Come fare il pesto con gli scarti delle verdure

Come fare il pesto con gli scarti delle verdure
Photo credits:

Gli scarti di verdure possono essere trasformati in squisiti pesti da utilizzare come condimento per pasta e riso, ma anche per preparare dei gustosi crostini da servire come aperitivo.

Ecco allora come fare un pesto usando scarti di finocchio, foglie di sedano, scarti cavolo nero e di broccoli, tutte cose che solitamente vengono gettate via e che invece possono essere usate per preparare un buon pesto alternativo rispetto a quelli che siamo abituati a mangiare di solito.

Pesto con gli scarti dei finocchi

Avete presente le foglie esterne dei finocchi che solitamente si gettano perchè troppo coriacee, così come la parte verde che assomiglia ad una barba?
Tenetele da parte e usatele per preparare un delicato pesto di finocchio.

Pesto con gli scarti del finocchio

Ingredienti

200 g di scarti di finocchio
2 cucchiai di grana padano grattugiato
20 g di mandorle già pelate
olio extravergine d'oliva
sale fino

Preparazione

Eliminiamo i filamenti dagli scarti del finocchio, laviamoli accuratamente e dopo averli tagliati a pezzetti li facciamo sbollentare per 10 minuti.
Scoliamo e mettiamo a raffreddare.

Mettiamo le mandorle in una padella e facciamo tostare leggermente.

Una volta che i finocchi e le mandorle sono fredde, mettiamole all'interno di un mixer, aggiungiamo il grana grattugiato, un pizzico di sale e 2 cucchiai d'olio evo.

Azioniamo il mixer e frulliamo fino ad ottenere una consistenza cremosa e se necessario, aggiungiamo un'altro po' d'olio.

Il pesto si conserva in vasetti sterilizzati in frigo per una settimana circa o volendo lo possiamo congelare, ma per non più di tre mesi.

Pesto con foglie di sedano

Tra ciò che scartiamo del sedano solitamente ci sono le foglie e le parti più coriacee, che possono essere utilizzate per preparare un pesto sostituendo o arricchendo il classico basilico.

Ingredienti

50 g di foglie di sedano
1 cucchiaio di pinoli
1 cucchiaio di semi di girasole
30 g di mandorle leggermente tostate
1 spicchio d'aglio
2 cucchiai d'acqua
olio extravergine d'oliva
pepe
sale
foglie di basilico (facoltativo)
ricotta o caprino (facoltativo)

Preparazione

Laviamo le foglie di sedano con parte del gambo e mettiamole all'interno di un mixer ( o in un mortaio).
Aggiungiamo le mandorle, i pinoli e i semi di girasole, l'acqua e poco olio.
Frulliamo il tutto e se dovesse risultare troppo denso, possiamo aggiungere un altro filo d'olio o in alternativa dell'acqua.
Non scordiamo di aggiungere il sale e il pepe.

Prima di condire la pasta, versiamo il pesto in una padella e facciamo scaldare leggermente, magari aggiungendo un po' di acqua di cottura della pasta.

Per un tocco in più, possiamo aggiungere al pesto di foglie di sedano, due cucchiai di ricotta o di formaggio spalmabile.

Pesto con gli scarti del cavolo nero

I gambi del cavolo nero, così come le nervature centrali sono spesso scartati perchè duri e filamentosi.
Perchè non impiegarli allora per realizzare un pesto in versione invernale?

Ingredienti

125 g di scarti di cavolo nero (gambi, nervatura centrale, cimette, pezzi di foglie)
1 cucchiaio di pecorino grattugiato
1 cucchiaio di pinoli
1 cucchiaio d'olio evo
1 spicchio d'aglio
sale
peperoncino q.b.

Preparazione

Dopo aver lavato tutti gli scarti del cavolo nero e averli tagliati a pezzetti, mettiamoli a bollire per una decina di minuti.
Scoliamo il cavolo e conserviamo l'acqua di cottura che ci servirà per diluire il pesto.

Una volta raffreddato, mettiamolo nel mixer insieme ai pinoli, al pecorino, l'olio, l'aglio, il sale e il peperoncino (si può sostituire con il pepe).
Azioniamo il mixer e se necessario aggiungiamo un po' d'acqua di cottura dei cavoli per ottenere una consistenza cremosa.

Il pesto può essere usato sia per condire la pasta o il riso, sia per preparare dei crostini di pane.
Va conservato in frigo in un contenitore a chiusura ermetica per 4-5 giorni.

Pesto con gli scarti dei broccoli

Non gettiamo via i gambi e le foglie dei broccoli perché sono ottimi per preparare un delizioso pesto.

pesto con gli scarti dei broccoli

Ingredienti

180 g di scarti di broccoli
150 g di fagioli cannellini lessati
60 g di olio evo
20 g di mandorle pelate
succo di mezzo limone
1 spicchio d'aglio
semi di sesamo bianchi
sale

Preparazione

Dopo aver pulito e sbollentato gli scarti del broccolo, preleviamoli dall'acqua di cottura e mettiamoli a raffreddare.

Una volta freddi mettiamo all'interno del boccale del mixer i resti del broccolo, i fagioli cannellini, l'olio, l'aglio, le mandorle pelate, il succo del limone e un pizzico di sale.
Frulliamo il tutto e se necessario aggiungiamo un cucchiaio d'acqua di cottura dei broccoli.
Volendo si possono aggiungere i semi di sesamo, ma dipende dai gusti personali di ognuno di noi.

Una volta fatto è pronto per essere usato come condimento per la pasta e quello che eventualmente dovesse avanzare può essere conservato in frigorifero per 3-4 giorni.

Seguici su Google News Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Google News

Salva la Ricetta Salva nel tuo Ricettario