350 ml di latte in un pentolino [1].
Aggiungete lo zucchero semolato [2]

Biancomangiare - p3
Biancomangiare - p4

e la scorza intera del limone facendo attenzione a rimuovere la parte bianca più amara [3].
Unite anche la vaniglia, mescolate bene e portate a ebollizione [4].

Biancomangiare - p5
Biancomangiare - p6

Nel frattempo, stemperate l'amido di mais nel latte freddo rimasto [5], 
mescolando bene fino a farlo sciogliere [6].

Biancomangiare - p7
Biancomangiare - p8

Versate il composto nel pentolino arrivato a bollore [7],
mescolate bene con una frusta per non formare grumi [8]

Biancomangiare - p9
Biancomangiare - p10

e rimettete sul fuoco medio basso per qualche minuto fino a quando la crema non si addenserà leggermente [9].
Versate a questo punto la crema di latte nei pirottini, riempiendoli fino all'orlo. Fateli raffreddare a temperatura ambiente, quindi trasferiteli in frigo per un paio d'ore prima di sformarli delicatamente su un piatto da portata. Decorate i biancomangiare a piacere. [10]

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 1, Media voti: 5

    Torna alla Ricetta

    Consigli e Varianti

    Come si conserva il biancomangiare?

    Il biancomangiare si conserva in frigo per 2-3 giorni ben sigillato con pellicola.

    Posso congelare il biancomangiare?

    Si sconsiglia la congelazione.

    Consigli per una preparazione perfetta

    E’ consigliabile far raffreddare prima la crema a temperatura ambiente e solo successivamente proseguire il rassodamento in frigo. I budini dovranno essere sformati solo quando perfettamente sodi, altrimenti il risultato potrebbe essere compromesso e i budini potrebbero rompersi.

    Potete scegliere i pirottini e la forma che preferite, solitamente quelli in alluminio consentono una sformatura più agevole. Potete decorare i biancomangiare con zuccherini colorati, granella di frutta secca, cioccolato tritato o fuso, crema di pistacchio, miele.

    Posso utilizzare il latte intero al posto del latte di mandorla?

    Il biancomangiare può essere realizzato con latte intero ma anche con latte di mandorla, ingrediente molto caro alla tradizione siciliana.

    Come fare il biancomangiare light

    Per una versione light si può diminuire la quantità di zucchero o utilizzare un dolcificante a piacere. Ovviamente se si sceglie una bevanda già zuccherata, la quantità di zucchero potrebbe variare in base ai gusti.

    Per quale occasione

    Il biancomangiare è perfetto a fine pasto o per una merenda tra amici.

    Curiosità

    Esiste anche una versione salata che prevede come base l'utilizzo di latte di mandorla e zucchero, unito a carne o pesce.

    Potrebbero interessarti anche