Granita alla mandorla

La granita alle mandorle, perfetta da gustare in estate con una brioche calda, si prepara con acqua e pasta di mandorle. Vediamo come prepararla.
4,1/5 Vota
Su un totale di voti: 61
  Photo credits:

Presentazione

Tempo 180 min
Difficoltà Facile
Porzioni 6
Costo Basso

La granita alla mandorla è perfetta da gustare accompagnata dalla classica brioche con il tuppo, a colazione, a merenda o in qualsiasi momento della giornata.

Anche se vi sembra un netto contrasto gustare una granita fredda con un elemento caldo e fragrante come la brioche, state pur tranquilli perché la tradizione sicula vuole proprio che il calore della brioche faccia sciogliere la granita formando una deliziosa e sublime cremina fredda in cui inzuppare la brioche fragrante.

Serviranno un panetto di pasta di mandorle, acqua ed eventualmente un pizzico di cannella! Un dolce fresco senza glutine e senza lattosio, perfetto quindi per celiaci e intolleranti!

Vediamo insieme come preparare la granita di mandorle in casa con o senza gelatiera.

Categoria: Granite

mandorle 300 g di pasta di mandorle
acqua 1 l di acqua
cannella un pizzico di cannella (facoltativo)

Preparazione

Come fare la Granita di mandorle

Per preparare la granita alle mandorle, iniziamo a mettere l'acqua in una pentola di acciaio inox e portiamola a bollore.
Aggiungiamo il pizzico di cannella e poi spegniamo la fiamma e lasciamo riposare.

Appena l'acqua sarà tiepida, spezzettiamo il panetto di pasta di mandorle e mescoliamo con un cucchiaio di legno fino a farlo sciogliere completamente.

Adesso filtriamo il composto per togliere tutti i grumi e poi mettiamolo nella gelatiera seguendo le istruzioni riportate sull'apparecchio.

Granita alla mandorla senza gelatiera

Possiamo realizzare una granita alla mandorla anche senza gelatiera.

Prendiamo una ciotola metallica bassa e larga che vada bene nel congelatore.
Versiamo il liquido realizzato in precedenza e mettiamo a congelare il composto.
Ogni quarto d'ora, mescoliamo con una frusta di acciaio.

Questa operazione è fondamentale altrimenti la granita diventa un unico blocco di ghiaccio.

Dopo 3- 4 ore la granita è diventata bella granulosa ed è pronta da gustare.

Seguici su Facebook Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Facebook

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 61, Media voti: 4.1

    Torna alla Ricetta

    Consigli e Varianti

    È consigliabile consumare la granita di mandorle entro due o tre giorni dalla sua preparazione tenendola ovviamente nel frezeer e rigirandola di tanto in tanto per mantenere la sua cremosità.

    Per quale occasione

    La granita alla mandorla è perfetta da gustare con la tipica brioche siciliana calda.

    La video ricetta del giorno

    Commenti degli utenti (1)

    Concetta
    martedì 22 settembre 2020

    La faccio con la pasta di mandorle fatto da me con le mie mandorle

    Rispondi