Brioches senza glutine

4,8/5 Vota
Su un totale di voti: 24
Come si prepara, quali sono gli ingredienti e come si presenta a tavola.
Brioches senza glutine
  Photo credits:
Tempo 60 min
Difficoltà Media
Porzioni 4
Costo Basso

Presentazione

Le brioche senza glutine sono perfette per iniziare la giornata con dolcezza: ripiene di marmellata, crema spalmabile o gustate neutre, sono perfette per le persone celiache o chi soffre di intolleranza al glutine.

Ottima alternativa al classico pan brioche senza glutine, piaceranno anche a chi celiaco non è!

Prepararle non è affatto difficile e il risultato vi sorprenderà: tutti gli ingredienti vengono mischiati in una boule e l'impasto deve essere lasciato lievitare per almeno due ore. Successivamente è possibile stenderlo e ritagliare le brioche della dimensione che si vuole. 

C'è chi preferisce infatti dei mini bocconcini, chi invece adora le brioche grosse, come quelle di pasticceria.
C'è chi le spolvererà con dello zucchero a velo e chi invece le farcirà e le inzupperà nel latte.

Fatevi aiutare dai vostri bambini a prepararle: utilizzate anche formine diverse per ritagliare l'impasto e sbizzarritevi con la fantasia.

Ecco la ricetta delle brioche senza glutine!

Categoria: Dolci

farina 200 g di Farina Caputo senza glutine
farina 100 g di Farina Nutrifree multiuso
fecola di patate 50 g di fecola di patate
lievito di birra 12 g di lievito di birra fresco
latte 80 ml di latte
acqua 80 ml di acqua
uovo 1 uovo
zucchero 100 g di zucchero
burro 60 g di burro morbido
1 filetta di vaniglia 1 filetta di vaniglia
PER IL RIPIENO PER IL RIPIENO
Nutella q.b Nutella
marmellata q.b. marmellata
PER LA SUPERFICIE PER LA SUPERFICIE
tuorlo q.b. latte o un tuorlo d'uovo

Preparazione

Come fare le Brioche senza glutine

Per preparare le brioche senza glutine iniziamo a unire in una boule le farine con la fecola, setacciandole e mischiandole per bene.

Uniamo anche lo zucchero e mescoliamo.

Facciamo intiepidire il latte al microonde e in una ciotola a parte sciogliamo il lievito fresco nell'acqua e aggiungiamo poi il latte.

Versiamo quindi i liquidi nella ciotola con le farine, e uniamo anche il burro ammorbidito o fuso (mi raccomando, non freddo, perché non si scioglierà). 

Iniziamo a impastare delicatamente con una forchetta e aggiungiamo poi anche l'uovo, fino a quando raggiungiamo un composto ben amalgamato. L'impasto è molto appiccicoso e morbido. Copriamo la boule con della pellicola trasparente e lasciamo lievitare per almeno 2 ore fuori frigo. L'impasto raddoppierà di volume.

Trascorso il tempo, infariniamo una spianatoia e rovesciamoci l'impasto, che sarà comunque rimasto molto morbido.

Avremo bisogno di un po' di farina per poterlo lavorare, in modo che non si appiccichi alle mani. Formiamo quindi un panetto e iniziamo a creare i nostri croissant.

Sempre sul piano infarinato stendiamo una porzione di impasto con il mattarello (con uno spessore di circa 3-4 mm) e con l'aiuto di un coltello o una rotella, ritagliamo i triangoli per fare i cornetti. A questo punto possiamo farcirli con Nutella o marmellata oppure lasciarli neutri.

Avvolgiamo la pasta per creare la forma a cornetto e chiudiamo leggermente le estremità con le dita, in modo che in cottura non fuoriesca la crema.

Mettiamo i cornetti su una placca con carta da forno e facciamo lievitare ancora un'ora, fino a quando l'impasto è più o meno raddoppiato.

Trascorso il tempo, spennelliamo la superficie con del latte o con un tuorlo sbattuto e inforniamo a 170° per 20 minuti, controllando la cottura frequentemente per evitare che si scuriscano troppo in superficie.

Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Google News

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 24, Media voti: 4.8

    Vai alla Ricetta

    Consigli

    Utilizzando altre farine senza glutine l'impasto potrebbe essere o più liquido o più compatto: ogni farina senza glutine, infatti, assorbe l'acqua in modo diverso. L'importante è non farsi scoraggiare: se l'impasto risulta essere troppo appiccicoso o molle, è possibile eventualmente aggiungere della farina mentre lo si lavora sul piano.

    Possiamo spennellare la superficie con un tuorlo sbattuto o del latte e poi ricoprirle con dello zucchero a velo o lasciarle lisce.

    È possibile, inoltre, farcirle una volta cotte, tagliandole magari a metà nel senso della lunghezza, o utilizzando una sac a poche con una punta fine, che vada a bucare l'impasto.

    La cottura dipenderà molto da quanto grosse le abbiamo fatte e da quanto è potente il forno: cerchiamo quindi di dare alle brioche più o meno la stessa dimensione. È importante anche che l'impasto venga steso circa allo stesso spessore per tutte le brioche. Controlliamole ogni tanto, per evitare che la superficie si scurisca troppo e si secchino.

    Si conservano morbide per un massimo di 2 giorni: in caso dovessero indurirsi leggermente (può dipendere dal modo di conservazione e dalla temperatura dell'ambiente) basterà riscaldarle in microonde per circa un minuto. 

    Per quale occasione

    Per una colazione in famiglia

    Hai provato la ricetta o hai domande?

    Potrebbero interessarti anche