Crostata senza glutine alla marmellata

4,8/5 Vota
Su un totale di voti: 16
Come si prepara, quali sono gli ingredienti e come si presenta a tavola.
Crostata senza glutine alla marmellata
Photo credits:
Tempo 60 min
Difficoltà Facile
Porzioni 6
Costo Basso

Presentazione

La crostata senza glutine alla marmellata è un delizioso dolce casereccio, adatto a tutte le persone celiache o intolleranti: la pasta frolla in questo caso è realizzata con la farina di riso e la fecola di patate.

Per quanto riguarda la farcitura, noi abbiamo scelto una golosa marmellata di lamponi, ma, ovviamente, ognuno può utilizzare l'aroma che si preferisce, oppure optare per creme o cioccolato!
Una torta ideale da gustare a colazione, insieme a una tazza di tè caldo o un cremoso cappuccino, ma anche apprezzatissima da grandi e piccini se servita come dessert a fine pasto.

Scopriamo insieme come fare in casa la crostata senza glutine alla marmellata: leggi i nostri consigli e guarda la videoricetta!

Categoria: Crostate

farina 200 g di farina di riso
fecola di patate 50 g di fecola di patate
zucchero 150 g di zucchero semolato
uovo 1 uovo
burro 150 g di burro
lievito 8 g di lievito per dolci
limone la scorza grattugiata di 1/2 limone non trattato
marmellata 450 g di marmellata ai lamponi

Video Ricetta

Passo Passo

Preparazione

Come fare la crostata senza glutine alla marmellata

Crostata senza glutine alla marmellata - Passaggio 1
Crostata senza glutine alla marmellata - Passaggio 2

Per preparare questa crostata senza glutine, dobbiamo innanzitutto unire all'interno di una ciotola capiente la farina di riso e la fecola di patate, quindi aggiungere un uovo [1] e poi a seguire gli altri ingredienti: lo zucchero semolato, il lievito per dolci [2] e la scorza grattugiata di 1/2 limone non trattato.

Crostata senza glutine alla marmellata - Passaggio 3
Crostata senza glutine alla marmellata - Passaggio 4

Infine aggiungiamo anche il burro freddo di frigorifero tagliato a pezzetti [3].
Iniziamo a lavorare il composto con le mani nella ciotola per amalgamare gli ingredienti [4], poi trasferiamolo sopra una spianatoia infarinata e continuiamo ad impastare energicamente fino ad ottenere un panetto compatto e liscio.

Crostata senza glutine alla marmellata - Passaggio 5
Crostata senza glutine alla marmellata - Passaggio 6

Avvolgiamolo con un foglio di pellicola trasparente per alimenti [5] e riponiamolo in frigorifero a riposare per almeno un'ora.
Trascorso il tempo di risposo, stendiamo la pasta frolla con il mattarello fino a uno spessore di 4-5 mm [6], dopodiché trasferiamola delicatamente in una tortiera da 22 cm di diametro, precedentemente imburrata e infarinata (ricordatevi di usare anche qui la farina di riso) e facciamola aderire bene ai bordi eliminando quella in eccesso.

Crostata senza glutine alla marmellata - Passaggio 7
Crostata senza glutine alla marmellata - Passaggio 8

Bucherelliamo il fondo con i rebbi di una forchetta [7] e farciamo la crostata con la marmellata [8]: noi abbiamo scelto quella di lamponi, ma è possibile variare, l'importante è optare per una confettura non troppo liquida.

Crostata senza glutine alla marmellata - Passaggio 9
Crostata senza glutine alla marmellata - Passaggio 10

Stendiamo la frolla avanzata e con dei coppapasta ricaviamo delle formine con cui decorare la torta [9].
Cuociamo la crostata senza glutine alla marmellata in forno preriscaldato a 180° per circa 30 minuti [10].

Consigliamo di lasciarla raffreddare completamente prima di servirla.

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 16, Media voti: 4.8

    Vai alla Ricetta

    Hai provato la ricetta o hai domande?

    Consigli

    Possiamo conservare la crostata senza glutine alla marmellata a temperatura ambiente fino a un massimo di 3 giorni.

    Controllate che la farina di riso, la fecola di patate e la marmellata riportino sulla confezione la dicitura "senza glutine".

    Per quale occasione

    La crostata senza glutine alla marmellata è un dolce ideale da preparare per la colazione e gustare insieme a una bevanda calda.
    Ottima da servire anche nel pomeriggio, preferibilmente con una tazza di tè.