Trofie al pesto

4,0/5 Vota
Su un totale di voti: 1
Come si prepara, quali sono gli ingredienti e come si presenta a tavola.
Trofie al pesto
  Photo credits:
Tempo 30 min
Difficoltà Facile
Porzioni 4
Costo Basso

Presentazione

Le trofie al pesto sono un piatto tipico della cucina ligure ma conosciuto e molto apprezzato in tutta Italia.

Una ricetta semplice da realizzare anche da chi non è troppo esperto ai fornelli; l'importante è utilizzare ingredienti di qualità, soprattutto il basilico che deve essere fresco e profumato e le trofie che sono proprio il tipo di pasta da prediligere con questo condimento, sottili e dalla forma allungata.

E per un pesto perfetto, utilizziamo la varietà di basilico genovese che si distingue dalle altre per il gusto più delicato e un colore verde più tenue.

Leggi i nostri consigli per preparare questo gustosissimo primo piatto.

Categoria: Primi

trofie 350 g di trofie
parmigiano 30 g parmigiano grattugiato
pecorino 20 g pecorino sardo grattugiato
pinoli 12 g pinoli
basilico 25 foglie di basilico
aglio 1 spicchio d' aglio
olio 40 g di olio extravergine di oliva
sale q.b. sale grosso

Preparazione

Come fare le Trofie al pesto

Innanzitutto dobbiamo realizzare il pesto: laviamo e asciughiamo le foglie di basilico. Pestiamone in un mortaio poche alla volta, in modo da sminuzzarle per bene e ottenere una poltiglia. Aggiungiamo i pinoli, anche questi pochi alla volta e lo spicchio di aglio, che precedentemente abbiamo tagliato a fettine. Continuiamo a pestare i vari ingredienti poi uniamo anche il sale grosso. Lavoriamo fino ad ottenere un composto denso e omogeneo.

Uniamo i formaggi grattugiati e amalgamiamo bene. Dopodiché versiamo a filo l'olio e mescoliamo il tutto, finché il pesto non diventa lucido e assume una consistenza compatta.

Nel frattempo portiamo a ebollizione l’acqua per la pasta, prima di salare e versare le trofie. Appena queste ultime diventano al dente, scoliamole e teniamo da parte qualche mestolo di acqua di cottura, per diluire il pesto e farlo diventare più cremoso.

In un piatto di portata, versiamo il pesto e la pasta scolata, mantechiamo tutto e aggiungiamo qualche foglia di basilico fresco per guarnire e portiamo in tavola.

Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Google News

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 1, Media voti: 4

    Vai alla Ricetta

    Consigli

    Se non si possiede un mortaio, il pesto può essere preparato con un mixer o tritatutto, utilizzato a bassa velocità, per evitare il surriscaldamento del basilico e la perdita di sapore.

    Il pesto può essere usato per condire non solo le trofie, ma anche altri tipi di pasta e se avanza è ottimo per farcire delle tartine, da mangiare come antipasto o aperitivo. Chiuso in un vasetto, può essere conservato per qualche giorno in frigorifero.

    Per quale occasione

    Le trofie al pesto sono un piatto indicato per tutte le stagioni, adatto per pranzi e cene in la famiglia o con amici, ma anche sufficientemente ricercato ed elegante in occasioni di ospiti importanti.

    Vino da abbinare

    Perfetto l'abbinamento con un vino bianco secco delicato, come il Vermentino.

    Hai provato la ricetta o hai domande?

    Potrebbero interessarti anche