Calamari ripieni al forno

4,0/5 Vota
Su un totale di voti: 1
Come si prepara, quali sono gli ingredienti e come si presenta a tavola.
Calamari ripieni al forno
Photo credits:
Tempo 60 min
Difficoltà Facile
Porzioni 4
Costo Basso

Presentazione

I calamari ripieni al forno sono perfetti per una cena in famiglia, da gustare in terrazza con vista mare.

Il segreto per la buona riuscita di questo piatto è uno solo: quello di mantenere il ripieno morbido e molto umido, in modo che possa agevolare la cottura dei calamari, preservandoli morbidi ma allo stesso tempo pieni di succo e sapore, ma non gommosi. 

Inoltre, per mantenere una buona consistenza del calamaro, evitando di farlo seccare troppo, è importante effettuare la cottura in forno con il coperchio. 

La preparazione è molto semplice e i calamari vanno accuratamente richiusi con uno stuzzicadenti in modo che il ripieno non fuoriesca durante la cottura. 

Categoria: Secondi

6 calamari medi 6 calamari medi
pane 200 g di pane secco
olive nere 20 olive nere denocciolate
prezzemolo qualche foglia di prezzemolo
olio olio extravergine di oliva q.b.
60 g di pan grattato 60 g di pan grattato
uovo un uovo
capperi 6-7 capperi
vino bianco mezzo bicchiere di vino bianco secco
sale e pepe sale e pepe per condire

Preparazione

Come fare i Calamari ripieni al forno

Cominciamo pulendo i calamari. Priviamoli prima di tutto dei tentacoli e delle pinne laterali. Procediamo poi a rimuovere la cartilagine, che altro non è che la parte trasparente all'interno del mantello del calamaro. Laviamo sotto abbondante acqua corrente in modo da riuscire ad eliminare tutto il contenuto del mantello e, possibilmente, anche la pellicola dal colore violaceo di cui sono ricoperti. Rimuoviamo inoltre il "dente centrale", una parte molto dura del calamaro che non è possibile mangiare. 
Dopo averli curati, lasciamoli sgocciolare per qualche minuto all'interno di uno scolapasta. 

In una padella abbastanza capiente, versiamo un paio di cucchiai di olio, meglio se extravergine di oliva. Tritiamo finemente il prezzemolo e aggiungiamolo nella padella precedentemente scaldata. Uniamo anche i tentacoli e le pinne e lasciamo cuocere per alcuni minuti a fiamma piuttosto viva. Trascorso questo tempo, sfumiamo con il mezzo bicchiere di vino ed aggiustiamo di sale e pepe. 

A questo punto, mettiamo il pane secco ad ammollare in acqua, per circa una quindicina di minuti. Strizziamolo, in modo da eliminare l'acqua in eccesso e teniamolo da parte. Nel frattempo i tentacoli e le pinne si saranno cotte e saranno pronte per essere tagliate in pezzetti sottili. Durante questa fase, ricordiamoci di mantenere da parte il "liquido di cottura" dei calamari, in modo da poterlo utilizzare in un secondo momento. 

Prendiamo una ciotola abbastanza grande e versiamo il pane precedentemente ammollato, poi i calamari tagliati a pezzetti, così come olive, capperi e pecorino. Aggiungiamo anche una spolverata di prezzemolo. Uniamo ora l'uovo ed il liquido di cottura tenuto precedentemente da parte. Aggiustiamo di sale e pepe e cominciamo a mesolare sino a completa omogeneizzazione di tutti gli ingredienti. 

A questo punto non rimane che riempire i calamari. Per fare ciò, aiutiamoci con un cucchiaio da cucina e, una volta colmi, chiudiamoli attentamente con qualche stuzzicadenti, in modo che il ripieno non fuoriesca durante la cottura. 

In una ciotola a parte, prepariamo una salsina di olio, prezzemolo e pan grattato, da distribuire sui calamari prima di essere infornati. 

Facciamo cuocere in forno preriscaldato a 180 °C, con il coperchio, per circa una ventina di minuti. Per renderli più croccanti, proseguiamo la cottura a 200 °C per qualche minuto. 

Per quale occasione

Per un pranzo o una cena in famiglia

Potrebbero interessarti anche