Tempura

4/5 Vota
Su un totale di voti: 1
Come si prepara, quali sono gli ingredienti e come si presenta a tavola.
Tempura
Photo credits:
Tempo 15 min
Difficoltà Facile
Porzioni 4
Costo Basso

Presentazione

Grazie alla sua leggerezza ed alla sua croccantezza, il tempura è uno dei piatti giapponesi sempre più apprezzati dalla cucina occidentale.

Si tratta di verdure, come zucchine, carote ma anche funghi, e pesce, di solito code di gambero, avvolte in una pastella e fritte.

Per ottenere un ottimo tempura, gamberi e verdure tagliate a listarelle, vengono immersi prima in una pastella ghiacciata, realizzata con acqua fredda e farina di riso, e subito dopo tuffati nell'olio bollente.
Il risultato è davvero saporito ed invitante: buonissimo da gustare ancora caldo come aperitivo o secondo piatto.

Ma qual'è il segreto per ottenere un tempura leggero dalla croccantezza inimitabile?
Leggi i nostri consigli e le spiegazioni passo passo, per preparare un tempura a regola d'arte!

Categoria: Secondi

acqua 100 g di acqua fredda (meglio se gassata)
farina 100 g di farina di riso
olio q.b. olio di semi
carota 2 carote
zucchina 2 zucchine
10 code di gambero 10 code di gambero

Preparazione

Peliamo e tagliamo le verdure a listarelle. Poi puliamo i gamberi, eliminando la testa, le zampe e i carapaci, lasciando l’estemità con la coda. Infine aiutandoci con uno stecchino, estraiamo il filetto nero (intestino).

Prendiamo una ciotola abbastanza capiente e cominciamo ad amalgamare l'acqua fredda e la farina di riso senza fare troppa attenzione ai grumi: essi infatti contribuiranno alla croccantezza del piatto stesso!

Prendiamo una padella in cui mettiamo l'olio a scaldare, che useremo successivamente per friggere.
Una volta che l'olio avrà raggiunto una temperatura elevata, incominciamo ad inzuppare gli ingredienti nella pastella, uno per volta.

Procediamo quindi alla frittura degli ingredienti appena pastellati, ponendoli nell'olio bollente, e senza rigirarli troppo: preoccupatevi soltanto di toglierli dall'olio caldo non appena avranno assunto un'aspetto bello dorato.

Tamponiamo su della carta assorbente da cucina per eliminare l'olio in eccesso, solo per pochi secondi, in modo da non far freddare il nostro tempura.
Serviamolo da solo, con della salsa agrodolce o della salsa di soia.

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto!
    Totale Voti: 1, Media voti: 4
    Hai provato la ricetta o hai domande?

    Consigli

    Sebbene il tempura sia un piatto di estrema facilità, per la perfetta riuscita del piatto dobbiamo assicurarci di seguire alcuni piccoli segreti, che renderanno unica la nostra frittura tipica orientale. Consiglio, perciò, di friggere con l'oilio di semi di girasole per la sua leggerezza ed il suo gusto non troppo forte.
    Lo shock termico della pastella fredda con l'olio bollente è molto importante, è il segreto per una croccantezza unica: in questo modo si eviterà che la verdure o il pesce si inzuppino di olio durante la cottura!

    Per quale occasione

    Il tempura si rivela un ottimo piatto da preparare peruna cena etnica o in compagnia di amici, grazie all'estrema leggerezza del pianto ed alla croccantezza che piace a chiunque! Per non dimenticare dell'estrema facilità di preparazione e dei tempi ridotti necessari alla cottura della prelibatezza!

    Vino da abbinare

    Nonostante i giapponesi siano soliti bere con i propri piatti brodi, zuppe, o in altri casi birra, è possibile abbinare del vino a questo piatto orientale.

    Un abbimento perfetto con il tempura sono sicuramente dei vini con aicidità apprezzabile, come il Viognier e il Sauvignon Blanc, oppure gli spumanti ottenuti da uve bianche attraverso il metodo classico, come il Franciacorta ad esempio.

    Curiosità

    Si pensa che questo piatto in realtà sia stato portato in Giappone dagli Europei, in particolare dai Portoghesi.

    Potrebbero interessarti anche