Pizza di Pasqua

3,8/5 Vota
Su un totale di voti: 17
Come si prepara, quali sono gli ingredienti e come si presenta a tavola.
Pizza di Pasqua
  Photo credits:

Presentazione

Tempo 90 min
Difficoltà Media
Porzioni 6
Costo Basso

La pizza di Pasquasoffice, golosa e con un impasto simile al pan brioche salato arricchito con parmigiano grattugiato e pecorino, è una specialità tipica del periodo pasquale. In base alle zone d'Italia in cui si prepara, viene chiamata in modo diverso: la troviamo anche con il nome di crescia di Pasqua o torta di Pasqua o torta al formaggio.

Ideale da servire con salumi, verdure, olive e formaggi, è perfetta anche gustata al naturale come aperitivo o spuntino. La tradizione vuole che venga consumata principalmente a colazione nella mattina di Pasqua, ma è perfetta anche per riempire il cestino da pic nic per la classica scampagnata di Pasquetta.

Realizzarla in casa non è difficile: dopo aver preparato l'impasto, sarà necessario lasciarlo lievitare per almeno due ore, per ottenere un risultato perfetto. Questo viene trasferito in uno stampo da panettone o in una tortiera dai bordi alti, che conferirà alla pizza la tipica forma voluminosa. In assenza di questi stampi, è possibile foderare la tortiera con della carta da forno, in modo che superi in altezza i bordi.

Il sapore dei formaggi è preponderante: eventualmente è possibile diminuire la loro quantità, in base ai gusti personali. 

Ecco come preparare la pizza di Pasqua, per celebrare questa festa nel migliore dei modi!

Categoria: Antipasti

farina 00 250 g di farina 00
farina manitoba 250 g di farina Manitoba
lievito di birra 16 g di lievito di birra
olio 80 ml di olio extravergine d’oliva
latte 250 ml di latte tiepido
uovo 2 uova
sale 15 g di sale
formaggio Grana 120 g di grana grattugiato
pecorino 100 g di formaggio pecorino grattugiato

Preparazione

Come fare la Pizza di Pasqua

Iniziamo a preparare la pizza di Pasqua versando le due farine in una terrina. Uniamo il lievito di birra e mescoliamo con un cucchiaio di legno.

Prendiamo un’altra ciotola e rompiamoci le uova. Uniamo il latte tiepido, l’olio extravergine d’oliva e il sale poi amalgamiamo gli ingredienti rapidamente con una frusta.

Incorporiamo anche i formaggi grattugiati e mescoliamo fino a ottenere un composto omogeneo.

A questo punto versiamo le polveri un po’ alla volta all’interno del preparato a base di latte. Mescoliamo aiutandoci all’inizio con una frusta e poi impastiamo con le mani fino a quando la farina non sarà stata completamente inglobata dall’impasto. Dobbiamo ottenere un impasto lavorabile ma ben compatto.

Sistemiamo quanto ottenuto all’interno di una ciotola e, dopo aver praticato sulla superficie il taglio a croce, copriamo il tutto con la pellicola trasparente. Lasciamo riposare l’impasto per almeno due ore o fino a quando non avrà raddoppiato il suo volume.

Trascorso il tempo necessario per la lievitazione, riprendiamo l’impasto e lavoriamolo un po’ con le mani prima di metterlo nello stampo adatto per la cottura. Scegliamo una teglia rotonda con i bordi di un'altezza di almeno 20 cm. In alternativa possiamo usare gli stampi in carta dei panettoni da 500 grammi oppure foderare i bordi della tortiera con un foglio di carta da forno che superi l'altezza dello stampo.

Lasciamo riposare la pizza di Pasqua per altri trenta minuti.

Intanto accendiamo il forno ventilato impostandolo sui 170°C e, appena avrà raggiunto la corretta temperatura, inforniamo la pizza.

Dopo circa 35 minuti la pizza di Pasqua sarà cotta al punto giusto. Sforniamola e lasciamola intiepidire prima di servirla in tavola assieme a salumi e verdure sottolio. Possiamo presentarla in tavola intera oppure già tagliata a fette a seconda delle proprie preferenze.

Seguici su Facebook Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Facebook

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 17, Media voti: 3.8

    Torna alla Ricetta

    Per quale occasione

    La pizza di Pasqua non può mai mancare sulle tavole pasquali. 

    Curiosità

    Pare che la pizza di Pasqua abbia le sue origini nel medioevo presso le monache del monastero anconetano di Santa Maria Maddalena di Serra de' Conti.

    In Umbria e nelle Marche esiste anche una variante dolce che prevede zucchero, canditi e una glassa di meringa arricchita con zuccherini.

    Hai provato la ricetta?
    Hai dubbi o domande?

    Potrebbero interessarti anche

    Commenti degli utenti (2)

    Sara
    mercoledì 3 marzo 2021

    Buongiorno, è possibile sostituire il latte con l'acqua? Grazie

    Rispondi
    Ricetta.it
    ha scritto: mercoledì 3 marzo 2021

    Certamente, puoi anche usare del latte vegetale

    Rispondi