Crostata di amarene

5,0/5 Vota
Su un totale di voti: 2
Come si prepara, quali sono gli ingredienti e come si presenta a tavola.
Crostata di amarene
  Photo credits:
Tempo 60 min
Difficoltà Facile
Porzioni 6
Costo Basso

Presentazione

La crostata di amarene è un dolce semplice e veloce da preparare, perfetto anche per chi non è troppo pratico in cucina.
Si tratta di una torta con una base fragrante di pasta frolla farcita con confettura di ciliegie e amarene tagliate a pezzetti.

Le amarene sono frutti tipici della bella stagione, dolci e apprezzati da grandi e piccini. Se vogliamo un dolce delizioso da gustare in qualsiasi momento della giornata o da servire come dessert a fine pasto ai nostri ospiti, questa crostata è l'ideale.

Scopriamo con le spiegazioni dei vari passaggi, come realizzare senza difficoltà una genuina crostata di amarene!

Categoria: Crostate

pasta frolla PER LA PASTA FROLLA
farina 00 300 g di farina 00
burro 200 g di burro
zucchero 125 g di zucchero semolato
fecola di patate 3 cucchiai di fecola di patate
tuorlo 3 tuorli d’uovo
vanillina 1 bustina di vanillina
limone la scorza grattugiata di 1 limone
sale 1 pizzico di sale
PER LA FARCITURA PER LA FARCITURA
amarene 800 g di amarene
marmellata 150 g di marmellata di ciliegie
zucchero 2 cucchiai di zucchero semolato

Preparazione

Come fare la crostata di amarene

Snoccioliamo le amarene, con l’uso dell’apposito utensile o tagliandole in due e levando il nocciolo.
Mettiamo in una casseruola con due cucchiai di zucchero e facciamo scottare sul fuoco per alcuni minuti, dopodiché scoliamo il liquido e facciamo raffreddare.

Procediamo quindi con l’impasto: se utilizziamo la planetaria, inseriamo il burro tagliato a tocchetti, insieme agli altri ingredienti, ad esclusione dei tuorli che inseriamo dopo una prima mescolata. Una volta uniti tutti gli elementi, lasciamo lavorare il robot fino ad ottenere un impasto omogeneo e liscio.

In alternativa, possiamo fare la pasta a mano: disponiamo sul tavolo da lavoro la farina a fontana, insieme alla fecola, lo zucchero, il sale, la vanillina, la scorza del limone grattugiata e al centro aggiungiamo il burro freddo tagliato a pezzetti.
Impastiamo questi primi elementi, facendo attenzione a incorporare bene il burro e poi aggiungiamo i tuorli. Lavoriamo il composto velocemente per evitare che si riscaldi, fino a che non raggiunge la perfetta consistenza di un panetto di pasta frolla. Avvolgiamolo nella pellicola trasparente per alimenti e poniamolo in frigorifero a riposare per almeno 30 minuti.

Trascorso il tempo di riposo, mettiamo un pezzo di pasta frolla da parte e il resto stendiamolo con un mattarello fino a uno spessore di circa 4-5 mm.
Quindi trasferiamolo in uno stampo da 24 cm di diametro, precedentemente imburrato; facciamo aderire bene la pasta frolla sul fondo e sui lati della tortiera, eliminando quella in eccesso.

Spalmiamo la marmellata di ciliegie sulla base e adagiamovi sopra le amarene precedentemente scottate in modo ravvicinato in modo da coprirla tutta la superficie.

Prendiamo l’impasto messo da parte, stendiamolo sempre con il mattarello e con un coltello o un tagliapasta ricaviamo delle losanghe da disporre sulla crostata.
Cuociamo in forno preriscaldato a 170/180° per 25/30 minuti.

Ultimata la cottura, facciamo raffreddare la crostata di amarene prima di servire con una spolverata di zucchero a velo.

Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Google News

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 2, Media voti: 5

    Vai alla Ricetta

    Consigli

    Se riponiamo la crostata in frigorifero sotto una campana di vetro, la possiamo conservare per almeno cinque giorni.

    Per quale occasione

    Il dolce può essere consumato sia a colazione che a merenda accompagnato con una spremuta o un succo di frutta. Se la sfoglia è abbastanza sottile rappresenta anche un ottimo dessert da servire a fine pasto.

    Vino da abbinare

    Possiamo abbinare questo dolce con un vino bianco aromatico o uno spumante.

    Hai provato la ricetta o hai domande?