Polpo alla Luciana

Il polpo alla Luciana è un prelibato e invitante secondo piatto tipico della cucina popolare campana, un tempo realizzato principalmente dai pescatori residenti del borgo di Santa Lucia, da cui appunto prende il nome.

Il segreto per ottenere un ottimo polpo alla luciana, risiede nella scelta del polpo che deve essere freschissimo e di eccellente qualità. Anche il condimento gioca la sua parte e conferisce alla pietanza un irresistibile profumo mediterraneo, capace di conquistare anche i buongustai più esigenti!

Questo piatto si prepara cuocendo il polpo intero lentamente e rigorosamente senza l'aggiunta dell'acqua, ma direttamente nel sugo di pomodoro arricchito da olive, capperi, prezzemolo e pomodorini. Una ricetta molto semplice da realizzare ma ricca di sapore, buonissima in accompagnamento a crostini caldi di pane casereccio.

Il sughetto di cottura del polpo inoltre può essere utilizzato anche condimento per un gustoso piatto di pasta.
Non ci resta che scoprire come fare il polpo alla Luciana!

Categoria: Secondi di pesce

4,6/5 Vota
Su un totale di voti: 81
  Photo credits:
Tempo 60 min
Difficoltà Facile
Porzioni 4
Costo Medio

Ingredienti per 4 persone

polpo 1 polpo fresco di circa 1 kg (già pulito)
aglio 1 spicchio d’aglio
prezzemolo 1 mazzetto di prezzemolo
pomodorino 5-6 pomodorini rossi
olio q.b. olio extra vergine di oliva
passata di pomodoro 500 ml di passata di pomodoro
capperi 1 cucchiaio di capperi dissalati
olive 100 g di olive di Gaeta o taggiasche denocciolate
sale q.b. sale

Preparazione

Come fare il Polpo alla Luciana

Polpo alla Luciana - Passaggio 1
Polpo alla Luciana - Passaggio 2

Preparate un ricco soffritto in una casseruola: versate un giro di olio, fatevi appassire l’aglio, i pomodorini tagliati a metà e il prezzemolo tritato [1].
Aggiungete a quel punto le olive e i capperi dissalati [2]. Lasciate insaporire ancora per qualche minuto a fuoco medio mescolando di tanto in tanto.

Polpo alla Luciana - Passaggio 3
Polpo alla Luciana - Passaggio 4

Unite la passata di pomodoro e portate a bollore [3].
Nel frattempo, sciacquate il polpo e in particolare l’interno della sacca, della testa e i tentacoli. Tamponate con carta da cucina. [4]

Polpo alla Luciana - Passaggio 5
Polpo alla Luciana - Passaggio 6

Aggiungete il polpo intero alla casseruola con il sughetto in ebollizione [5].
Riportate a bollore, abbassate la fiamma al minimo e coprite con il coperchio. Cuocete il polpo alla Luciana per circa un’ora, rigirandolo a metà cottura molto delicatamente per non togliere la pelle.
A fine cottura salate, profumate con il prezzemolo fresco e servite. [6]

Seguici su Facebook Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Facebook

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 81, Media voti: 4.6

    Torna alla Ricetta

    Consigli e Varianti

    Il polpo alla Luciana si conserva per un giorno in frigo chiuso in un contenitore di vetro, avendo cura di scaldarlo delicatamente prima di gustarlo.
    Si può congelare, intero o a pezzi con il suo sughetto, solo se avete utilizzato un polpo fresco e non decongelato.

    La cottura del polpo deve avvenire lentamente e a fuoco basso perché la pelle e i tentacoli dovranno restare intatti.
    Alla fine della cottura, infatti, il polpo dovrà risultare tenero e di un bel colore viola scuro, segno che la pelle è rimasta integra.

    Il polpo alla Luciana si può preparare utilizzando polipetti più piccoli o moscardini, scegliendo i pomodori pelati al posto della passata e aggiungendo, se piace, un tocco piccante con il peperoncino nel soffritto.
    Grazie al suo sugo ricco, il polpo alla luciana può essere utilizzato anche per condire innumerevoli primi piatti dal profumo di mare, come pastasciutte o risotti.

    Per quale occasione

    Per un pranzo domenicale in famiglia o una cena tra amici: serviamolo all'interno di una terrina rustica con qualche foglia di prezzemolo fresco e accompagniamolo con delle fragranti fette di pane casereccio tostate, ancor meglio se condite con aglio e olio extravergine d'oliva!

    Vino da abbinare

    Consigliamo di accompagnarlo con un eccellente vino bianco di medio corpo, come il Verdicchio o Pinot Grigio.

    La video ricetta del giorno

    Hai provato la ricetta?

    Hai dubbi o domande?

    Accedi per commentare

    Potrebbero interessarti anche