Pastella per fritti croccante e leggera

La pastella per fritti è fondamentale per ottenere pietanze croccanti e leggere. Da quella alla birra al Tempura, ecco le principali pastelle per friggere.

La pastella per fritti è il segreto per preparare ottime pietanze di pesce, verdure, carni e dolci.
Se cucinata con cura permette di fare assorbire meno olio ai cibi durante la cottura.

E' possibile prepararla in vari modi per avere pietanze croccanti, gustose e leggere allo stesso tempo.

Da quella alla birra al tempura, ecco come preparare le principali pastelle usate in cucina.

Non esiste un'unica ricetta per la pastella per friggere: il segreto, a volte, è bilanciare gli ingredienti anche in base ai propri gusti. Sale e pepe, per esempio, possono essere inseriti o omessi. Il tempo di riposo è necessario per quelle pastelle che prevedono l'utilizzo del lievito.

Insomma, tante varianti da provare!

Pastella alla birra

La pastella alla birra risulta molto leggera ed è l'ideale per la preparazione di frittelle dolci e verdure: la particolarità è che il sapore della birra non si sente per nulla e il fritto sarà leggero e croccante.

La preparazione è davvero semplice e  la pastella dovrà riposare circa 30 minuti prima di poter essere utilizzata.

Non esiste un'unica ricetta per la pastella alla birra: alcune non prevedono, per esempio, il cognac e le uova, e utilizzano un filo di olio. 

Ingredienti:
- 150 g di farina tipo 00
- un pizzico di sale
- 1 bicchiere e mezzo di acqua (250 ml circa)
- 1 bicchiere di birra (bionda classica 150 ml circa)
- 1 cucchiaio di cognac
- 1 uovo (solo l'albume)

Preparazione:
Per preparare la pastella alla birra mettete in una terrina la farina, l'acqua tiepida, aggiungete un pizzico di sale e mescolate bene con una frusta a mano in modo che non si formino grumi.

Unite, versandolo piano piano un bicchiere di birra e amalgamate il tutto per bene, mescolando sempre con la frusta a mano. Lasciate ripostare la pastella per circa 30 minuti.

Mentre la nostra pastella risposa, prendete l'uovo, separate il tuorlo dall'albume e montate quest'ultiamo a neve. Trascorso il tempo di riposo, aggiungiamo alla pastella il cucchiaio di cognac e l'albume montato. Mescolate con una spatola ed ecco pronta la pastella.

Pastella con le uova

Per preparare la pastella con le uova servono solo 3 ingredienti: farina, acqua e uova. In base ai propri gusti, poi, si può scegliere se aggiungere del sale e del pepe.

L'importante è mescolare per bene, in modo che il sale si sciolga completamente.

Questa pastella può essere utilizzata per friggere anche della frutta, come le mele tagliate a fette, avendo cura, però, di omettere il sale e il pepe. 

La consistenza di questa pastella è corposa e avvolgente.

Ingredienti

150 g di farina 00 (o di riso)
200  ml di acqua  frizzante fredda
1 uovo
q.b. sale e pepe

Preparazione

In una ciotola versate l'acqua e l'uovo. Mescolate velocemente e aggiungete anche la farina. Dovete ottenere una cosistenza liscia e vellutata. In base ai gusti, è possibile aggiungere un pizzico di sale e di pepe.

Questa pastella non ha bisogno di riposo, può essere utilizzata subito per friggere.

Tempura

Il Tempura è una pastella usata nella cucina Giapponese ed è indicata per friggere verdure e crostacei (calamari, gamberi, gamberoni).  

La ricetta del tempura prevede l'utilizzo di soli due ingredienti, farina 00 (molto spesso unita a quella di riso) e acqua. 

Ingredienti:
- 100 g di farina 00
- 200 ml di acqua frizzante ghiacciata

Preparazione:

Per preparare il tempura riempite una ciotola con dei cubetti di ghiaccio. In un'altra ciotola mettete la farina, unite l'acqua frizzante ghiacciata, trasferite la ciotola in quella piena di ghiaccio e mescolate con una frusta: non è necessario sciogliere tutti i grumi. 

Il segreto è lavorare la pastella velocemente e per poco tempo, senza preoccuparsi dei grumi, per evitare che si sviluppi troppo glutine. Anche il ghiaccio è necessario per mantenere bassa la temperatura, in modo che si crei uno shock termico nel momento della frittura.

È consigliato tenere gli alimenti da friggere al fresco fino all'ultimo poiché lo shock termico con l'olio bollente (175°) permetterà di friggerli senza un eccessivo assorbimento di grassi.

Pastella al vino bianco

Una versione alternativa rispetto alla pastella alla birra: anche in questo caso, non preoccupatevi, il sapore del vino non si sentirà.

I fritti risulteranno però leggeri e allo stesso tempo gustosi.

Ingredienti:
-150 g di farina tipo 00
- mezzo bicchiere di vino bianco secco (75 ml circa dovrebbero bastare)
- 2 cucchiai di grappa
- un pizzico di sale
- un uovo

Preparazione:
Per preparare la pastella al vino bianco, mettete in una terrina la farina, un pizzico di sale, mezzo bicchiere di vino bianco, 2 cucchiai di grappa e mescolate il tutto con una frusta a mano.

Prendete quindi l'uovo e separate il rosso dal bianco: incorporate immediatamente il tuorlo all'impasto e mescolate.

Montate il bianco a neve e aggiungetelo per ultimo mescolando ancora delicatamente, con una spatola, per rendere la pastella omogenea. Lasciatela riposare per 35 minuti, quindi sarà pronta per essere usata.

Pastella al latte lievitata

La pastella al latte lievitata è ottima per le fritture di carne e verdure: vediamo insieme come prepararla.

Ingredienti:
- 250 g di farina tipo 00
- 250 ml di latte misto ad acqua (metà e metà)
- 10 g di lievito di birra
- 2 uova (solo i tuorli)
- un pizzico di sale

Preparazione:
Per preparare la pastella al latte lievitata, prendete le uova, apritele e separate i rossi dai bianchi.

In una ciotola mescolate la farina, i 2 tuorli, il lievito e il latte misto all'acqua in modo energico con una frusta, per evitare che si formino grumi. Mescolate fino a quando il lievito è completamente sciolto.

La pastella dopo quest'operazione dovrà risultare semiliquida, quindi lasciatela riposare in un luogo tiepido per 2 ore, in modo che lieviti al meglio.
Trascorso il tempo indicato, sarà pronta per essere utilizzata.

Seguici su Google News Non perderti nemmeno un'articolo Seguici su Google News

Salva la Ricetta Salva nel Ricettario