Cannella, proprietà e caratteristiche

Cannella, proprietà e caratteristiche
Photo credits:

La cannella è una spezia molto utilizzata per aromatizzare bevande e dolci: per il suo particolare gusto, a tratti piccante, può essere utilizzata anche nella preparazione di piatti salati.

Cos'è la cannella

La cannella (Cinnamomum) è una spezia utilizzata da tempo per preparare tantissimi dolci italiani, come il pan speziato, i mostaccioli tipici della festività natalizie e i biscottini pan di zenzero. In commercio si presenta in polvere e sempre più frequentemente in cannelli, cioè bastoncini di legno.

La cannella arriva prevalentemente da due zone, lo Sri Lanka e la Cina: quella proveniente dal primo paese è più pregiata e si distingue per avere i cannelli più sottili e rugosi rispetto a quelli provenienti dalla Cina. La raccolta di questi bastoncini legnosi può avvenire dopo circa 3 anni dalla piantagione.

Proprietà nutrizionali della cannella

La cannella è importante per le sue proprietà terapeutiche conosciute già nell'Antico Egitto e dai Romani. Contiene un'elevata quantità di polifenoli, è ricca di Vitamina A, C e vitamine del gruppo B. Buono è anche il contenuto di sali minerali come manganese, calcio, ferro, potassio, fosforo e sodio. La cannella è ricca anche di olio essenziale ricco di acido cinnamico, l’eugenolo, il cinnamaldeide ed i tannini.

Benefici della cannella

La particolare abbondanza di polifenoli fa in modo che la cannella contrasti i radicali liberi e di conseguenza ritardi i segni dell'invecchiamento. I polifenoli contrastano anche i picchi glicemici, regolando i livelli di diabete nel sangue. La presenza di vitamine aiuta a rinforzare il sistema immunitario.

La cannella ha proprietà antimicotiche e antibatteriche, proprio per questo è consigliato l'uso in caso di infezioni di origine micotica come la Candida Albicans.

Tra le proprietà benefiche vi sono anche quelle protettive nei confronti del morbo di Alzheimer, questo perché la cinnamaldeide e epicatechina sono in grado di contrastare la formazione di accumuli di proteine responsabili di questa malattia degenerativa.

La cannella attiva la tripsina, un enzima naturale che stimola la salivazione e la produzione di succhi gastrici e di conseguenza migliora la digestione.

Un uso regolare di questa spezia è in grado di alleviare problemi legati all'apparato digerente come la flatulenza, gonfiore intestinale, coliche renali. Gli effetti benefici non finiscono qui, infatti aiuta a tenere sotto controllo anche il livello di colesterolo cattivo nel sangue.

Grazie alle proprietà antisettiche può essere utilizzata per migliorare la cicatrizzazione in caso di ferite, in questo caso è consigliato l'uso esterno, cioè è necessario cospargere la ferita di polvere di cannella, lasciarla in posa per qualche minuto e quindi sciacquare. In breve tempo si ha un effetto disinfettante che migliora e velocizza la guarigione della ferita.

Come usare la cannella

Per usufruire di tutti i benefici della cannella è possibile preparare delle tisane, in questo caso si possono aggiungere anche altre spezie in grado di potenziarne gli effetti. Ad esempio si può preparare una tisana con un infuso di cannella, zenzero e alloro. 

L'aggiunta di polvere di cannella al latte caldo può contrastare i sintomi dell'influenza.

La cannella viene poi utilizzata per aromatizzare gli impasti di dolci e torte, come nella nostra torta di mele e cannella.

Non perderti nemmeno una ricetta Seguici su Google News

Salva nel tuo Ricettario

Hai domande o vuoi lasciare un commento?