Pasta con zucca e speck

La pasta con zucca e speck è un primo piatto rustico e gustoso, preparato in pochi minuti con caserecce condite con zucca stufata, timo e speck croccante.

Il tocco del pepe macinato fresco e del grana grattugiato conferiscono a questo piatto un sapore deciso, perfetto nel contrasto fra la dolcezza della zucca e la sapidità dello speck.

Un piatto autunnale veloce e saporito, da cucinare in famiglia o con gli amici in ogni occasione.
Il condimento può essere realizzato in anticipo, avendo cura di aggiungere lo speck al condimento pochi istanti prima di unire anche la pasta in modo che resti croccante e non si inumidisca troppo.

Leggi i nostri consigli e preparala insieme a noi!

Categoria: Primi

4,4/5 Vota
Su un totale di voti: 127
  Photo credits:
Tempo 30 min
Difficoltà Facile
Porzioni 4
Costo Basso

Ingredienti per 4 persone

pasta 350 g di caserecce o altra pasta corta
zucca 250 g di zucca (al netto degli scarti)
speck 150 g di speck in un’unica fetta
olio q.b. olio extra vergine d'oliva
timo 4-5 rametti di timo fresco
sale e pepe q.b. sale e pepe
cipolla 1/2 cipolla rossa
formaggio grana q.b. grana grattugiato

Preparazione

Come fare la Pasta con zucca e speck

Pasta con zucca e speck - P1
Pasta con zucca e speck - P2

Portate ad ebollizione abbondante acqua salata. Tagliate la zucca e cubetti di circa un cm. [1]
In una larga padella fate appassire in 3-4 cucchiai di olio, la cipolla tritata finemente e i rametti di timo. [2]

Pasta con zucca e speck - P3
Pasta con zucca e speck - P4

Aggiungete la zucca e cuocete a fuoco vivo per qualche minuto. [3]
Aggiungete quindi un mestolo di acqua o brodo bollente, coprite con il coperchio e stufatela a fuoco medio basso per circa 15 minuti. Regolate di sale e pepe. [4]

Pasta con zucca e speck - P5
Pasta con zucca e speck - P6

Tagliate lo speck a cubetti, rosolatelo in padella con un filo d’olio e quando sarà croccante unitelo alla zucca. [5]
Lessate la pasta. Nel frattempo, cuocete il condimento ancora per qualche minuto affinché i sapori siano ben amalgamati fra loro. [6]

Pasta con zucca e speck - P7
Pasta con zucca e speck - P8

Scolate la pasta molto al dente e unitela al condimento di zucca e speck. [7]
Saltate la pasta a fuoco vivo e portatela a cottura unendo qualche cucchiaio di acqua di cottura, fino a quando non sarà ben legata al condimento. Servite immediatamente con pepe macinato fresco e una spolverata di grana grattugiato. [8]

Seguici su Facebook Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Facebook

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 127, Media voti: 4.4

    Torna alla Ricetta

    Consigli e Varianti

    La pasta con zucca e speck si conserva per 1-2 giorni al massimo in frigo chiusa in un contenitore di vetro.
    Si sconsiglia la congelazione.

    Se avete poco tempo a disposizione o anche se volete che la zucca si sfaldi e diventi cremosa a fine cottura, tagliatela in cubetti molto piccoli così da stufarli in pochi minuti.
    E’ consigliabile rosolare lo speck in una padella a parte così da renderlo croccante e dorato prima di unirlo al condimento a base di zucca.

    Per una consistenza e un sapore più delicati potete unire lo speck a straccetti sottili al posto dei cubetti. In questo caso, non servirà rosolarli ma basterà unirli alla zucca una volta cotta.

    Se volete rendere il condimento più cremoso potete prelevare un terzo di zucca cotta e frullarla.

    Potete aromatizzare con salvia o rosmarino al posto del timo, oppure scegliere cipollotto o porro al posto della cipolla rossa.

    Se preferite, potete unire al condimento anche un formaggio cremoso come la robiola, il gorgonzola o la Philadelphia così da renderlo più fluido.

    Per quale occasione

    Ottima per una cena informale con gli amici o un pranzo in famiglia.

    Vino da abbinare

    Questo primo piatto è ottimo accompagnato da un vino bianco fresco e aromatico come, ad esempio, un Gewürztraminer, un Riesling o uno Chardonnay.

    La video ricetta del giorno

    Hai provato la ricetta?

    Hai dubbi o domande?

    Accedi per commentare

    Potrebbero interessarti anche