Cartellate pugliesi

Le cartellate pugliesi sono un tipico dolce che si prepara soprattutto nel periodo natalizio.

Si tratta di deliziosi cestini fritti di pasta sottilissima, aromatizzati con arancia e limone e conditi tradizionalmente con il vincotto.
Friabili e croccanti, le cartellate sono davvero particolari nella forma e nella preparazione, che richiede un po’ di manualità e consiste nell’avvolgere su sé stesse delle strisce di pasta "pizzicate" fra loro a piccoli intervalli.

Le cartellate possono essere condite con miele e vincotto e poi essere gustate anche qualche giorno dopo, quando si saranno ammorbidite ma avranno assorbito tutto il sapore dei condimenti scelti.

La ricetta ufficiale risale al sedicesimo secolo, esiste però una scuola di pensiero che le daterebbe addirittura al VI secolo avanti Cristo in quanto raffigurate in un dipinto rupestre nei dintorni della zona oggi occupata dalia città di Bari.

Sono conosciute anche con il nome di 'carteddate', in dialetto.
Vediamo allora come preparare le cartellate pugliesi.

Categoria: Dolci

4,5/5 Vota
Su un totale di voti: 329
  Photo credits:
Tempo 150 min
Difficoltà Facile
Porzioni 6
Costo Basso

Ingredienti per 6 persone

Per l’impasto: Per l’impasto:
farina 00 500 g farina 00
zucchero 20 g di zucchero (facoltativo)
uovo 1 uovo medio (facoltativo)
vino bianco 120 g di vino bianco caldo
olio 80 g olio extra vergine di oliva caldo
limone scorza grattugiata di un limone e un’arancia
sale un pizzico di sale
Per condire e friggere: Per condire e friggere:
arachidi q.b. olio di arachidi o strutto
q.b. vincotto a piacere q.b. vincotto a piacere
miele q.b. miele a piacere
q.b. confettini colorati q.b. confettini colorati

Preparazione

Come fare le Cartellate pugliesi

Cartellate pugliesi - p1
Cartellate pugliesi - p2

Disponete la farina a fontana su un piano di lavoro. Aggiungete l’uovo, lo zucchero e il sale [1].Unite anche l’olio di oliva caldo [2].

Cartellate pugliesi - p3
Cartellate pugliesi - p4

Aggiungete infine il vino bianco e le scorze degli agrumi [3]. Impastate il tutto fino a ottenere un panetto omogeneo. Sarà del tutto normale se non sarà perfettamente liscio. Avvolgetelo con pellicola e fate riposare per 30 minuti [4].

Cartellate pugliesi - p5
Cartellate pugliesi - p6

Dividete l’impasto in pezzetti e passateli nella macchina per pasta per ottenere delle sfoglie sottilissime di circa 2 mm. Con una rotella tagliapasta ricavate delle striscie larghe circa 5 cm [5]. Pizzicate al centro le strisce fra loro, a intervalli di 3-4 cm [6].

Cartellate pugliesi - p7
Cartellate pugliesi - p8

Iniziate quindi ad avvolgere la striscia su sé stessa [7]. Proseguite pizzicando la pasta ad ogni giro fino a formare una sorta di girella [8].

Cartellate pugliesi - p9
Cartellate pugliesi - p10

Le cartellate dovranno avere una forma circolare e diverse fossette all’interno [9]. Scaldate abbondante olio o strutto in una padella e friggetevi poche cartellate alla volta [10].

Cartellate pugliesi - p11
Cartellate pugliesi - p12

Dovranno essere ricche di bolle e dorate [11]. Scolatele su carta assorbente a testa in giù per eliminare l’olio in eccesso all’interno delle fossette [12].

Cartellate pugliesi - p13
Cartellate pugliesi - p14

Proseguite a friggere tutte le cartellate [13]. Fate raffreddare [14].

Cartellate pugliesi - p15
Cartellate pugliesi - p16

Condite le cartellate irrorandole con il vincotto [15]. Conditele in alternativa con il miele e decorate con i confettini colorati [16].

Seguici su Facebook Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Facebook

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 329, Media voti: 4.5

    Torna alla Ricetta

    Consigli e Varianti

    Si sconsiglia la congelazione delle cartellate.

    Le cartellate devono essere sigillare perfettamente durante la fase di avvolgimento per evitare che in cottura si srotolino non mantenendo la forma. Il vincotto deve abbondare sulla cartellate e riempire tutte le fossette tipiche di questi dolci.
    Il miele deve essere molto liquido quando viene aggiunto alle cartellate, occorrerà perciò scaldarlo un po’ prima di utilizzarlo.

    Potete guarnire e condire le cartellate con il vincotto o utilizzare il miele e i confettini colorati che le rendono perfette anche come dolci di Carnevale.

     

    Le cartellate possono essere servite indifferentemente calde o fredde, sono molto apprezzate in entrambi i casi.

    Trattandosi di un dolce regionale della tradizione esistono diverse varianti della ricetta che variano a seconda della zona (c'è chi le cuoce al forno o le immerge nel cioccolato fondente)

    Per quale occasione

    Ottime durante le feste di Natale o di Carnevale.

    Vino da abbinare

    Un ottimo vino da abbinare alle cartellate è il moscato di Trani servito ad una temperatura compresa tra i 10 e i 12 gradi.

    Curiosità

    Secondo la tradizione religiosa la forma delle cartellate dovrebbe ricordare i panni in cui venne avvolto Gesù bambino alla nascita, oppure alla corona di spine posata sulla testa di Gesù il giorno della sua morte.

    La video ricetta del giorno

    Hai provato la ricetta?

    Hai dubbi o domande?

    Accedi per commentare

    Potrebbero interessarti anche

    Commenti degli utenti (2)


    Samatha Bernardi
    domenica 6 dicembre 2020

    Buonissime!

    Rispondi

    Ricetta.it
    ha scritto: lunedì 7 dicembre 2020

    💖😊

    Rispondi