Ragù d'agnello

Il ragù di agnello è un'alternativa al classico ragù di vitello: ottimo per condire la pasta o per realizzare delle lasagne di carne. Vediamo come prepararlo.
4,8/5 Vota
Su un totale di voti: 4
  Photo credits:

Presentazione

Tempo 120 min
Difficoltà Facile
Porzioni 4
Costo Basso

Il ragù di agnello, diffuso quasi esclusivamente nel centro Italia, in particolare in Abruzzo e Marche, è un'alternativa al classico ragù di vitello: ottimo per condire le tagliatelle, realizzare delle lasagne di carne o farcire cannelloni.

Perfetto da preparare in occasione di Pasqua: la cottura richiede qualche ora (almeno 2), ma il profumo che si sprigiona in casa è incomparabile. Si inizia tritando le verdure e facendole rosolare con un filo di olio. Si aggiunge la carne che andrà poi sfumata con del vino rosso e in ultimo si unisce la passata di pomodoro. 

L'agnello ha una carne tenera, molto digeribile e dal basso contenuto di grassi; solitamente la macellazione avviene prima dei 2/6 mesi di vita; l'abbacchio invece è un agnello alimentato solo a latte materno, e non va oltre le 4 settimane di vita.

Per questa ricetta possiamo scegliere o uno o l'altro, il risultato sarà sempre delizioso.
La carne di agnello è molto digeribile e si presta a numerose preparazioni.

Vediamo insieme come realizzare il ragù di agnello!

Categoria: Sughi e Condimenti

agnello 600 g di carne di agnello tritata
carota 3 carote
sedano 3 gambe di sedano
cipolla 1 cipolla
brodo di carne 1 l di brodo di carne (o acqua)
olio q.b. olio extravergine di oliva
vino rosso 200 ml di vino rosso
passata di pomodoro 300 g di passata di pomodoro
alloro 4 foglie di alloro

Preparazione

Come fare il Ragù d'agnello

Iniziamo a pulire le verdure, carote, sedano e cipolla, e tritiamole finemente.

In una padella versiamo un filo di olio, uniamo le verdure e facciamole rosolare qualche minuto a fuoco dolce. 

Uniamo anche la carne trita, rosolandola per bene.

Sfumiamo con il vino rosso, mettiamo il pomodoro, uniamo l'alloro e lasciamo cuocere per circa 2 ore e mezza, coprendo con il coperchio.

Se necessario, se vediamo che la carne asciuga troppo, bagniamo con del brodo caldo o un mestolo di acqua.

A fine cottura assaggiamo, saliamo a piacere e utilizziamo il ragù per condire la pasta o delle lasagne, o eventualmente conserviamolo in un contenitore ermetico.

 

Seguici su Facebook Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Facebook

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 4, Media voti: 4.8

    Torna alla Ricetta

    Consigli e Varianti

    Ricordate che la carne di agnello è più grassa rispetto alla carne di vitello quindi non serve aggiungere lardo o pancetta.

    Il ragù di agnello è un piatto versatile che può accompagnare la pasta, i tortelli, le tagliatelle e perché no... anche secondi piatti come sughetto da aggiungere alla polenta.

    Al posto del vino rosso possiamo utilizzare il vino bianco. 

    Per quale occasione

    Il ragù di agnello è perfetto per condire la pasta o da utilizzare al posto del ragù classico per delle lasagne.

    La video ricetta del giorno

    Potrebbero interessarti anche