Danubio bicolore alla Nutella

4,5/5 Vota
Su un totale di voti: 59
Come si prepara, quali sono gli ingredienti e come si presenta a tavola.
Danubio bicolore alla Nutella
  Photo credits:

Presentazione

Tempo 220 min
Difficoltà Media
Porzioni 6
Costo Basso

Il danubio bicolore alla Nutella è un lievitato dolce soffice e goloso, preparato con un pan brioche senza burro, bianco e nero.

Le palline bicolori del danubio contengono un cuore cremoso di crema di nocciole e vengono alternate in teglia per creare un effetto scenografico molto bello.

Il danubio bicolore alla Nutella è perfetto per la colazione e la merenda, ma è anche un’ottima idea per un buffet per le feste di compleanno dei bambini.

Il danubio si può realizzare in teglia tonda o rettangolare, sarà ugualmente facilissimo servirlo in tavola dove ognuno potrà staccare il proprio piccolo panino ripieno.

Categoria: Dolci

farina 00 300 g di farina 00
farina manitoba 270 g di farina Manitoba
cacao 30 g di cacao amaro
lievito di birra 7 g di lievito di birra secco (o 20 g di lievito di birra fresco)
zucchero 120 g di zucchero semolato
arachidi 100 g di olio di arachidi
latte 220 ml di latte tiepido + q.b. per spennellare
uovo 2 uova medie
sale un pizzico di sale
estratto di vaniglia 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
Per farcire Per farcire
Nutella 300 g di Nutella

Preparazione

Come fare il Danubio bicolore alla Nutella

Danubio bicolore alla Nutella - P1
Danubio bicolore alla Nutella - P2

Preparate gli impasti in due ciotole separate.
Impasto bianco: 150 g di farina, 150 g di manitoba, un uovo, un pizzico di sale, 3,5 g di lievito, 60 g di zucchero, 50 g di olio, 100 ml di latte.
Impasto al cacao: unite il resto degli ingredienti aggiungendo in più il cacao e la vaniglia [1].

Impastate energicamente, a mano o con la planetaria, per almeno 10 minuti, fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo. Formate due palle e mettete a lievitare in due ciotole leggermente unte e coperte da pellicola. Serviranno circa 2 ore [2].

Danubio bicolore alla Nutella - P3
Danubio bicolore alla Nutella - P4

Quando gli impasti saranno raddoppiati di volume [3], trasferiteli sul piano di lavoro.
Dividete ogni panetto in pezzetti di circa 60 g ciascuno [4].

Danubio bicolore alla Nutella - P5
Danubio bicolore alla Nutella - P6

Schiacciate leggermente con le mani ogni pezzetto di impasto bianco e ponete al centro un cucchiaino abbondante di Nutella [5]. Richiudete sigillando bene sotto le palline, rendendo la superficie liscia.
Fate lo stesso con i pezzetti di impasto al cacao [6].

Danubio bicolore alla Nutella - P7
Danubio bicolore alla Nutella - P8

Posizionatele, alternando i colori, in uno stampo circolare rivestito di carta da forno. Lasciate qualche cm di spazio fra loro [7]. Coprite con pellicola e fate lievitare ancora per 2 ore o fino a quando le palline si saranno gonfiate e avvicinate.
Spennellate la superficie con il latte [8]. Infornate il danubio bicolore a 175° in forno statico già caldo per circa 30 minuti, sfornatelo e lasciatelo intiepidire prima di sformarlo.

Seguici su Facebook Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Facebook

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 59, Media voti: 4.5

    Torna alla Ricetta

    Consigli

    Il danubio dolce bicolore si conserva soffice a temperatura ambiente, chiuso in un sacchetto per alimenti, per 2-3 giorni. Scaldatelo per qualche minuto in forno e tornerà come appena sfornato.

    Alternate i colori delle palline ripiene per creare un effetti gradevole alla vista. Lavorate l’impasto a lungo fino a quando non sarà liscio ed elastico, altrimenti le palline non avranno una superficie uniforme.

    Il danubio si può congelare da crudo, dopo la prima lievitazione, oppure da cotto, lasciandolo scongelare a temperatura ambiente prima di consumarlo.

    Potete aromatizzare l’impasto scuro con il caffè al posto del cacao, aggiungendo 2 cucchiai di caffè solubile da sciogliere nel latte.
    Potete farcire, volendo, le palline bianche con crema di nocciole e quelle scure con crema al cioccolato bianco o crema pasticcera.

    Hai provato la ricetta?
    Hai dubbi o domande?

    Potrebbero interessarti anche