Brioches senza burro

4,5/5 Vota
Su un totale di voti: 10
Come si prepara, quali sono gli ingredienti e come si presenta a tavola.
Brioches senza burro
  Photo credits:
Tempo 60 min
Difficoltà Facile
Porzioni 4
Costo Basso

Presentazione

Le brioches senza burro sono perfette per iniziare la giornata con energia: possono essere preparare sia a mano sia utilizzando l'impastatrice, mangiate al naturale con una sola spennellata in superficie di uovo e latte, o farcite con marmellate e creme spalmabili.

Prepararle non è affatto difficile: bisogna disporre tutti gli ingredienti su una spianatoia infarinata e lavorarli fino a creare un panetto dal quale si ricavano poi i triangoli che andranno a formare le nostre brioches. Possono essere inoltre aromatizzare con scorza di limone, di arancia o perché no, un pizzico di cannella.

Buonissime inzuppate nel latte o nel caffè, non hanno nulla da invidiare alle brioches del bar.

Prova anche le altre versioni: brioches senza glutine o le brioches allo yogurt!

Categoria: Lievitati

farina manitoba 250 g di farina manitoba
farina 00 250 g di farina 00
uovo 1 uovo
zucchero 100 g di zucchero
olio 80 ml di olio di semi
latte 230 di latte tiepido
lievito di birra 25 g di lievito di birra fresco (o 8 g di lievito di birra secco)
limone scorza grattugiata di un limone
arancia scorza grattugiata di un' arancia (facoltativa)
sale un pizzico di sale
tuorlo un tuorlo sbattuto
latte q.b. latte

Preparazione

Come fare le Brioches senza burro

Per preparare le brioches senza burro disponiamo sulla spianatoia la farina a fontana e facciamo un buco al centro con le dita: mettiamo lo zucchero, l'uovo, il lievito, il sale e la scorza di limone grattugiata (e di arancia). Iniziamo a impastare con una forchetta e a filo aggiungiamo il latte tiepido e l'olio di semi. Con le mani impastiamo per bene per almeno 10 minuti. 

Una volta formato il panetto riponiamolo in una ciotola leggermente infarinata coperta con una pellicola. Lasciamo lievitare per circa due ore, fino al raddoppio.

Una volta raggiunta la lievitazione ottimale, riprendiamo l'impasto e per comodità lo dividiamo in due parti. Sulla spianatoia infarinata stendiamolo con un mattarello fino ad ottenere un cerchio di pasta dello spessore di 3-4 mm. Lo stesso deve essere diviso in spicchi di uguali dimensioni, per procedere con più facilità tagliamo prima a metà, poi in 4 parti e in seguito lo dividiamo nuovamente fino a ottenere 8 spicchi.

Gli spicchi devono essere arrotolati partendo dalla parte più larga, in questo modo si ottiene la forma del classico cornetto. Allo stesso modo si deve procedere con l'altro panetto. Se vogliamo inserire marmellata o nutella, lo facciamo ora.

Si ottengono così 16 brioche senza burro.

Le brioches ora devono riposare per almeno un'ora in un luogo tiepido in modo da lievitare nuovamente. Disponiamole su una leccarda ricoperta con carta da forno e riponiamole nel forno spento per 40 minuti con la sola luce accesa. 

CONGELARE LE BRIOCHES
Avvenuta la seconda lievitazione possiamo congelarle per poi cuocerle in un secondo momento. Per poterle gustare sarà necessario farle scongelare tutta la notte in forno spento e poi la mattina procedere con la cottura come da indicazioni seguenti.

Spennelliamo le brioches con un tuorlo d'uovo mescolato con il latte e inforniamo a 180°C per 15 minuti. Le brioches senza burro sono pronte per essere degustate da sole oppure farcite con nutella, crema, marmellata.

Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Google News

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 10, Media voti: 4.5

    Vai alla Ricetta

    Consigli

    È possibile fare lo stesso impasto nell'impastatrice.

    Le brioches senza burro si conservano per 2-3 giorni ben chiuse. Per gustarle dopo qualche giorno, possiamo farle scaldare nel microonde per 20 secondi e in forno per qualche minuto.

    Se ci accorgiamo che, dopo la cottura, non le consumeremo nel giro di 2-3 giorni, possiamo congelarle anche da cotte.

    Per quale occasione

    Per una colazione in famiglia

    Hai provato la ricetta o hai domande?

    Potrebbero interessarti anche