Pasta al finocchietto selvatico

4/5 Vota
Su un totale di voti: 1
Come si prepara, quali sono gli ingredienti e come si presenta a tavola.
Pasta al finocchietto selvatico
Photo credits:
Tempo 15 min
Difficoltà Facile
Porzioni 4
Costo Basso

Presentazione

La pasta al finocchietto selvatico è un gustoso e invitante primo piatto adatto anche a chi segue una dieta vegetariana, realizzato con ingredienti sfiziosi e salutari. È una ricetta tipicamente invernale che appaga la vista e stuzzica il palato: chi mai potrebbe rinunciare a una tale delizia?

Questa pasta, arricchita con briciole croccanti di pane, è una pietanza golosa e decisamente sorprendente che vi conquisterà al primo assaggio. Tutta la bontà dei tradizionali profumi mediterranei, oggi proposta in un piatto moderno ricco di vitamine e sali minerali.

Curiosi di assaggiarla? Scopriamo insieme come fare la pasta al finocchietto selvatico in pochi minuti!

Categoria: Primi

spaghetti 380 g di spaghetti (o pasta di altro formato)
finocchio 2 mazzetti di finocchietto selvatico
pane 4 cucchiai di mollica di pane raffermo tritata
aglio 3 spicchi d' aglio
peperoncino 3 fettine di peperoncino fresco
olio 6 cucchiai di olio extravergine d'oliva
parmigiano q.b. parmigiano o pecorino grattugiato

Preparazione

Come fare la Pasta al finocchietto selvatico

Per preparare un eccellente pasta al finocchietto selvatico, occorre per prima cosa lavare accuratamente quest'ultimo e lessarlo per una decina di minuti in una pentola d'acqua bollente. Non appena sarà diventato tenero, scoliamolo con l'ausilio di una schiumarola e conserviamo l'acqua di cottura. 

Affettiamo finemente gli spicchi d'aglio e soffriggiamoli in una padellina con qualche cucchiaio di olio extravergine d'oliva e le fettine di peperoncino fresco. Togliamo dal fuoco ed eliminiamo l'aglio.

Ora possiamo preparare il condimento per la pasta, ovvero la crema al finocchietto selvatico. Per farla, trasferiamo il finocchietto precedentemente lessato in un boccale dai bordi alti, dopodiché frulliamolo con un mixer a immersione, aggiungendo a filo tre cucchiai di olio extravergine d'oliva. Per ottenere un composto omogeneo e perfettamente liscio, possiamo versare anche qualche cucchiaio dell'acqua di cottura tenuta da parte.

Con l'aiuto di un frullatore, tritiamo finemente la mollica di pane raffermo, dopodiché tostiamola in padella con un filo d'olio extravergine d'oliva. In questo modo diventerà ancor più saporita ed invitante.

Portiamo a ebollizione una pentola d'acqua, saliamola e cuociamo gli spaghetti al dente, per il tempo indicato sulla confezione. Scoliamoli e condiamoli con l'olio all'aglio e peperoncino. Infine aggiungiamo anche la crema al finocchietto selvatico, mescolando in modo tale da condire la pasta in modo uniforme.

Trasferiamo la pasta al finocchietto selvatico in un elegante piatto da portata e guarniamola con la mollica di pane raffermo tritata e a piacere con una spolverata di parmigiano oppure di pecorino grattugiati. Serviamola in tavola ancora fumante.

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto!
    Totale Voti: 1, Media voti: 4
    Hai provato la ricetta o hai domande?

    Consigli

    Per renderla ancora più saporita possiamo aggiungere 1/2 cucchiaino di alghe essiccate in polvere in padella con l'aglio e il peperoncino.

    Se abbiamo ospiti vegani, basterà non aggiungere il formaggio grattugiato alla fine.

    Per quale occasione

    La pasta al finocchietto selvatico è un primo piatto genuino che può essere proposto con successo anche nelle grandi occasioni.

    Potrebbero interessarti anche