Come fare e come usare la riduzione di aceto balsamico

La riduzione di aceto balsamico – o glassa – è una preparazione di estrema facilità, un’ottima soluzione per arricchire secondi piatti a base di carne o insalate, oppure per preparare deliziosi antipasti dall’aspetto e gusto gourmet.

Una salsa dalle note agrodolci, che rende unico ogni piatto che accompagna.
Disponibile già pronta tra i banchi del supermercato, la glassa di aceto balsamico è in realtà molto semplice da fare anche in casa con pochi ingredienti.
Vediamo come.

Proprietà nutrizionali

L’aceto balsamico ha una ricca concentrazione di sali minerali - principalmente si compone di potassio, calcio, magnesio e fosforo - e polifenoli.
Questi ultimi sono in grado di combattere i radicali liberi e l’ossidazione cellulare che rappresenta la causa scatenante di gravi patologie neuro-degenerative.

Inoltre, gode di buone proprietà disinfettanti, antibatteriche e astringenti: proprio per tale ragione, fin dai tempi antichi, l’aceto balsamico veniva usato come rimedio naturale per il trattamento di infezioni cutanee.

La riduzione di aceto balsamico è inoltre compatibile con le diete ipocaloriche per la quantità minima di calorie che questa glassa contiene - 88 Kcal per ogni 100 g di prodotto - ciononostante, deve essere utilizzata non eccedendo nelle quantità e a dosaggi controllati.

Come fare la riduzione di aceto balsamico

La preparazione della riduzione di aceto balsamico è molto semplice: per prima cosa, come occorrente per la cottura sarà utile una padella antiaderente dai bordi alti.
All’interno di quest’ultima vi sarà versato l’aceto balsamico (250 ml)e portato a bollore.

Nel frattempo, mentre si aspetta che l’aceto balsamico raggiunga la temperatura necessaria, in una ciotola a parte bisognerà versare dell’acqua fredda (una tazzina da caffè)
Unire al liquido della fecola di patate (1 cucchiaio), poi mescolare il tutto, ponendo attenzione a non formare grumi.

Una volta che l’aceto balsamico avrà raggiunto il bollore, versare a filo il composto di acqua e fecola precedentemente ottenuto, mescolando con un mestolo in legno per far sì che non si creino addensamenti non corretti.

Continuare a mescolare attentamente il tutto, non formando grumi, fin quando il composto non avrà raggiunto la densità desiderata.

Una volta terminato il procedimento, bisognerà solamente aspettare che si raffreddi prima di servire la riduzione di aceto balsamico in tavola!

Consigli e varianti per la preparazione

Se non si dispone della fecola di patate, si può comodamente utilizzare la farina 00 al suo posto, ponendo però attenzione a setacciarla prima dell’unione con l’acqua.
Inoltre, l’acqua utilizzata deve essere fredda proprio perché si deve arrivare all’obiettivo di creare una miscela: per tale ragione, la fecola di patate non si scioglie durante questo procedimento, ciò avverrà solamente nel momento in cui sarà posta sul fuoco ed unita all’aceto balsamico.

Inoltre, se si vuole aromatizzare e addolcire ancor di più la riduzione, si potrà unire alla stessa un cucchiaino di miele, perfetto per l’accompagnamento di formaggi, oppure un pizzico di cannella: ciò donerà un effetto agrodolce alla creazione culinaria.

Oppure, ancora, grazie all’unione della riduzione di aceto balsamico con senape e miele, si potrà ottenere una deliziosa glassa d’accompagnamento per grigliate di carne o per il condimento di carni crude -tartare o carpacci- oppure pesce: risulta essere un ottimo accompagnamento specialmente per tonno e salmone.

Se vuoi dare un gusto decisamente più dolce alla tua glassa metti 1 bicchiere di aceto balsamico, 1 bicchiere di vino rosso insieme a 50 g di zucchero di canna in un pentolino e lascia bollire per 10 minuti. 
Prosegui la cottura a fiamma bassa fino a quando i liquidi non si saranno ridotti del 50% del volume.
Raffreddandosi la salsa acquisterà la giusta consistenza.

Come si conserva la glassa di aceto balsamico

La riduzione di aceto balsamico fatta in casa può essere facilmente conservata in frigorifero anche per alcune settimane: bisogna però inserirla in un contenitore con chiusura ermetica per la sua ottimale conservazione, per fare in modo che non si rovini.

Come usare la glassa di aceto balsamico

Il sapore della glassa di aceto balsamico è molto forte e deciso, per questa ragione si presta bene all’abbinamento con grandi varietà di piatti differenti.

Il connubio perfetto però, lo trova con formaggi stagionati, carni alla griglia, insalate.
Può essere utilizzata anche per l’accompagnamento di deliziosi piatti a base di carne o pesce.

Inoltre, risulta essere un condimento perfetto per piatti di verdure miste grigliate, oppure usata per una varienate delle classiche cipolle in agrodolce o la composta di cipolle al balsamico.
Volete una versione dolce? Provatela sulle macedonie di frutta o come topping sui gelati e meringhe!

Seguici su Google News Non perderti nemmeno un'articolo Seguici su Google News

Salva la Ricetta Salva nel Ricettario