Crescia sfogliata

La crescia sfogliata è una preparazione simile alla piadina romagnola tipica dell’Umbria e delle Marche. Sottile e friabile puoi farcirla come preferisci!
4,6/5 Vota
Su un totale di voti: 54
  Photo credits:

Presentazione

Tempo 40 min
Difficoltà Facile
Porzioni 6
Costo Basso

La crescia sfogliata è una preparazione tipica dell’Umbria e delle Marche, perfetta per accogliere farciture di ogni tipo.
Molto simile alla piadina, la crescia è diversa per la presenza delle uova nell’impasto, per la sfogliatura e la consistenza che risulta essere più elastica, sottile e friabile.

Facile da preparare e adatta ad occasioni come aperitivi, cene veloci, antipasti o buffet, la crescia sfogliata ha origini rinascimentali ed è molto diffusa soprattutto nella provincia di Pesaro Urbino.

Potete scegliere il ripieno che preferite, dai classici salumi e formaggi, a verdure grigliate, tonno o salmone.
Gustose e fragranti piacciono a tutta la famiglia!

Inoltre potete prepararle e congelarle in modo da averle pronte all'occorrenza.

Categoria: Secondi

farina 500 g di farina 0
acqua 125 ml di acqua
latte 75 ml di latte
strutto 50 g di strutto
uovo 1 uovo medio
sale 6 g di sale fino
strutto q.b. olio o strutto (per sfogliare)

Preparazione

Come fare la Crescia sfogliata

Crescia sfogliata - Passaggio 1
Crescia sfogliata - Passaggio 2

Versate la farina in una terrina capiente, aggiungete l’uovo. [1]
Miscelate con una forchetta, quindi unite anche l’acqua, il latte, lo strutto e il sale. [2]

Crescia sfogliata - Passaggio 3
Crescia sfogliata - Passaggio 4

Amalgamate gli ingredienti fino a ottenere un panetto liscio e omogeneo, abbastanza morbido [3].
Dopodiché dividete il panetto in 10 pezzetti uguali. [4]

Crescia sfogliata - Passaggio 5
Crescia sfogliata - Passaggio 6

Formate delle palline lisce e lasciatele riposare coperte da pellicola per un’ora circa. [5]
Riprendete le palline, stendetele sottili con il mattarello su un piano leggermente infarinato. [6]

Crescia sfogliata - Passaggio 7
Crescia sfogliata - Passaggio 8

Spennellate la superficie con un filo d’olio o di strutto. [7]
Arrotolate la sfoglia come per formare un filoncino. [8]

Crescia sfogliata - Passaggio 9
Crescia sfogliata - Passaggio 10

Avvolgete il filoncino su sé stesso e formate una chiocciolina. [9]
Proseguite nello stesso modo con tutte le altre palline di impasto. Coprite le chioccioline con pellicola e fate riposare in frigo per un’ora. [10]

Crescia sfogliata - Passaggio 11
Crescia sfogliata - Passaggio 12

Riprendete le chioccioline, stendetele su un piano infarinato. [11]
Utilizzando il mattarello, dovrete ottenere delle sfoglie circolari molto sottili. [12]

Crescia sfogliata - Passaggio 13
Crescia sfogliata - Passaggio 14

Le sfoglie dovranno essere spesse 1-2 mm. [13]
Scaldate una padella o un testo e adagiatevi una sfoglia alla volta. [14]

Crescia sfogliata - Passaggio 15
Crescia sfogliata - Passaggio 16

Quando inizieranno a formarsi le bolle sarà il momento di girare la crescia. [15]
Cuocete la crescia anche dall’altro lato per 1 minuto. Le cresce sfogliate sono pronte essere farcite e servite. [16]

Seguici su Facebook Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Facebook

Ti è piaciuta la ricetta?

Esprimi il tuo Voto da 1 a 5:
    1 2 3 4 5 Totale Voti: 54, Media voti: 4.6

    Torna alla Ricetta

    Consigli e Varianti

    La crescia sfogliata si conserva in frigo per 3-4 giorni avvolta da pellicola.
    Si può congelare, una volta cotta, per 1-2 mesi.

    Il riposo degli impasti è fondamentale per ottenere una consistenza morbida, facile da stendere. La formatura delle chioccioline serve a creare strati di grasso (olio o strutto) tre le pieghe in modo che la crescia, una volta cotta, risulti friabile e appunto sfogliata.

    Potete sostituire lo strutto nell’impasto con l’olio di oliva e lo stesso per la sfogliatura, che può essere fatta sia con olio che strutto.
    Per una versione senza lattosio potete sostituire il latte con l’intera quantità di acqua.

    Per quale occasione

    Perfetta per un buffet, un aperitivo o una cena leggera in famiglia

    La video ricetta del giorno

    Potrebbero interessarti anche