Panzerotti fritti

I panzerotti fritti sono un piatto tipico pugliese, preparati con un impasto lievitato a forma di mezzaluna e farcito con pomodoro, mozzarella e basilico.
4,5/5 Vota
Su un totale di voti: 70
  Photo credits:

Presentazione

Tempo 180 min
Difficoltà Media
Porzioni 4
Costo Basso

I panzerotti fritti sono un piatto tipico della tradizione pugliese, preparati con un impasto lievitato, simile a quello della pizza, a forma di mezzaluna e farcito con pomodoro, mozzarella e basilico.

Fragranti e dorati, i calzoni hanno una dimensione abbastanza grande, solitamente maggiore rispetto a quella dei panzerotti con cui condividono però forma e ripieni.

I calzoni pugliesi possono essere fritti o cotti in forno e richiedono una doppia lievitazione. Sono perfetti per aperitivi e cene informali, ma anche come sostanzioso spuntino o per un pic nic.

Oggi il calzone fritto fa parte del cosiddetto street food, poiché si può tranquillamente mangiare camminando per strada. 

Vediamo insieme come preparare i calzoni fritti con un ripieno di pomodoro e mozzarella.

Categoria: Lievitati

PER L'IMPASTO: PER L'IMPASTO:
farina 250 g di farina 0
250 g di semola rimacinata di grano duro 250 g di semola rimacinata di grano duro
acqua 270-280 ml di acqua tiepida
sale 10 g di sale fino
zucchero 1 cucchiaino di zucchero
olio 20 g di olio extra vergine di oliva
lievito di birra 10 g di lievito di birra fresco
PER IL RIPIENO: PER IL RIPIENO:
passata di pomodoro 150 g di passata di pomodoro
mozzarella 200 g di mozzarella fiordilatte
caciocavallo q.b. formaggio grattugiato ( caciocavallo o canestrato)
basilico q.b. basilico
sale q.b. sale
olio q.b. olio extra vergine di oliva
PER FRIGGERE: PER FRIGGERE:
arachidi q.b. olio di arachidi

Preparazione

Come fare i Panzerotti fritti pugliesi

Panzerotti fritti pugliesi - p1Panzerotti
Panzerotti fritti pugliesi - p2

Versate le farine in una ciotola o nell’impastatrice [1].
Aggiungete lo zucchero, l’olio e il lievito sciolto nell’acqua tiepida. Amalgamate il tutto e unite anche il sale [2].

Panzerotti fritti pugliesi - p3
Panzerotti fritti pugliesi - p4

Lavorate l’impasto fino a ottenere un composto liscio e omogeneo, non appiccicoso e ben incordato. Formate una palla e fate lievitare per 2 ore circa o fino al raddoppio [3].
L’impasto sarà pronto quando sarà gonfio e raddoppiato di volume [4].

Panzerotti fritti pugliesi - p5
Panzerotti fritti pugliesi - p6

Riprendete l’impasto, dividetelo in pezzetti del peso di circa 70-80 ognuno [5].
Formate delle palline con le mani facendo in modo che siano lisce e con l’attaccatura nella parte sottostante [6].

Panzerotti fritti pugliesi - p7
Panzerotti fritti pugliesi - p8

Proseguite lavorando in questo modo tutti i pezzi di impasto. Fate lievitare nuovamente le palline per un’ora [7].
Tagliate la mozzarella a cubotti e lasciatela sgocciolare per qualche minuto, condite la passata con un pizzico di sale e un filo d’olio, lavate e asciugate le foglioline di basilico [8].

Panzerotti fritti pugliesi - p9
Panzerotti fritti pugliesi - p10

Prelevate una delle palline lievitate e stendetela con il matterello su un piano infarinato fino a un diametro di circa 15 cm [9].
Farcite ogni disco al centro con un cucchiaio di passata [10].

Panzerotti fritti pugliesi - p11
Panzerotti fritti pugliesi - p12

Aggiungete il formaggio grattugiato, un paio di pezzi di mozzarella e il basilico [11].
Ripiegate immediatamente a metà il disco di pasta e sigillate perfettamente i bordi facendo pressione con le dita o, eventualmente, con i rebbi di una forchetta [12].

Panzerotti fritti pugliesi - p13
Panzerotti fritti pugliesi - p14

Scaldate abbondante olio in una larga padella, friggetevi pochi calzoni alla volta irrorandoli con l’olio bollente anche in superficie [13].
Rigirate i calzoni per farli dorare dolcemente e in modo uniforme così che possano cuocere bene anche all’interno. Scolateli su carta assorbente e serviteli caldi [14].

 

Seguici su Facebook Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Facebook

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 70, Media voti: 4.5

    Torna alla Ricetta

    Consigli e Varianti

    I calzoni fritti si conservano per 1-2 giorni a temperatura ambiente, ma essendo fritti non conservano a lungo fragranza e sofficità.

    È consigliabile farcire i calzoni esattamente al centro evitando, quando si ripiegano, di lasciar fuoriuscire qualche ingrediente che potrebbe compromettere la fase di frittura. È necessario sigillarli perfettamente e fare in modo che abbiano tutti la stessa grandezza per evitare che restino crudi all’interno.

    Si possono congelare, una volta fritti, per 1-2 mesi.

    I calzoni fritti si possono realizzare con diversi ripieni. in Puglia sono molto diffusi quelli con pomodoro e mozzarella con l’aggiunta di formaggio, origano o basilico. Potete farcirli anche con ricotta, cime di rapa e salsiccia, prosciutto e formaggio. L’impasto è solitamente realizzato con una parte di semola rimacinata che conferisce ai calzoni una bella doratura.

    Altre farciture possono essere provola e scarola, prosciutto cotto e funghi, alici e zucchine.

    Per quale occasione

    I calzoni fritti sono perfetti da gustare mentre si passeggia oppure per aprire un buffet casalingo.

    Curiosità

    Il calzone fritto deriva da una tradizione culinaria povera. Infatti la ricetta è nata per trovare un modo di usare i ritagli della pasta del pane, che veniva riempita con un po' di avanzi di vari ingredienti, per lo più mozzarella e pomodoro.

    La video ricetta del giorno

    Potrebbero interessarti anche