Pasta alla sorrentina

La pasta alla sorrentina è un primo piatto campano dai sapori mediterranei: pomodoro, basilico e mozzarella condiscono la pasta rendendola cremosa e filante.
4,6/5 Vota
Su un totale di voti: 65
  Photo credits:

Presentazione

Tempo 30 min
Difficoltà Facile
Porzioni 4
Costo Basso

La pasta alla sorrentina, tipica della cucina campana, è un primo piatto cremoso e filante da gustare la domenica o per un pranzo speciale. Prende ispirazione dalla famosa ricetta originale napoletana che prevede l’utilizzo degli gnocchi.

Gli ingredienti sono rappresentati da grandi classici della cucina mediterranea: l’olio extravergine di oliva, il basilico fresco, l’aglio, il pomodoro e la mozzarella.
Pochi e genuine materie prime che insieme danno vita ad una succulenta teglia di pasta al forno filante in grado di arrivare al cuore di tutti.

Questa piatto si presta benissimo ad essere preparato con i formati di pasta corta più vari: mezza zita, penne, rigatoni, calamarata o anche fusilli o strozzapreti. Scegli pure il formato che preferisci, ma ricorda che è fondamentale non lesinare nella preparazione del sugo alla sorrentina, che dovrà avvolgere bene la pasta, e nell’aggiunta del basilico che regalerà al piatto il suo inconfondibile profumo.
Infine, un’attenzione particolare andrà riservata alla gratinatura in forno: la crosticina croccante e il cuore cremoso e filante, daranno una marcia in più alla tua pasta alla sorrentina!

Categoria: Primi

pasta 500 g di mezza zita (o altra pasta corta)
passata di pomodoro 800 g di passata di pomodoro San Marzano
olio 5 cucchiai di olio extravergine di oliva
aglio 1 spicchio d’ aglio
mozzarella 500 g di mozzarella fiordilatte
parmigiano 6 cucchiai di parmigiano reggiano
sale q.b. sale
basilico q.b. basilico fresco

Preparazione

Come fare la Pasta alla sorrentina

Pasta alla sorrentina - P1
Pasta alla sorrentina - P2

Per preparare questa pasta cominciamo preparando il sugo alla sorrentina. In un tegame ampio, mettiamo a scaldare l’olio con uno spicchio d’aglio, schiacciato. [1]
Quindi versiamo la salsa e qualche foglia di basilico fresco e facciamo cuocere a fuoco basso, per 20-25 minuti, girando di tanto in tanto. [2] Infine saliamo.
Nel frattempo cuociamo la pasta, in abbondante acqua salata e scoliamola molto al dente, dovrà essere quasi dura.

Pasta alla sorrentina - P3
Pasta alla sorrentina - P4

Una volta ottenuta una salsa densa, mantechiamo la pasta con 3- 4 mestoli di sugo
Mettiamo un velo di sugo sul fondo di una pirofila (noi ne abbiamo utilizzata una da 25 cm di diametro) [3] e aggiungiamo metà della pasta cotta, metà della mozzarella e tre cucchiai di parmigiano grattugiato, così da formare un primo strato. [4]

Pasta alla sorrentina - P5
Pasta alla sorrentina - P6

Ricopriamo con la pasta restante, poi aggiungiamo il fiordilatte ed infine ricopriamo con il restante parmigiano. [5]
Infine cuociamo in forno statico ben caldo a 180° per 15 minuti; gli ultimi dieci minuti, aggiungiamo un filo di olio e azioniamo il grill per 10 minuti a 200°  per una bella gratinatura. [6]
Croccante fuori e cremosa dentro, ora la pasta alla sorrentina è pronta per essere servita!

Seguici su Facebook Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Facebook

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 65, Media voti: 4.6

    Torna alla Ricetta

    Consigli e Varianti

    Si consiglia di consumare la pasta alla sorrentina appena sfornata.
    Una volta cotta puoi conservarla in frigo per due giorni al massimo, chiusa in un contenitore ermetico; puoi poi scaldarla in padella, nel forno o nel forno a microonde.
    Se vuoi puoi congelarla, chiusa in un contenitore ermetico.

    Per un buon risultato finale, scola la pasta qualche minuto prima rispetto ai tempi indicati nella confezione, in questo modo terminerà la cottura in forno senza diventare molle.

    Durante la bella stagione puoi preparare la salsa con dei pomodori San Marzano maturi e a fine cottura passarli con il passaverdure; oppure, per un gusto ancora più fresco ed estivo, puoi utilizzare dei dolcissimi pomodori datterini, in questo caso non occorrerà passarli.

    Per quale occasione

    Da gustare la domenica o per un pranzo speciale in compagnia.

    La video ricetta del giorno