Come fare la coulis perfetta

Come fare la coulis perfetta
Photo credits:

Fresca, densa e coloratissima, la coulis è la salsa per dolci protagonista dell'estate. Ideale per guarnire coppe di gelato alla frutta, semifreddi o dolci al cucchiaio, la coulis è largamente impiegata per decorare torte, cheescake e panna cotta.

Realizzata principalmente a base di fragole o lamponi, la coulis trae le proprie origini in Francia, paese in cui è possibile trovare anche la sua variante salata a base di salsa di pomodoro, ottima per accompagnare piatti a base di pesce, crostacei e verdure.

Ma come si prepara una coulis perfetta, senza grumi e dall'aspetto denso e concentrato?

Metodo a caldo oppure a freddo: qual è il migliore?

Come ben si sa, in cucina non esiste mai niente di totalmente giusto o sbagliato: la fantasia, infatti, spadroneggia tra i fornelli, regalandoci metodi e ricette sempre nuovi e all'avanguardia.
Quindi, anche nel caso della coulis, essendo previsti due metodi per la sua preparazione, non possiamo stabilire quale sia il più valido.
Sono corretti entrambi e la scelta tra l'uno e l'altro dipende solo dalle nostre inclinazioni e dal tempo che abbiamo a disposizione.

Il metodo a freddo, infatti, prevede di scegliere i frutti più maturi, grossi e succosi, tagliarli a pezzettini piccoli per poi frullarli con estrema facilità.
Dopo aver eseguito tale operazione, il succo ottenuto dalle fragole o dai lamponi viene opportunamente filtrato, per evitare che vi restino fastidiosi semini e mescolato allo zucchero bianco grezzo o a velo.
Laddove il succo si rivelasse troppo liquido, si potrà passare alla cottura sul fuoco alto per qualche minuto in modo tale da farlo restringere.

Con il metodo a caldo, invece, la frutta e gli ortaggi sono tagliati minuziosamente, privati del picciolo, mescolati allo zucchero a velo e cotti circa 5-6 minuti a fiamma medio-alta per lasciar asciugare l'acqua in eccesso in essi contenuta.
Solo dopo il passaggio della cottura il succo viene filtrato e lasciato raffreddare per bene prima di essere utilizzato per guarnire dolci, torte o coppe di gelato. 

La coulis perfetta: gli errori da evitare

Per ottenere una coulis morbida e densa, irresistibile al palato e dal gusto avvolgente, bisogna stare attenti a non commettere qualche errore che potrebbe rivelarsi fatale. Il primo passo da compiere è scegliere sempre frutta matura e mai acerba, di primissima qualità, possibilmente di coltivazione biologica per evitare pesticidi e altri agenti chimici.
Guai, poi, a non sciacquare con attenzione la frutta: è, difatti, altissimo il rischio di assimilare le impurità contenute all'interno di fragole e lamponi. Infine, cercare di non cuocere troppo il succo ottenuto dai frutti: quando la loro acqua si sarà ristretta, è il momento di togliere il pentolino dal fuoco e far raffreddare. 

Come preparare la coulis di fragole

Per preparare un'ottima coulis di fragole non servono che due soli ingredienti: 300 grammi di fragole ben mature e succose e circa 70 grammi di zucchero a velo o sciroppo d'agave.
Scegliendo di utilizzare il metodo a caldo, lavare le fragole, eliminare il picciolo e tagliarle a pezzi per poi riporle in un pentolino antiaderente con 70 grammi di sciroppo d'agave o di zucchero a velo (circa tre cucchiai colmi).
Lasciar cuocere a fiamma moderata per non più di cinque-sei minuti in modo tale da consentire ai frutti di rilasciare l'acqua in essi contenuta e lasciarla restringere poco a poco.
Bisogna versare il liquido ottenuto in un contenitore ermetico e lasciar raffreddare del tutto il composto prima di passarlo al setaccio con un colino a maglie strette per eliminare definitivamente tutti i semini.

Servita tiepida o fredda, la coulis di fragole potrà essere utilizzata per guarnire la cheesecake o una panna cotta, per accompagnare dolci al cucchiaio o una macedonia di frutta. Fresca e gustosa, la coulis si mantiene in frigorifero per due/tre giorni al massimo.

Ti è piaciuta la ricetta?