Sfincione palermitano

Lo sfincione è un lievitato tipico di Palermo soffice, alto e condito con sugo di pomodoro e caciocavallo. Ecco la ricetta per prepararlo a casa.
4,8/5 Vota
Su un totale di voti: 40
  Photo credits:

Presentazione

Tempo 120 min
Difficoltà Media
Porzioni 4
Costo Basso

Lo sfincione, in siciliano sfinciuni o spinciuni, è un prodotto lievitato tipico di Palermo, alto e soffice, inserito nei prodotti agroalimentari tradizionali italiani e uno degli street food più amati dai siciliani (e non solo).

Essendo una ricetta tradizionale se ne trovano di diverse varianti, sia per l'impasto che per la farcitura, ma quello classico, che si trova in tutte le bancarelle palermitane, è preparato con un condimento a base di pomodoro, formaggio e cipolle.

La caratteristica principale dello sfincione è il suo impasto alto e morbido, proprio come una spugna, grazie anche alla presenza della semola di grano duro nell’impasto.
Un sugo ricco e saporito a base di cipolle e pomodoro andranno poi a condire la base bianca impreziosita da acciughe sott’olio e bastoncini di caciocavallo.

Un piatto unico saporito e perfetto per molte occasioni, come aperitivi, buffet e cene informali.

Prepararlo in casa non è difficile: segui i nostri consigli!

Categoria: Lievitati

PER L'IMPASTO PER L'IMPASTO
farina 400 g di farina 0 per pizza
100 g di semola rimacinata 100 g di semola rimacinata
acqua 300-350 g circa di acqua tiepida
lievito di birra 10 g di lievito di birra fresco
olio 10 g di olio extra vergine d'oliva
sale 10 g di sale fino
PER IL SUGO PER IL SUGO
cipolla 2 cipolle grandi
pomodori pelati 500 g di pomodori pelati
olio q.b. olio extra vergine d'oliva
acciughe 3-4 filetti di acciughe sott’olio
sale q.b. sale
PER IL CONDIMENTO PER IL CONDIMENTO
caciocavallo 200 g di caciocavallo
acciughe 7-8 filetti di acciughe sott’olio
origano q.b. origano
pangrattato q.b. pangrattato

Preparazione

Come fare lo Sfincione palermitano

Sfincione - Passaggio 1
Sfincione - Passaggio 2

Per l’impasto: versate le farine in una ciotola, aggiungete l’acqua tiepida in cui avrete sciolto il lievito [1].
Date una prima mescolata, quindi unite anche l’olio [2] e poi il sale.

Sfincione - Passaggio 3
Sfincione - Passaggio 4

Lavorate il composto a lungo, fino a ottenere un impasto liscio, omogeneo e non troppo appiccicoso. Se utilizzate una planetaria serviranno circa 10 minuti, il doppio se impastate a mano.
Formate una palla e mettetela in una ciotola a lievitare [3], coperta, per circa 3 ore. L’impasto dovrà triplicare il suo volume.
Nel frattempo,  in una larga padella versate e scaldate un giro abbondante di olio e fatevi sciogliere dolcemente le acciughe [4].

Sfincione - Passaggio 5
Sfincione - Passaggio 6

Aggiungete le cipolle affettate sottilissime e fatele appassire a fuoco medio-basso [5].
Dopo circa 10 minuti, le cipolle saranno appassite e potrete aggiungere i pomodori pelati [6], schiacciandoli leggermente con il cucchiaio.

Sfincione - Passaggio 7
Sfincione - Passaggio 8

Cuocete il sugo di cipolle, mescolando di tanto in tanto, per circa 30 minuti. Regolate di sale e tenete da parte [7].
Tagliate quasi tutto il caciocavallo a bastoncini, lasciandone da parte un paio di cucchiai grattugiato.
Quando l’impasto sarà pronto, si presenterà gonfio e liscio [8].

Sfincione - Passaggio 9
Sfincione - Passaggio 10

Trasferitelo delicatamente sul piano di lavoro infarinato [9], quindi stendetelo nella teglia leggermente oliata, facendo attenzione a non sgonfiarlo troppo.
Aggiungete sulla superficie le acciughe spezzettate e lasciate riposare 20 minuti. [10]

Sfincione - Passaggio 11
Sfincione - Passaggio 12

A questo punto, “sporcate” leggermente la base distribuendo su tutta la superficie un cucchiaio scarso di sugo. Aggiungete i bastoncini di caciocavallo affossandoli leggermente con le dita. [11]
Poi distribuite il sugo di cipolle su tutta la superficie dello sfincione, condite con il caciocavallo grattugiato, origano e pangrattato [12].
Lasciate lievitare ancora un’ora, quindi infornate lo sfincione a 250 gradi in forno statico preriscaldato per circa 30 minuti. 

Seguici su Facebook Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Facebook

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 40, Media voti: 4.8

    Torna alla Ricetta

    Consigli

    Lo sfincione si conserva a temperatura ambiente per 2-3 giorni, chiuso in un sacchetto di carta.
    Si può congelare, una volta cotto, per 1-2 mesi.

    L’impasto dello sfincione deve essere soffice e alto, è consigliabile quindi stenderlo in teglia con uno spessore di almeno 2 cm e condirlo affossando leggermente i condimenti con le dita.
    E’ preferibile consumarlo caldo o tiepido ma non bollente.

    Se preferite, potete omettere il pangrattato finale, utilizzare cipolle rosse al posto delle bianche e un formaggio semi stagionato diverso dal caciocavallo.

    Per quale occasione

    Lo sfincione è perfetto per aperitivi, spuntini e buffet, per assaporare in casa i sapori e profumi palermitani.

    Curiosità

    Lo sfincione è caratterizzato da un impasto morbidissimo, simile ad una spugna. Le sue origini sono incerte: la teoria più accreditata vuole che siano state le suore del monastero di San Vito a prepararlo per la prima volta.

    La video ricetta del giorno

    Potrebbero interessarti anche