Churros (ricetta originale spagnola)

Se c'è un cibo, oltre alla Paella, che unisce tutta la Spagna da Nord a Sud sono i Churros!

Serviti tradizionalmente per colazione (o per merenda) insieme ad una densa cioccolata calda in cui poterli intingere, i churros spagnoli sono un dolce fritto preparato con solo 2 ingredienti: acqua e farina.

Famosi anche in America latina, dove tuttavia assumono connotazioni un po' diverse soprattutto per l'accompagnamento, i churros fanno sempre la gioia di tutti i bambini!

L'impasto non è di per sé dolce, è neutro proprio come la pasta choux, da cui però si differenzia perchè non prevede l'aggiunta delle uova.
La preparazione di questa golosità non è difficile, ma richiede attenzione nel momento della formazione e della successiva frittura: nei nostri consigli sotto al ricetta vi spieghiamo tutto nel dettaglio. Non perdeteli e rimboccatevi le maniche perchè oggi per merenda ci trasferiamo in Spagna!

Cosa ci serve per la ricetta:

Churrera >>

Categoria: Dolci

4,3/5 Vota
Su un totale di voti: 398
  Photo credits:
Tempo 50 min
Difficoltà Media
Porzioni 4
Costo Basso

Ingredienti per circa 12 churros

acqua 320 g di acqua
sale q.b. sale
farina 00 185 g di farina 00 setacciata
olio q.b. olio di oliva per friggere
zucchero q.b. zucchero semolato per servire

Preparazione

Come fare i Churros de lazo

Churros - 1
Churros - 2

Versate l'acqua e un pizzico abbondante di sale in una pentola, portate a bollore e aggiungete la farina in un colpo solo: mescolate immediatamente con un cucchiaio di legno o con una spatola e fate cuocere per 2 minuti fino a che il fondo inizierà a sfrigolare. Si formerà un composto compatto [1].
Trasferite l'impasto per i churros in una terrina, coprite con pellicola a contatto e fate raffreddare completamente [2].

Churros - 3
Churros - 4

Inserite ora il composto preparato nella churrera, pressate molto bene e chiudete [3].
Su un piano di marmo, di alluminio o su un foglio di carta forno formate i churros girando il tappo della churrera e tagliateli tutti alla stessa altezza formando dei cordoncini [4].

Churros - 5
Churros - 6

Unite quindi le estremità di ogni cordoncino formando così i vostri churros [5].
Friggete ora i churros in abbondante olio di oliva caldissimo (165 °C) e scolateli mano a mano su un foglio di carta assorbente e spolverate con zucchero semolato al momneto di servirli [6].

Leggi tutti i consigli della ricetta (qui sotto).

Seguici su Facebook Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Facebook

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 398, Media voti: 4.3

    Torna alla Ricetta

    Consigli e Varianti

    I churros vanno consumati preferibilmente appena fritti, caldissimi e croccanti.
    Se tuttavia vi dovessero avanzare potete conservarli (senza spolverarli con lo zucchero perché altrimenti si creerebbe umidità) a temperatura ambiente ben chiusi in alluminio (o in un contenitore di vetro a chiusura ermetica) per massimo 2 giorni.
    Prima di gustarli abbiate l'accortezza di riscaldarli in forno ventilato ben caldo per pochi minuti così che riacquistino croccantezza.
    Non scaldateli mai al microonde altrimenti diventano gommosi!

    Potete congelare i churros formati prima di friggerli: disponeteli ben distanziati su un vassoio e solo quando sono congelati potrete riunirli in un sacchetto per freezer.

    Per essere certi di ottenere churros perfetti è importante e caldamente consigliato prepararli con l'apposito strumento: la churrera.
    Questa è un attrezzo simile alla spara biscotti e consente di maneggiare molto meglio l'impasto rispetto ad un sac a poche tradizionale con bocchetta a stella. Con il sac a poche infatti è maggiore il rischio di formazione di bolle nell'impasto nel momento in cui viene schiacciato: attenzione, perchè queste in cottura fanno scoppiare i churros e, oltre a rovinare il vostro lavoro, potrebbero anche rischiare di provocarvi scottature.
    Se tuttavia non volete acquistare la churrera e vi sentite a vostro agio con il sac a poche, raccomandiamo che non sia usa e getta, ma di una buona tela resistente e con una bocchetta di almeno 1,5 cm.
     
    Esistono fondamentalmente 2 tipi di churros: quelli di forma dritta (palo) o quelli ripiegati (de lazo) come vi presentiamo noi oggi.
    La ricetta è la stessa, ciò che cambia è solo la forma: per fare i primi vi basterà formare dei cordoncini più corti e non unire le estremità come indicato nello step 5. Con le dosi indicate in ricetta otterrete 12 churros de lazo o 24 churros dritti.

    In Spagna inoltre c'è anche un altro dolce molto comune e molto simile ai churros e che magari avrete mangiato sul posto credendo fossero churros: si chiamano Porras.
    Queste si differenziano dai churros sia perchè nell'impasto viene aggiunto del bicarbonato sia perchè tradizionalmente sono di un diametro più grande. A differenza dei churros poi le porras si cuociono in forma di unica grande spirale che, solo una volta fritta, viene tagliata a lunghi tocchetti assumendo così l'aspetto dei churros (e per questo uno sguardo poco attento facilmente le confonde).
    Se volete provare anche le Porras vi basterà aggiungere mezzo cucchiaino di bicarbonato alla farina e formare con l'impasto delle grandi spirali direttamente nell'olio caldissimo per la frittura.

    Ci sono versioni dei churros che presentano degli ingredienti aggiuntivi come uova o un poco di burro: queste, anche se danno un colore più vivo e “meno pallido” alla pasta e arricchiscono la massa, si discostano dalla ricetta originale spagnola donando un impasto del tutto simile alla pasta choux.

    Vino da abbinare

    Trattandosi di un dolce dal sapore delicato, si consiglia di abbinare i churros a un vino bianco dolce e leggermente frizzante. Consigliato anche uno spumante, al termine di una cena festiva.

    La video ricetta del giorno

    Hai provato la ricetta?

    Hai dubbi o domande?

    Accedi per commentare

    Potrebbero interessarti anche

    Commenti degli utenti (14)


    Beatrice del Duca
    sabato 28 agosto 2021

    Deliziosi i Churros

    Rispondi

    laura tinti
    martedì 16 febbraio 2021

    Ma i churros vanno fritti ? perchè ho guardato un'altra ricetta e hanno detto che vanno in forno?

    Rispondi

    Ricetta.it
    ha scritto: mercoledì 17 febbraio 2021

    Certo, vanno fritti 😊

    Rispondi

    Nikita Tolomei
    venerdì 18 dicembre 2020

    Posso preparare l'impasto il pomeriggio per il pranzo del giorno dopo?

    Rispondi

    Ricetta.it
    ha scritto: venerdì 18 dicembre 2020

    Ciao, non te lo consigliamo

    Rispondi

    omar
    lunedì 16 novembre 2020

    ciao, mi è piaciuta molto la ricetta . complimenti !

    Rispondi

    Ricetta.it
    ha scritto: lunedì 16 novembre 2020

    Grazie Omar 💖😊

    Rispondi

    Leila
    venerdì 11 settembre 2020

    Ciao! Cosa si intende per quattro porzioni? Quanti churros sarebbero a testa, all’incirca?

    Rispondi

    Ricetta.it
    ha scritto: sabato 12 settembre 2020

    Ciao Leila, vengono circa 20 pezzi in totale

    Rispondi